UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Analisi partita Swissquote: Betis - Frankfurt 1-2

Gli osservatori tecnici UEFA analizzano la partita degli ottavi di UEFA Europa League vinta dal Francoforte contro il Real Betis.

See examples of how Frankfurt's pressing game was key to their round of 16, first leg win against Betis.
In The Zone: il pressing del Francoforte

L'Eintracht Frankfurt è in vantaggio prima del ritorno degli ottavi grazie a un sensazionale 2-1 sul campo del Real Betis.

In questo articolo presentato da Swissquote, gli osservatori tecnici UEFA analizzano il pressing incessante e le rapide transizioni offensive che hanno regalato alla squadra tedesca la terza vittoria esterna in questa edizione.

La partita minuto per minuto: Betis - Frankfurt 1-2

Gol

Highlights: Betis - Frankfurt 1-2
Highlights: Betis - Frankfurt 1-2

0-1: Filip Kostić (14')
Servito sulla sinistra da Djibril Sow con un cambio di campo, il serbo approfitta dello spazio concessogli dal terzino Youssouf Sabaly e fa partire un tiro-cross di sinistro che scavalca beffardamente Claudio Bravo sul secondo palo.

1-1: Nabil Fekir (30')
Il Francoforte perde il pallone a centrocampo, Guido Rodríguez lo passa a Sergio Canales che lo sposta per l'accorrente Fekir sulla destra. Il francese elude Evan N'Dicka portando la palla sul sinistro e insacca con un rasoterra sul palo più lontano.

1-2: Daichi Kamada (32')
Il quarto gol di Kamada in sette partite di Europa League arriva grazie al pressing furioso degli ospiti. Edgar González serve inizialmente il terzino sinistro Aitor Rubial che, sotto pressione, lo restituisce al difensore centrale. Quando Edgar ci riprova, il Francoforte ha quattro giocatori in pressing: Moussa Sow intercetta il pallone e appoggia per Jesper Lindstrøm, che supera Edgar e consente a Kamada di insaccare.

Moduli

Betis

Il Betis inizia con un 4-2-3-1
Il Betis inizia con un 4-2-3-1

Manuel Pellegrini schiera inizialmente un 4-2-3-1 con William Carvalho (14) e Rodríguez (21) a centrocampo e Canales (10), Fekir (8) e Juanmi ( 7) davanti. In difesa, il Betis è privo di tre terzini per infortunio e impiega Aitor Ruibal (24) a sinistra. Sulla fascia opposta, Sabaly (23) è più votato alle sortite offensive, con Canales che rientra all'interno.

Al 61' Pellegrini effettua un doppio cambio: Juan Miranda (33) e Joaquín (17) entrano al posto di William Carvalho e Juanmi e il Betis passa al 4-3-3. L'introduzione di Miranda come terzino sinistro consente ad Aitor Ruibal di tornare al più familiare ruolo offensivo. L'ingresso di Joaquín sulla fascia destra permette a Canales di arretrare in un centrocampo a tre insieme a Fekir e Rodríguez. Il Betis può così dominare nel possesso palla, totalizzando ben 810 tocchi: solo il Barcellona lo supera questa settimana.

Frankfurt

Il Frankfurt ha utilizzato costantemente il 3-4-3
Il Frankfurt ha utilizzato costantemente il 3-4-3

Il Francoforte schiera costantemente un 3-4-3. La difesa passa a cinque quando il Betis attacca sulle fasce e i terzini offensivi Ansgar Knauff (36) e Kostić (10) sono costretti ad arretrare.

I tre difensori centrali – Tuta (35), Martin Hinteregger (13) e N'Dicka (2) – dominano nelle fasi aeree ma escono anche bene palla al piede. Se Sow (8) è fondamentale per il controllo del gioco, N'Dicka si guadagna gli elogi dell'osservatore tecnico UEFA per come aiuta i centrocampisti a neutralizzare Fekir e Canales.

Daichi Kamada esulta dopo il gol della vittoria
Daichi Kamada esulta dopo il gol della vittoriaGetty Images

Le parole degli allenatori

Manuel Pellegrini, allenatore Betis "Subiamo troppi gol stupidi; ora dobbiamo recuperare e questo ti toglie più energie mentali. Speriamo di poter ritrovare la solidità in difesa".

Oliver Glasner , allenatore Francoforte
"Siamo stati molto compatti e abbiamo dato agli avversari poche occasioni per giocare negli spazi. I ragazzi hanno spinto al massimo, soprattutto in avanti: è stato un grande sforzo da parte di tutta la squadra".