Il sito ufficiale del calcio europeo

Insidia gallese per il Turku

Pubblicato: Martedì, 6 luglio 2010, 11.33CET
Il centrocampista della formazione finlandese Riku Riski prevede una sfida di ritorno impegnativa contro il Port Talbot nonostante il 3-1 dell’andata.
di Salttu Forsström
da Helsinki
Insidia gallese per il Turku
Riku Riski (TPS Turku) ©Jussi Eskola
 
Pubblicato: Martedì, 6 luglio 2010, 11.33CET

Insidia gallese per il Turku

Il centrocampista della formazione finlandese Riku Riski prevede una sfida di ritorno impegnativa contro il Port Talbot nonostante il 3-1 dell’andata.

Riku Riski, centrocampista dell’FC TPS Turku, si aspetta un Port Talbot Town FC "più che mai determinato" a ribaltare in Galles il 3-1 conquistato all’andata dalla formazione finlandese. La vincente giocherà il secondo turno preliminare di UEFA Europa League.

Sotto di tre gol all’intervallo nella gara d’andata, la formazione gallese si è regalata una concreta possibilità di rimonta grazie al gol di Martin Rose al 70’. "Proveranno con tutte le loro forze a metterci in difficoltà, dovremo restare compatti e ripartire in contropiede", ha dichiarato il 20enne Riski, autore di una doppietta all’andata.

Formazione blasonata del panorama nazionale finlandese, il Turku punta adesso a lasciare il segno in Europa dopo comparse troppo fugaci. La formazione scandinava vanta un successo esterno per 1-0 contro l’FC Internazionale Milano nel 1987, anche se a passare furono i Nerazzurri, e un terzo turno di Coppa UEFA raggiunto la stagione seguente.

Riaffacciatosi in Europa nel 2008 dopo un decennio di assenza dalle scene continentali, il Turku ha voglia di mettersi in evidenza. Toni Kolehmainen, compagno di squadra di Riski, considera la squadra in grado di raggiungere almeno il turno successivo. "Siamo molto rapidi davanti ed è un’arma che possiamo usare per far male al Port Talbot", ha dichiarato l’ex centrocampista dell’AZ Alkmaar.

Gli otto volte campioni di Finlandia sono nel bel mezzo della stagione, tuttavia i carichi di lavoro non sono un problema per Kolehmainen. "Stiamo giocando molto ultimamente e potremmo risentirne, ma nessuno se ne lamenta e il morale del gruppo è buono". Grazie al recupero di diversi giocatori infortunati, fra cui lo stesso Kolehmainen, il tecnico Marko Rajamäki sa di poter allestire "una buona squadra in vista del ritorno".

Il tecnico, 41 anni, ha ammesso, tuttavia, che non è stato facile raccogliere informazioni sul Port Talbot: "Non hanno ancora iniziato la stagione e si sono molto rinnovati rispetto allo scorso anno".

Dopo aver finalmente visto in azione gli avversari, Rajamäki è convinto di conoscere il segreto per andare avanti. “Non possiamo andare in Galles con l’idea di affidarci ai lanci lunghi e alle palle alte. Dobbiamo aggirare i loro difensori centrali giocando palla a terra. Se lo faremo, sono ottimista sulle possibilità di qualificazione".

 
Ultimo aggiornamento: 06/07/10 11.17CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Profili squadre

http://it.uefa.com/uefaeuropaleague/news/newsid=1503253.html#insidia+gallese+turku