Si torna a giocare: la UEFA si sta preparando per un ritorno alle sue competizioni d'elite nella massima sicurezza.

Maggiori informazioni >

Keita riprende la Fiorentina

ACF Fiorentina-AS Roma 1-1
Il primo round del derby italiano finisce in parità: al gol di Iličić nel primo tempo risponde il maliano a 13 minuti dalla fine, dopo il rigore fallito da Ljajić.

Seydou Keita dell'AS Roma segna di testa il gol del pareggio contro l'ACF Fiorentina nel derby italiano di UEFA Europa League
Seydou Keita dell'AS Roma segna di testa il gol del pareggio contro l'ACF Fiorentina nel derby italiano di UEFA Europa League ©Getty Images

• Fiorentina e Roma pareggiano nella sfida di andata del derby italiano, con lo stesso risultato ottenuto a Firenze in campionato
• Lo sloveno Josip Iličić segna il primo gol stagionale al Franchi e porta in vantaggio i Viola al 17'
• Adem Ljajić, un ex, si fa parare da Neto un rigore nel secondo tempo
• Seydou Keita si sblocca nelle competizioni UEFA con i Giallorossi e realizza di testa il pareggio al 77'
• La partita di ritorno è prevista giovedì prossimo a Roma, con il sorteggio dei quarti di finale in programma il giorno successivo

L’AS Roma conferma la sua recente predisposizione ai pareggi, ma l’1-1 conquistato in casa dell’ACF Fiorentina in UEFA Europa League è un risultato che regala il sorriso alla squadra di Rudi Garcia. Al Franchi, nell’andata degli ottavi, è un colpo di testa di Seydou Keita a tredici minuti dalla fine a vanificare il vantaggio Viola firmato da Josip Iličić.

Il primo round del derby italiano si conclude dunque senza vincitori né vinti. La Roma, costretta a inseguire dopo 17 minuti, evita il ko grazie al primo gol in Giallorosso del centrocampista maliano nelle competizioni UEFA, malgrado il rigore fallito dall’ex Adem Ljajić nella ripresa. La Fiorentina di Vincenzo Montella, che all’Olimpico quest’anno ha già vinto, nei quarti di Coppa Italia, potrà giocarsi comunque le sue chance nel retour-match di giovedì prossimo.

L’approccio dei Viola alla gara è decisamente migliore. Mapou Yanga-Mbiwa e Vasilis Torosidis sono provvidenziali nelle deviazioni sulle conclusioni di Mohamed Salah e Borja Valero, ma al 17’ la squadra di Montella passa.

Daniele De Rossi commette una grave leggerezza in fase di appoggio e regala il pallone a Salah, l’egiziano lancia la ripartenza e innesca Iličić, che di destro fulmina Łukasz Skorupski, che Garcia schiera nuovamente in coppa al posto di Morgan De Sanctis. La reazione degli ospiti è sterile, affidata a un destro da posizione defilata di Juan Manuel Iturbe, respinto con i piedi da Neto.

Per i Giallorossi poi piove sul bagnato, perché due infortuni mettono fuori causa prima lo stesso De Rossi e poi Kostas Manolas: entrano Miralem Pjanić e Davide Astori. La Roma conclude comunque il primo tempo in crescendo. Radja Nainggolan mette fuori con un destro da fuori area, mentre l’ex Ljajić si divora il pareggio “sparando” alto il tap-in dopo l’ottimo salvataggio di Neto su Alessandro Florenzi.

Prima dell’intervallo la Fiorentina a sua volta perde per infortunio l’ex David Pizarro, rimpiazzato da Matías Fernández. Nella ripresa, dopo un quarto d’ora, la squadra di Garcia ha una grandissima chance per pareggiare. Iturbe si invola verso la porta avversaria e Neto lo affronta in uscita: per l’arbitro il contatto è da rigore, ma dal dischetto un altro ex, Ljajić, si fa ipnotizzare dal numero 1 avversario, che para tra il tripudio dei tifosi Viola.

La Roma sembra accusare il colpo, le conclusioni di Iličić e Borja Valero non inquadrano lo specchio ma sono un piccolo campanello d’allarme. Ci prova anche Marcos Alonso, che dopo una bella serpentina calcia a lato di sinistro; a un quarto d’ora dalla fine Garcia decide di giocarsi la carta Gervinho, che rimpiazza Ljajić. E gli sforzi dei Giallorossi sono ripagati quasi subito.

Sul corner di Florenzi, Keita svetta indisturbato e di testa realizza l’1-1, come contro la Juventus in campionato. Montella getta nella mischia Khouma Babacar, che rimpiazza Iličić, ma è Iturbe in transizione ad avere la chance della vittoria: il suo sinistro, comunque, termina alto. Finisce in parità, la qualificazione si deciderà giovedì prossimo all’Olimpico.

In alto