Le più grandi rimonte in Europa

Lo Zenit è diventata la quinta squadra nella storia a ribaltare uno svantaggio di quattro gol subito nella gara di andata in una gara di una competizione UEFA: UEFA.com vi racconta chi. 

©AFP

Solo cinque squadre hanno ribaltato uno svantaggio di quattro gol subito nella gara di andata in una gara di una competizione UEFA: UEFA.com vi racconta chi. 

Dinamo Minsk - Zenit 4-0
Zenit - Dinamo Minsk 8-1 dts
Terzo turno di qualificazione UEFA Europa League 2018/19

Former Zenit midfielder Sergei Semak's first European game as the club's permanent coach was an unmitigated disaster as his side were trounced in Belarus, but the return was an improbable triumph. The hosts dragged the game into extra time – despite having a man sent off when they were 2-0 up – and reacted to Dinamo scoring an away goal by hitting four more of their own. "We put ourselves in that situation but got out of it ourselves too," Semak said. "It made the victory all the sweeter."

Paris - Barcelona 4-0
Barcelona - Paris 6-1 

Ottavi di finale UEFA Champions League 2016/17 

Il Barcelona è diventata - ed è tutt'ora l'unica - squadra a capovolgere uno svantaggio di quattro reti in UEFA Champions League. Il 4-0 del Paris sugli uomini di Luis Enrique fu uno shock, mentre la rimonta fu un vero e proprio miracolo, con la rete nel recupero di Sergi Roberto per il 6-1 finale nella gara del ritorno al Camp Nou. "Gli dissi: 'Vai in area, segnerai'", ricorda Neymar, mentre Sergi Robero non poteva credere all'esultanze nel finale: "Sembrava di essere in un sogno". 

FC La Chaux-de-Fonds - Leixões SC 6-2
Leixões SC - FC La Chaux-de-Fonds 5-0
Coppa delle Coppe UEFA 1961/62, primo turno
Il Leixões è ricordato soprattutto per il 2-0 in finale di Coppa del Portogallo contro l'FC Porto che gli ha regalato un posto in Coppa delle Coppe. All'esordio in Europa nella stagione successiva, la squadra di Filipo Nuñez viene travolta 6-2 dal La Chaux-de-Fonds, che però si arrende nella gara di ritorno all'Estádio do Mar. Osvaldo Silva porta la sua squadra sul 2-0 prima dell'intervallo, mentre Oliveirinha (autore dei due gol all'andata) firma una doppietta inframmezzata da una rete di Vandinho effort. Os Bébés restano l'unica squadra ad aver rimontato quattro gol e ad essersi qualificata senza ricorrere alla regola dei gol in trasferta.

Queens Park Rangers FC - FK Partizan 6-2
FK Partizan - Queens Park Rangers FC 4-0
Coppa UEFA 1984/85, secondo turno 
Per il QPR di Alan Mullery, il passaggio del turno sembra una formalità dopo la netta vittoria all'andata, ma i gol di Dragan Mance, Dragan Kaličanin, Miodrag Ješić e Zvonko Živković qualificano la squadra di Belgrado. "Siamo stati travolti - ricorda Gary Waddock, centrocampista del QPR -. Pensavamo che quel vantaggio ci avrebbe permesso di andare avanti. Ci siamo preparati bene, ma il risultato dimostra cosa può accadere se parti male in una partita di ritorno europea".

VfL Borussia Mönchengladbach - Real Madrid CF 5-1
Real Madrid CF - VfL Borussia Mönchengladbach 4-0
Coppa UEFA 1985/86, terzo turno
Il Real subisce una pesante batosta da Heynckes, attuale tecnico del Bayern, ma al ritorno Jorge Valdano segna due gol nei primi 17 minuti e ridà speranza alla squadra di Luis Molowny. Santillana firma altre due gol negli ultimi minuti e porta a termine una rimonta straordinaria. In finale, le merengues batteranno un'altra tedesca, l'1. FC Köln. Il compianto Juanito ha dichiarato: "Sono stato nazionale, ho giocato due Coppe del Mondo e ho vinto titoli con il Real Madrid, ma questa rimonta le batte tutte. È il giorno più bello della mia vita".

In alto