UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Salisburgo - Lazio: storia della partita

Dopo avere interrotto a Roma la striscia di 19 partite europee senza sconfitte del Salisburgo, la Lazio proverà a difendere un cospicuo vantaggio per volare in semifinale.

Il Salisburgo deve segnare almeno due gol per sperare nella qualificazione
Il Salisburgo deve segnare almeno due gol per sperare nella qualificazione ©AFP/Getty Images

La Lazio ha interrotto l'imbattibilità europea del Salisburgo che durava da 19 partite, vincendo 4-2 a Roma, e adesso proverà a capitalizzare il vantaggio dell'andata in quello che sarà il primo quarto di finale di UEFA Europa League che si giocherà in Austria.

• Il Salisburgo, 57 gare in UEFA Europa League (qualificazioni escluse), partecipa per la prima volta ai quarti. Nella fase a gironi ha conquistato il primo posto per la quarta volta (un record), eliminando successivamente Real Sociedad e Borussia Dortmund.

• La Lazio, che disputa il suo 56esimo incontro in UEFA Europa League (qualificazioni escluse), ha vinto il Gruppo K, quindi ha eliminato la Steaua Bucarest ai sedicesimi e la Dynamo Kyiv (4-2 tot.) agli ottavi.

Highlights: Lazio 4-2 Salisburgo
Highlights: Lazio 4-2 Salisburgo

Precedenti
• La gara d'andata dello Stadio Olimpico sembrava essere molto equilibrata col Salisburgo che per due volte ha rimontato il vantaggio della Lazio. Nel primo tempo, infatti, è stato Valon Berisha a pareggiare su rigore il vantaggio di Senad Lulic, poi al 49' i Biancocelesti sono tornati in vantaggio con Marco Parolo prima del gol del subentrante Takumi Minamino. Tuttavia in tre minuti la Lazio ha trovato due gol con Felipe Anderson e Ciro Immobile che hanno regalato il 4-2 definitivo ai padroni di casa.

• Le squadre si sono affrontate due volte nella fase a gironi di UEFA Europa League 2009/10 e il Salisburgo ha sempre vinto 2-1. La formazione austriaca schierava gli attuali giocatori Andreas Ulmer e Christoph Leitgeb, mentre la Lazio aveva in campo Ştefan Radu. La gara a Roma è stata decisa da un gol di Marc Janko nei minuti di recupero; quella in Austria ha decretato il passaggio del turno dei padroni di casa a spese dei biancocelesti con 18 punti su 18.

• Senza contare le due vittorie contro la Lazio, il Salisburgo ha vinto solo una partita su 11 contro squadre di Serie A, imponendosi in casa dell'Udinese al primo turno di Coppa UEFA 2003/04. In casa ha un bilancio di V1 P1 S4. L'unica finale europea disputata, quella di Coppa UEFA 1993/94, si è conclusa con una sconfitta contro un'italiana, l'Inter (vincitrice con un doppio 1-0).

• Lo 0-4 del Salisburgo in casa contro il Parma nell'andata del secondo turno di Coppa UEFA 2003/04, è la sconfitta europea interna più pesante del club (in condivisione). Il 5-0 del ritorno rimane invece la sconfitta più pesante (in condivisione), in casa o in trasferta, in competizioni UEFA.

• Il bilancio della Lazio in sette partite contro squadre austriache è V4 S3 (V2 S2 in trasferta), con la vittoria dell'andata sul Salisburgo che ha interrotto la striscia di tre sconfitte nelle ultime tre gare. Tuttavia, i biancocelesti hanno avuto la meglio nelle due sfide a eliminazione diretta, vincendo contro il Rapid Vienna al terzo turno di Coppa UEFA 1997/98 (3-0 tot.) e lo Sturm Graz allo stesso turno della competizione cinque anni dopo (3-2 tot.).

Ciro Immobile dopo la rete dell'andata
Ciro Immobile dopo la rete dell'andata©Getty Images

Stato di forma
• Il Salisburgo non perdeva in Europa da 19 partite (V11 P8) prima del 4-2 inflittogli nell'andata dalla Lazio. Gli austriaci rimangono tuttavia ancora imbattuti in nove partite UEFA giocate in casa (V6 P3) con 16 gol segnati e appena due subiti.

