Gaz Metan alla prova Mainz

Alla prima partecipazione in Europa la formazione rumena sogna il colpo grosso contro la squadra tedesca in UEFA Europa League. “In casa sarà più difficile che in trasferta”, ha ammonito il tecnico Pustai.

©Getty Images

L'FC Oţelul Galaţi ha sorpreso tutti la scorsa stagione vincendo il primo titolo in Romania, ma non è stata l'unica squadra a superare le attese nel 2010/11. Infatti, a ritrovarsi adesso sotto i riflettori in Europa è il CS Gaz Metan Mediaş.

La formazione della cittadina transilvana di Medias si era guadagnata a sorpresa l'esordio in Europa. Un'avventura che ha rischiato di finire già al secondo turno preliminare contro i filnandesi del KuPS Kuopio. Ma dopo la sconfitta per 1-0 dell'andata, la formazione di Cristian Pustai si è imposta 2-0 in casa, prenotando la sfida successiva contro l'1. FSV Mainz 05.

L'1-1 della scorsa settimana contro la squadra tedesca ha confermato che il Gaz Metan fa sul serio in UEFA Europa League. Tuttavia, le due sconfitte consecutive in campionato – in particolare il 5-0 contro l'FC Dinamo Bucureşti – non sono di buon auspicio in vista del ritorno in casa.

"Dobbiamo dimenticare la partita contro la Dinamo e farci trovare pronti per questa partita. La gara di ritorno sarà più difficile di quella dell'andata. Il Magonza è stata la terza squadra per rendimento esterno lo scorso anno in Germania”.

Nulla di strano che Pustai, ex insegnante di matematica, abbia a cuore le statistiche. I risultati del 46enne tecnico dal suo arrivo nel 2007 parlano invece da sé. In quattro stagioni al Gaz Metan ha ottenuto una promozione, un 15esimo, un decimo e un settimo posto.

Per un club fondato nel 1945, che ha fatto la spola tra la seconda e la terza divisione per 51 anni ed era subito retrocesso al rientro nella massima serie, gli ultimi risultati sono davvero sorprendenti.  Quella del club che porta il nome dell'omonimo gasdotto di Medias è una storia a lieto fine fondata sul lavoro e lo spirito di squadra.

Le stelle in senso classico latitano. Soltanto l'attaccante Florin Bratu vanta presenze con la Romania  (14, due gol). Solo una manciata di presenze con l'Under 21, invece, per la punta Alin Liţu e i difensori Radu Zaharia e Paul Pârvulescu.

Sarà interessante vedere se il bomber della scorsa stagione con 15 gol, Eric de Oliveira Pereira, sarà a disposizione per la partita più importante nella storia del club. Il brasiliano non ha ancora giocato in questa stagione, il che spiega forse l'avvio deludente del Gaz Metan.

L'assenza della punta non ha invece inciso negativamente in Europa. “Il campionato e l'Europa sono due competizioni molto diverse”, ha aggiunto Pustai, che spera di ripetere l'impresa giovedì.

In alto