Si torna a giocare: la UEFA si sta preparando per un ritorno alle sue competizioni d'elite nella massima sicurezza.

Maggiori informazioni >

Falcao porta in estasi l’Atletico Madrid

Club Atlético de Madrid - Athletic Club 3-0
I Colchoneros vincono il derby spagnolo con l’Atletico Bilbao e conquistano la UEFA Europa League per la seconda volta negli ultimi tre anni: il bomber colombiano firma una doppietta, Diego chiude il conto.

Falcao ha firmato una doppietta nel successo dell'Atlético
Falcao ha firmato una doppietta nel successo dell'Atlético ©AFP/Getty Images

Per la seconda volta negli ultimi tre anni, il Club Atlético de Madrid alza al cielo la UEFA Europa League. Nella finale di Bucarest, i Colchoneros si aggiudicano 3-0 il derby spagnolo contro l’Athletic Club: alla National Arena, il match-winner è l’attaccante colombiano Falcao, che firma una doppietta, mentre Diego chiude il conto nel finale.

Nella sfida tra tecnici argentini, Diego Simeone prevale dunque nettamente sul “maestro” Marcelo Bielsa, che lo aveva allenato nell’Albiceleste, grazie a una prestazione cinica e tatticamente perfetta dei suoi giocatori. L’Atletico Madrid può così festeggiare un altro trofeo europeo: in Romania arriva il dodicesimo risultato utile consecutivo in UEFA Europa League e la definitiva consacrazione per Falcao, inarrestabile e al secondo trionfo di fila dopo quello della scorsa stagione con il FC Porto, maturato proprio grazie a un suo gol.

Simeone opta per il 4-4-2 con la conferma dell'arretramento di Juanfran come terzino destro. Diego e Arda Turan giostrano sugli esterni, davanti confermato il tandem composto da Falcao e Adrián López. Bielsa sceglie Javi Martínez come centrale difensivo al fianco di Fernando Amorebieta: nel 4-3-3 del "Loco" sono Markel Susaeta e Iker Muniain gli esterni offensivi, in appoggio a Fernando Llorente.

L’Atletico parte in pressing e mette subito in difficoltà i baschi. Il turco Arda Turan ha un ottimo spunto sulla sinistra, sul suo cross Adrián López impatta bene di testa ma non inquadra lo specchio della porta avversaria. Al 7’, però, i Colchoneros sono già in vantaggio. Diego lancia sulla corsa Falcao, l’attaccante colombiano è defilato sulla destra e si accentra: Amorebieta scivola sulla finta a rientrare del capocannoniere della UEFA Europa League, che con un meraviglioso sinistro a giro realizza l’1-0.

I baschi di Bielsa accusano il colpo, ma provano a reagire. Llorente ha due chance. Al 10’ l’attaccante, sugli sviluppi di una punizione di Susaeta, mette a lato di testa anche per la pressione di Diego Godín; nove minuti dopo anticipa João Miranda sul cross di Andoni Iraloa ma calcia male e mette a lato. Al 24’ c’è lavoro per Thibaut Courtois, che si distende e devia in tuffo il tiro dal limite di Muniain.

Al 34’, però, l’Atletico Madrid colpisce di nuovo, sempre con il suo bomber. Amorebieta perde colpevolmente e ingenuamente il pallone al limite dell'area, Arda Turan se ne va sulla sinistra e crossa basso in area: Falcao arpiona il pallone, finta il tiro con il destro mettendo a sedere Jon Aurtenetxe e di sinistro mette dentro. Inarrestabile il numero 9 dei Colchoneros, al 29esimo gol in altrettante partite di UEFA Europa League disputate.

Nella ripresa Bielsa cambia. Íñigo Pérez prende il posto di Ander Iturraspe a centrocampo, mentre Ibai Gómez rileva Aurtenetxe. La partenza dell’Atletico Bilbao è promettente, ma Miranda riesce a mettere in corner sull’affondo di Muniain. Diego trova l’esterno della rete da posizione defilata, poi Courtois recupera la posizione e devia in corner una punizione maligna di Íñigo Pérez.

I baschi spingono sull’acceleratore, alla ricerca del gol che riaprirebbe la finale. Al 70’ ancora Miranda riesce ad anticipare Gaizka Toquero al centro dell'area, sulla respinta del difensore brasiliano Ibai Gómez tenta il destro al volo, ma manda di poco alto. Stesso destino poco dopo per la conclusione di Óscar de Marcos da posizione favorevole, poi ci prova Susaeta ma l’onnipresente Mario Suárez devia e il pallone termina fuori di pochissimo.

L’Atletico Madrid non sta però a guardare. Falcao, sempre lui, colpisce un palo, poi all’85’ arriva il gol – bellissimo – di Diego per il definitivo 3-0: la serpentina del brasiliano ex Juventus non dà scampo alla difesa avversaria, come il suo diagonale di sinistro. C’è tempo per un’altra traversa di Ibai Gómez, ma questa è la serata dei Colchoneros, che scatenano la loro gioia al fischio finale: per l’Atletico Bilbao, protagonista di una grande UEFA Europa League, è invece il momento della disperazione.

In alto