• Dopo aver superato la fase a gironi di UEFA Europa League senza sconfitte per la quarta volta (un record), il Salisburgo partecipa per la prima volta ai quarti della competizione. L'unica altra partecipazione a questo turno risale alla Coppa UEFA 1993/94, con una sconfitta ai rigori contro l'Eintracht Frankfurt dopo le rispettive vittorie casalinghe per 1-0.

• Il Salisburgo ha subito solo un gol nella fase a gironi, eguagliando il record stabilito dallo Standard Liège in UEFA Europa League 2011/12. Tuttavia, i sette gol segnati rappresentano il totale più basso di quest'anno fra le 12 vincitrici dei gironi.

• Vincitore di campionato e coppa nazionale nelle ultime quattro stagioni, nonché secondo classificato in Coppa UEFA 1994, il Salisburgo non ha superato la fase a gironi della scorsa UEFA Europa League dopo esserci riuscito sempre nelle tre edizioni precedenti.

• La Lazio, che dopo la mancata qualificazione nel 2009/10 ha raggiunto la fase a eliminazione diretta di UEFA Europa League nelle ultime cinque partecipazioni, ha perso due delle ultime tre trasferte europee: contro lo  Zulte Waregem (2-3) e FCSB (0-1). In precedenza però aveva eguagliato un record di UEFA Europa League (dalla fase a gironi alla finale) restando imbattuto per 11 trasferte consecutive (V4 P7). La trasferta più recente nella competizione è stata una vittori per 2-0 in casa della Dynamo Kyiv.

• I Biancocelesti partecipano per la seconda volta ai quarti di UEFA Europa League. Nel 2012/13 sono usciti contro il Fenerbahçe (0-2 fuori casa, 1-1 in casa).

• La Lazio ha collezionato tre vittorie e tre sconfitte nei sei quarti di finale disputati. Nei tre passaggi del turno, i Biancocelesti sono sempre riusciti a evitare la sconfitta in trasferta (V2 P1) mentre nelle tre eliminazioni hanno sempre perso fuori casa.

• Seconda classificata in Coppa UEFA nel 1998 e vincitrice della Coppa delle Coppe UEFA e della Supercoppa UEFA l'anno successivo, la Lazio è tornata in UEFA Europa League dopo una stagione di assenza grazie al quinto posto in Serie A.

• Il Salisburgo ha vinto cinque e perso nove dei 14 doppi confronti UEFA nei quali ha perso l'andata in trasferta. Gli austriaci non avevano mai perso 4-2 l'andata in trasferta, ma nelle quattro occasioni in cui il margine è stato di due gol, sono riusciti a qualificarsi una sola: nel terzo turno della Coppa UEFA 1993/94 quando ha vinto 3-0 in casa contro lo Sporting CP - e poi è arrivato sino alla finale dove però è stato sconfitto.

• La Lazio ha vinto l'andata in casa in doppi confronti di competizioni UEFA in 16 occasioni, qualificandosi 11 volte. I Biancocelesti erano in una striscia di otto successi consecutivi fino all'eliminazione per mano del Bayer Leverkusen negli spareggi di UEFA Champions League 2015/16 (1-0 casa, 0-3 trasferta).

• I Biancocelesti non avevano mai vinto un'andata a Roma per 4-2 ma, quando hanno vinto in casa con due gol di margine, sono riusciti a qualificarsi due volte su tre - la più recente contro il Benfica (3-1 casa, 1-0 trasferta) nel terzo turno di qualificazione di UEFA Champions League 2003/04.

Lacazette, Pirlo, Raúl: cinque indimenticabili gol dei quarti
Lacazette, Pirlo, Raúl: cinque indimenticabili gol dei quarti

Curiosità e incroci
• Il Salisburgo è l'unica vincitrice del campionato ancora in gara. Insieme al Lipsia, è una delle due partecipanti ai quarti che non hanno mai vinto una competizione europea. Tuttavia, la squadra si è aggiudicata la scorsa UEFA Youth League battendo il Benfica in finale; in panchina c'era Marco Rose, attuale allenatore della prima squadra.

