Si torna a giocare: la UEFA si sta preparando per un ritorno alle sue competizioni d'elite nella massima sicurezza.

Maggiori informazioni >

La Roma passa a Marassi e torna seconda

I Giallorossi vincono 1-0 sul campo del Genoa e si riportano davanti al Napoli, per ora a un punto dalla Juventus in attesa del posticipo dei Bianconeri: decide un'autorete di Izzo. Džeko colpisce un palo, Szczęsny in giornata super.

I giocatori della Roma festeggiano: la vittoria sul Genoa li riporta solitari al secondo posto in classifica
I giocatori della Roma festeggiano: la vittoria sul Genoa li riporta solitari al secondo posto in classifica ©AFP/Getty Images

Genoa-Roma 0-1 (aut. Izzo 36')
La Roma conquista la seconda vittoria consecutiva, la quinta nelle ultime sei partite, e torna solitaria al secondo posto della classifica. A Marassi, il 2017 dei Giallorossi inizia con un 1-0 a un coriaceo Genoa frutto dell’autorete nel primo tempo di Armando Izzo sul tiro di Bruno Peres: la squadra di Luciano Spalletti si porta a un solo punto dalla Juventus capolista, ma con due partite in più rispetto ai campioni d’Italia.

I padroni di casa si rendono subito pericolosi in avvio con un destro a giro di Diego Laxalt, ma Wojciech Szczęsny fa buona guardia sul tentativo dell’uruguaiano; dall’altra parte Mattia Perin è decisivo sulla conclusione quasi a colpo sicuro di Edin Džeko. Nella parata il numero 1 dei Grifoni si fa male al ginocchio ed è costretto a lasciare il posto a Eugenio Lamanna.

La Roma insiste. Džeko, dopo un super movimento, pesca alla grande Radja Nainggolan che però “spara” alto da posizione favorevolissima. Ha un’ottima occasione anche Diego Perotti, uno degli ex della partita, che però anziché calciare sullo splendido assist di Džeko cerca un improbabile assist che si perde nel nulla. Al 36’ i Giallorossi passano.

Sul tiro sporco di Bruno Peres, c’è una doppia deviazione dei giocatori del Genoa con il tocco di Izzo che inganna imparabilmente Lamanna. La formazione di Ivan Jurić potrebbe subito pareggiare, ma Szczęsny - con l’aiuto del palo - è provvidenziale sull’insidiosissima punizione del serbo Nikola Ninković.

Nella ripresa i Giallorossi pareggiano il conto dei legni con Džeko, che anticipa secco l’ex Nicolás Burdisso sul cross di Nainggolan ma non riesce a battere Lamanna complice una grande sconfitta. Lucas Ocampos non arriva di un soffio alla correzione sulla spizzata di Giovanni Simeone, poi Jurić getta nella mischia Mauricio Pinilla, che prende il posto di Darko Lazović.

I Grifoni ci provano con generosità, Spalletti perde Bruno Peres vittima probabilmente di crampi. L’ultimo brivido arriva in pieno recupero, ma Szczęsny toglie la palla dall’incrocio dei pali sul tentativo di Ocampos. La Roma torna a vincere lontano dall’Olimpico - non accadeva dal 26 ottobre contro il Sassuolo - e passa su un campo dove erano cadute Milan e Juventus. 

Pescara-Fiorentina gara rinviata per neve

In alto