UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Pazzo Milan, Cutrone stende il Rijeka

Il Milan si fa rimontare due gol dai croati nel finale di gara ma al 94' conquista la seconda vittoria su due partite nel Gruppo D grazie al guizzo vincente di Patrick Cutrone.

Highlights: Milan 3-2 Rijeka
Highlights: Milan 3-2 Rijeka

Il Milan si impone sul Rijeka dopo un'emozionante sfida e conquista altri tre punti nel Gruppo D: Andrè Silva - quattro gol in due partite nella fase a gironi - apre le marcature nel primo tempo, raddoppia i conti Mateo Musacchio a inizio ripresa. Gli ospiti riacciuffano nel finale il risultato ma al 94' Patrick Cutrone regala il 3-2 ai Rossoneri.

Il tecnico Vincenzo Montella punta ancora una volta sul 3-5-2, con Leonardo Bonucci a comandare la difesa. In cabina di regia c'è Manuel Locatelli al posto di Lucas Biglia, mentre sulla fascia sinistra spazio al dinamismo di Fabio Borini. Il tandem d'attacco è composto dai due giovani bomber, Cutrone e Silva.

Il Rijeka prova subito a spaventare i Rossoneri: dopo appena 3' il brasiliano Héber - capocannoniere del club con 7 reti stagionali - si affaccia pericolosamente dalle parti di Gianluigi Donnarumma, ma il suo diagonale è troppo angolato e sfila a lato. 

I croati sono grintosi ma il Milan è più cinico e ha più qualità. E alla prima occasione non perdona: al 14' Borini recupera palla a centrocampo e lancia in profondità lo spietato Silva. Il portoghese irrompe in area di rigore, salta secco nell'uno contro uno Dario Župarić e insacca con precisione e potenza sul secondo palo.

La squadra di Montella rischia poco, gestisce senza affanno il pallone e cerca il raddoppio, provando a sfruttare i tagli e la rapidità del suo numero 9. Ma per il 2-0 c'è da aspettare la ripresa: al 53' sugli sviluppi del calcio d'angolo di Giacomo Bonaventura, Musacchio è bravo a farsi trovare al posto giusto e siglare il suo primo gol in maglia rossonera.

La sfida cambia di colpo all'83' quando Maxwell Acosty approfitta di un clamoroso errore della difesa rossonera e riapre il match portando la sua squadra sul 2-1. Sono frenetici gli ultimi minuti. Il Rijeka spinge con veemenza alla ricerca del pari e lo trova al 90': Alessio Romagnoli prova a difendere la sfera sulla linea di fondo ma perde Matic Črnic e lo atterra in area. L'arbitro indica il dischetto e Josip Elez non sbaglia, trovando il gol pareggio. 

Ma la partita e le emozioni non sono finite: al 94' ci pensa Cutrone a scacciare i fantasmi e a chiudere la sfida sul 3-2 finale. Montella può tirare un sospiro di sollievo...