Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Classiche di UEFA Europa League: Shakhtar Donetsk - Sevilla 2-2

Il racconto dell'intensa semifinale di andata di UEFA Europa League 2015/16, che puoi rivivere su UEFA.tv.

Negli anni, il Siviglia ha vinto più volte la UEFA Europa League, ma il suo cammino non è sempre stato privo di ostacoli: uno di questi si presenta nella semifinale di andata del 2015/16.

GUARDA LA PARTITA DALLE 17:00

Contesto

In UEFA Europa League, il Siviglia ha un palmarés più che ragguardevole. La squadra andalusa vince di più in questo torneo che in Spagna, dove ha conquistato un solo campionato dal 1945/46. Nel 2015/16 insegue il quinto titolo europeo in 11 anni e il terzo di fila (entrambi record); pur essendo favorito, si scontra con lo Shakhtar "brasiliano" di Mircea Lucescu, che a sua volta conosce bene la competizione.

Guarda la classica del 2014 tra Siviglia e Betis
Guarda la classica del 2014 tra Siviglia e Betis

I protagonisti

Kevin Gameiro Attaccante dotato di un ottimo senso della posizione e dell'anticipo, l'ex Paris Saint-Germain vive la sua migliore stagione nel 2015/16.

Marlos La partenza di Alex Teixeira nella sosta invernale lascia un pesante vuoto nello Shakhtar (dopo tre mesi sarà ancora il suo miglior realizzatore), ma Marlos comincia a diventare il giocatore più creativo della squadra.

Vitolo L'ex esterno del Las Palmas è uno specialista assoluto della UEFA Europa League, vincendo quattro titoli con il Siviglia e uno con l'Atlético Madrid.

Luiz Adriano racconta il trionfo dello Shakhtar nel 2009
Luiz Adriano racconta il trionfo dello Shakhtar nel 2009

Cronaca

Lo Shakhtar cerca una rivincita dopo la sensazionale sfida del 2006/07 ma parte con il piede sbagliato, incassando la rete di Vitolo. È proprio la scossa che serve alla squadra ucraina, che a metà del primo tempo pareggia con Marlos: in tribuna, un certo Andriy Shevchenko applaude.

Marlos diventa poi uomo assist, lasciando sulle gambe Éver Banega e servendo un cross per l'incornata vincente di Taras Stepanenko. Il Siviglia è frastornato, ma i padroni di casa tolgono il piede dall'acceleratore. Grosso errore, perché a 8' dalla fine Facundo Ferreyra atterra Vitolo in area e Gameiro trasforma dal dischetto.

Europa League 2015/16: i 10 gol più belli
Europa League 2015/16: i 10 gol più belli

Reazioni a caldo

Vitolo, esterno Siviglia: "Lo Shakhtar ha grandi giocatori e abbiamo sofferto, ma non abbiamo mai mollato e il premio è stato il gol nel finale. Il mister ci dice sempre di restare calmi e di aspettare il momento giusto: aveva ragione".

Unai Emery, allenatore Siviglia: "Entrambe le squadre meritano di arrivare in finale. Siamo ancora sul 50 e 50 e dovremo dare il massimo al ritorno per qualificarci".

Mircea Lucescu, allenatore Shakhtar: "Abbiamo giocato un buon primo tempo ma abbiamo sbagliato più volte in contropiede. L'errore più grande, però, è stato chiudersi sul 2-1. Sarà un ritorno complicato".

La stessa sera…

L'altra semifinale oppone il "Sottomarino giallo" e la città in cui è nato: Villarreal-Liverpool. Adrián López segna nel finale e regala la vittoria alla squadra di casa, che colpisce anche un palo con Cédric Bakambu.

I cinque trionfi del Siviglia in Europa League
I cinque trionfi del Siviglia in Europa League

E poi?

Una settimana dopo, il Siviglia domina subito la gara di ritorno in Spagna. I due gol di Gameiro e la rete di Mariano Ferreira portano la squadra di Unai Emery alla terza finale di UEFA Europa League consecutiva. Nel frattempo, il Liverpool vince 3-0 sul Villarreal. In finale peserà ancora una volta l'esperienza della squadra andalusa, che dopo un gol di svantaggio risponde con un gol di Gameiro e una doppietta di Coke e conquista il terzo titolo consecutivo. I Reds, però non dovranno aspettare molto per vincere in Europa.

In alto