UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Napoli - Legia 3-0, gli azzurri dilagano nella ripresa

Primo tempo senza reti, poi entra Osimhen e spacca la partita: a segno anche Insigne e Politano.

Tutto di nuovo in gioco. Il SSC Napoli batte il Lega Warszawa 3-0 e torna prepotentemente in corsa per la qualificazione alla fase a eliminazione diretta di UEFA Europa League. Dopo 75 minuti senza sussulti, gli azzurri vanno a segno due volte in cinque minuti con Lorenzo Insigne e Victor Osimhen e arrotondano il risultato nel recupero con Matteo Politano.

Come annunciato alla vigilia, Luciano Spalletti concede un turno di riposo al bomber nigeriano e si affida a Dries Mertens, alla prima stagionale da titolare dopo l’operazione alla spalla. Debuttano dal primo minuto anche Diego Demme e Juan Jesus, il primo reduce da un infortunio, il secondo di nuovo in campo dopo un lungo periodo di inattività.

Il capolavoro di Mertens all'andata contro il Legia
Il capolavoro di Mertens all'andata contro il Legia

Parte forte il Napoli, deciso e determinato. Hirving Lozano è il più incisivo nella prima metà del primo tempo ma non riesce a capitalizzare due buone occasioni. Ci prova anche Mertens, ma il suo tentativo al volo da buona posizione si perde sul fondo.

Il Legia difende con ordine e non disdegna qualche timido tentativo davanti, ma Alex Meret non deve mai sporcarsi i guantoni.

Squadre al riposo sullo 0-0, si ricomincia senza cambi ma 12 minuti dentro la ripresa Spalletti decide che è il momento di cambiare: fuori Lozano e dentro Osimhen e Napoli in campo con un’inedita difesa a tre. Pochi minuti dopo entrano anche Politano e Andrea Petagna, per un undici super offensivo con due centravanti e due esterni d’attacco.

Insigne ha aperto le marcature  al 76'
Insigne ha aperto le marcature al 76'Getty Images

La scommessa paga, anche se Meret rischia di capitolare al 75’ quando Mahir Emreli colpisce il palo con un gran tiro da fuori. Il Napoli balla dietro ma davanti fa paura e al 76’ trova il gol del meritato vantaggio con una volée violentissima di Insigne che riceve palla da Politano e colpisce di prima intenzione sotto la traversa.

Sulle ali dell’entusiasmo, gli azzurri continuano ad attaccare e all’80’ Osimhen chiude il match dopo una splendida combinazione in velocità con Insigne: il bomber nigeriano entra in area di rigore dalla destra e buca Cezary Miszta con un gran diagonale.

C’è tempo anche per il sigillo di Politano, che nel recupero pesca il jolly dai venti metri con un sinistro a giro da applausi.