Pizzi prepara un'altra rimonta Valencia

Juan Antonio Pizzi ha avvisato i suoi giocatori che far male al Sevilla FC da una parte servirebbe a ben poco senza difendere bene dall'altra: il suo Valencia CF cerca infatti un'altra grande rimonta per arrivare in finale.

Ricardo Costa alla vigilia
Ricardo Costa alla vigilia ©AFP/Getty Images

Juan Antonio Pizzi ha avvisato i suoi giocatori che far male al Sevilla FC da una parte servirebbe a ben poco senza difendere bene dall'altra: il suo Valencia CF cerca infatti un'altra grande rimonta per arrivare in finale.

Il Valencia è arrivato in semifinale di UEFA Europa League dopo aver rimontato una sconfitta per 3-0 contro l'FC Basel 1893 con un 5-0 ai supplementari in casa. Il 2-0 da recuperare adesso sembra meno proibitivo ma Pizzi non la pensa così: "Questa è più complicata rispetto a quella con il Basilea. Il Siviglia è un'ottima squadra che ci conosce alla perfezione, una squadra abituata a giocare con la pressione del Mestalla”.

A rendere tutto ancora più difficile, Paco Alcácer, autore di una tripletta contro il Basilea, è squalificato. Pizzi crede però di poter ovviare alla sua assenza: "Dovremo essere pazienti, comandare le operazioni e giocare con maggiore intensità rispetto alla settimana scorsa. Ogni giocatore dovrà avere la meglio del suo avversario diretto. Se vinceremo i duelli individuali, vinceremo la partita. Dovremo utilizzare tutta l'energia che ci daranno i nostri tifosi, ma senza perdere la testa”.

Pizzi ha confermato che in porta ci sarà Diego Alves per poi tornare sulla gara di andata. "Fossimo stati più precisi sotto porta, a Siviglia avremmo potuto segnare dei gol. Però sono sicuro che possiamo ribaltare quella sconfitta. L'unica cosa che mi interessa è vincere con un margine di gol che ci permetta di andare a Torino il 14 maggio”.

Il tecnico del Siviglia Unai Emery conosce bene il Mestalla avendo allenato il Valencia tra il 2008 e il 2012. "Non posso nemmeno spiegare quanto siano stati belli quei quattro anni qui per me, ma metterò da parte i sentimenti - ha detto -. Non sto cercando di battere il Valencia; sto cercando di portare il Siviglia in finale. Con il Valencia [nel 2009/10] abbiamo giocato un'altra semifinale di Europa League, ma abbiamo perso contro l'Atlético . Adesso ho un'altra chance con il Siviglia.

"Siamo vicini a fare qualcosa di straordinario - ha detto il 42enne, che spera di avere a disposizione Carriço alle prese con un problema alla caviglia -. Sappiamo che sarà una partita difficile. Dovremo ripetere la prestazione dell'andata sapendo che il Valencia è un'ottima squadra. Ho fiducia nelle nostre capacità. Prima dell'andata avevo detto che le possibilità erano 50-50. Adesso siamo leggermente favoriti, ma dovremo essere cauti e rispettare il Valencia".