UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

La Lazio rimonta l'Inter e continua a sognare

All'Olimpico, nel posticipo, la squadra di Inzaghi va sotto colpita da Young, ma nella ripresa reagisce e vince 2-1 grazie al rigore di Immobile e al gol di Milinković-Savić: Biancocelesti secondi a un punto dalla Juventus.

Lazio-Inter 2-1 (Immobile 50' su rig., Milinković-Savić 69'; Young 44')
La Lazio non smette di sognare. Nel posticipo domenicale della 24ª giornata, la squadra di Simone Inzaghi batte l’Inter capolista, conquista il 19esimo risultato utile consecutivo in campionato - quindici successi e quattro pareggi - e si porta a un solo punto dalla Juventus, ora sola in vetta: i Nerazzurri segnano per primi con Ashley Young, ma nella ripresa i Biancocelesti si scatenano e firmano la rimonta con un rigore di Ciro Immobile e un gol di Sergej Milinković-Savić. Finisce 2-1.

Nel primo tempo i padroni di casa colpiscono una clamorosa traversa con Milinković-Savić, che sorprende Daniele Padelli con una gran conclusione da fuori, dall’altra parte Thomas Strakosha è molto attento e si rifugia in corner su un sinistro da distanza ravvicinata di Romelu Lukaku, messo in movimento da Marcelo Brozović.

Nel finale di tempo la squadra guidata da Antonio Conte sblocca il risultato. Young apre per Antonio Candreva, un ex, che tira dalla distanza: Strakosha respinge anche se non benissimo, lo stesso Young calcia di prima intenzione e fa centro di destro.

Nella ripresa, però, la Lazio si scatena. Immobile conquista - contatto con Stefan de Vrij, un altro ex - e trasforma un calcio di rigore quando sono passati appena cinque minuti: per il capocannoniere della Serie A è il gol numero 2X in campionato.

La rimonta la perfeziona Milinković-Savić, che trova l’angolino di sinistro dopo una respinta di Brozović sulla linea sul tentativo di Adam Marušić: Padelli non vede partire il pallone, l’Olimpico esplode.

Entra Christian Eriksen e l’ex centrocampista del Tottenham impegna subito Strakosha: dopo la parata Young pesca Lautaro Martínez che segna, ma il gol è annullato per fuorigioco dell’attaccante argentino. Il portiere dell’Inter è provvidenziale su Immobile, l’ultima occasione ce l’hanno i Nerazzurri ma Francesco Acerbi salva su Lukaku.

Per l’Inter di Conte è la seconda sconfitta consecutiva tra Coppa Italia e campionato, la squadra di Inzaghi ormai non può più nascondersi: è una serissima candidata allo Scudetto.