Il Twente resiste e beffa Spalletti

FC Zenit St Petersburg - FC Twente 2 -0 (and. 0-3)
Le reti di Roman Shirokov e Aleksandr Kerzhakov non bastano ai campioni di Russia per centrare la qualificazione ai quarti.

Il Twente resiste e beffa Spalletti
Il Twente resiste e beffa Spalletti ©Getty Images

In una serata dall'atmosfera segnata da un evento tragico, l'FC Zenit St Petersburg sfiora l'impresa contro l'FC Twente dopo le reti di Roman Shirokov e Aleksandr Kerzhakov.

Poco prima del calcio d'inizio lo spogliatoio dello Zenit è stato raggiunto dalla notizia del decesso, in un incidente stradale, della moglie del portiere Vyacheslav Malafeev. Nei primi minuti di gara la squadra sembra accusare il contraccolpo psicologico e per poco non subisce lo 0-1 ad opera di Nacer Chadli.

Lo Zenit reagisce e passa al 16'. Shirokov controlla l'assist di Danny e infila l'1-0 al secondo tentativo, raccogliendo la ribattuta del palo sul primo tiro. Nella porta degli ospiti, Nikolay Mihaylov salva due volte il risultato, prima in tuffo su tiro di Aleksandr Anyukov, poi alzando con la punta delle dita una conclusione di Kerzhakov.

Ma il 2-0 non tarda ad arrivare. In mezzo ai difensori ospiti, Danko Lazović riesce a concludere a rete: sulla respinta di Mihaylov si avventa Kerzhakov, che non sbaglia. A questo punto, il 3-0 per completare la rimonta sembra solo una questione di tempo.

Ma la ripresa non ricalca la trama del primo tempo. Il Twente rientra molto più determinato ed aggressivo. I campioni olandesi sfiorano il gol, prima con un tiro alto di Luuk de Jong, poi con un colpo di testa ravvicinato di Chadli deviato d'istinto da Yuri Zhevnov.

La squadra guidata da Luciano Spalletti rischia ancora nel finale. Il Twente riesce a mantenere la calma e a raggiungere un risultato che garantisce la qualificazione ai quarti.