Lazio pronta per una gara "fondamentale"

Forti dell'1-1 di Istanbul, i Biancocelesti ospitano il Galatasaray nel ritorno dei sedicesimi. "Una partita fondamentale", dice Pioli alla vigilia, "Vogliamo passare il turno". Lulić suona la carica: "Dobbiamo essere uniti e giocare da squadra".

Stefano Pioli (Lazio), allenatore dei Biancocelesti che sfidano il Galatasaray nel ritorno dei sedicesimi
Stefano Pioli (Lazio), allenatore dei Biancocelesti che sfidano il Galatasaray nel ritorno dei sedicesimi ©Getty Images

Se non è il crocevia della stagione, gli somiglia moltissimo. Una Lazio attardata in campionato ma forte dell’1-1 di Istanbul affronta il Galatasaray nel ritorno dei sedicesimi di UEFA Europa League: una “partita fondamentale”, confessa Stefano Pioli, che come i suoi giocatori vuole fortissimamente “passare il turno”.

Il portiere dei turchi Fernando Muslera, il grande ex, è convinto che alla sua squadra servirà “un’impresa” contro i Biancocelesti per raggiungere la qualificazione. Il pareggio dell’Ali Sami Yen, frutto dei gol di Sabri Sarıoğlu e Sergej Milinković-Savić, regala effettivamente “un punto di vantaggio” alla squadra di Pioli, ammette il tecnico. Ma, chiarisce, “ci giochiamo tutto giovedì sera. Abbiamo capito i loro punti di forza e quelli deboli, abbiamo le qualità per superare il turno".

La differenza di rendimento tra Serie A e UEFA Europa League, in questo momento, non è in cima alla lista delle preoccupazioni. “Stiamo facendo benissimo in Europa ed è una partita importante”, sottolinea l’ex allenatore di Parma e Bologna, “Quando torneremo a giocare in campionato torneremo anche a fare delle valutazioni. Adesso il nostro pensiero è rivolto solo a passare il turno".

Gli highlights delll'andata (fai login per vederli)
Gli highlights delll'andata (fai login per vederli)

Il positivo 1-1 di Istanbul non deve condizionare la Lazio. “Se si entra in campo per vincere la partita, si hanno maggiori possibilità di ottenere un risultato positivo”, ricorda Pioli, “Terremo conto di quanto fatto in Turchia a livello tecnico e come atteggiamento. Il Galatasaray ha una sua identità. Favorisce l’inserimento dei centrocampisti e può metterti in difficoltà. Ci aspettiamo gli stessi atteggiamenti dell'andata".

Capitolo formazione. Ștefan Radu e Milan Biševac faranno un provino e dovrebbero essere a disposizione, gli undici potrebbero essere gli stessi dell’Ali Sami Yen, come ha confessato il tecnico Biancoceleste: “Può essere un’opzione, farò le mie valutazioni". Quanto al Galatasaray, Mustafa Denizli dovrebbe riproporre tutti i titolari lasciati a riposo domenica nella sfida di campionato contro il Trabzonspor.

“Hanno i nostri stessi obiettivi e puntano a qualificarsi, l’allenatore avrà fatto le scelte per mettere la formazione migliore”, riflette Pioli, “Noi però vogliamo segnare parecchi gol, come abbiamo fatto nelle ultime sfide casalinghe contro Chievo e Verona”.

Anche Senad Lulić punta forte sulla UEFA Europa League. “Sarà una partita molto difficile, ma l'avversario lo conosciamo meglio e abbiamo un piccolo vantaggio”, l’analisi del bosniaco, “Vogliamo scendere in campo uniti per portare a casa il risultato; e faremo vedere che siamo in grado anche di gestire i risultati”.

La UEFA Europa League è il principale obiettivo della Lazio. “Conta tantissimo, abbiamo fatto un grande campionato per arrivare in Europa”, ricorda, “Ora non dobbiamo buttare tutto via e cercheremo di arrivare fino alla fine. Non dico che mi aspetto uno stadio pieno ma almeno un po' di tifosi che possano darci una mano".

Lulic in azione
Lulic in azione©Getty Images

Sicuramente ci saranno almeno 2mila turchi, che hanno “polverizzato” i tagliandi loro riservati, ma anche i Biancocelesti dovrebbero avere la spinta dello “zoccolo duro”. E poi, rivendica Lulić, “abbiamo esperienza anche noi, non solo loro. Dobbiamo essere uniti e giocare da squadra, così non possiamo avere paura di nessuno".

L'esultanza della Lazio all'andata
L'esultanza della Lazio all'andata©AFP/Getty Images