• Il Salisburgo gioca la sua 18esima partita europea del 2017/18, superando ogni altra squadra dei quarti di UEFA Europa League. Il difensore Ulmer ha disputato per intero tutte le gare della stagione, iniziata al secondo turno di qualificazione di UEFA Champions League, mentre l'attaccante Munas Dabbur ha giocato dall'inizio tutte e 17 le partite.

• Con la qualificazione del Salisburgo, l'Austria è la 14esima nazione rappresentata ai quarti di UEFA Europa League.

• Il Salisburgo è diventato il primo club a vincere il girone di UEFA Europa League in quattro occasioni. Undici squadre ci sono riuscite tre volte.

• Il Salisburgo disputa la sua 58esima partita in UEFA Europa League (dalla fase a gironi alla finale): solo Villarreal (62) e Athletic Club (61) ne hanno giocate di più. Il suo totale di 29 vittorie è superato solo dal Villarreal (33), ma la Lazio ha segnato di più (91 gol contro 90) e può diventare la terza squadra a raggiungere le 100 marcature nel torneo (qualificazioni escluse) dopo Villarreal e Athletic.

• La Lazio (nel 1998) e il Salisburgo (1994) sono state sconfitte in finale di Coppa UEFA dall'Inter.

• Con la maglia della Germania, Reinhold Yabo del Salisburgo ha vinto la finale del Campionato Europeo Under 17 UEFA 2009 battendo l'Olanda di Stefan de Vrij per 2-1 ai supplementari.

• Agli spareggi di UEFA Champions League 2015/16, André Ramalho è entrato nel finale per il Bayer Leverkusen nella gara vinta 3-0 in casa contro la Lazio.

• Ciro Immobile ha segnato una tripletta nella gara di ritorno dei sedicesimi contro la Steaua, prima presenza da titolare in questa edizione del torneo. L'attaccante aveva segnato due gol nella fase a gironi contro Vitesse e Zulte Waregem entrando dalla panchina. Da allora ne ha segnati altri due, diventando il secondo miglior marcatore nella competizione con sette reti (una in meno di Aritz Aduriz dell'Athletic) e il migliore tra le otto squadre ancora in gara.

• Il 2-2 a Roma contro la Dynamo è stato il 18esimo pareggio della Lazio in UEFA Europa League dalla fase a gironi alla finale, un record nel torneo. 

• Hwang Hee-Chan del Salisburgo rientra da una giornata di squalifica, ma il compagno Diadié Samassékou è squalificato. 

• Diffidati: Munas Dabbur, Xaver Schlager, Stefan Lainer, Duje Ćaleta-Car (Salzburg); Ciro Immobile, Jordan Lukaku, Sergej Milinković-Savić, Luis Felipe, Dušan Basta, Senad Lulić, Marco Parolo (Lazio). 

Felipe Anderson segna il terzo gol della Lazio contro il Salisburgo
Felipe Anderson segna il terzo gol della Lazio contro il Salisburgo©AFP/Getty Images

Rigori
• Il bilancio del Salisburgo ai calci di rigore nelle competizioni UEFA è V1 S1:
5-4 contro Eintracht Frankfurt, quarti di Coppa UEFA 1993/94
2-3 contro Dinamo Minsk, spareggi di UEFA Europa League 2015/16

• La Lazio non è mai arrivata ai rigori.

Allenatori
• Ex allenatore della primavera del Salisburgo, Marco Rose ha preso il posto di Óscar García a giugno dopo aver vinto la UEFA Youth League 2016/17. Ex difensore di Lipsia, Hannover e Magonza, fa parte dello staff tecnico del Salisburgo dal 2013.

• Allenatore della Lazio da aprile 2016, quando ha sostituito Stefano Pioli, Simone Inzaghi è stato attaccante dei biancocelesti dal 1999 al 2010, vincendo campionato e Coppa Italia nella stagione d'esordio. Fratello dell'ex nazionale  Filippo, con cui ha giocato nel Piacenza, ha iniziato ad allenare le giovanili della Lazio subito dopo il ritiro dal calcio giocato.