Fiorentina da urlo, Spurs ko

ACF Fiorentina-Tottenham Hotspur FC 2-0 (and. 1-1)
I Viola stendono gli inglesi e conquistano gli ottavi per il secondo anno di fila: decidono i gol nella ripresa di Gomez e Salah, lo Stadio Franchi in festa.

Mario Gomez dell'ACF Fiorentina festeggia dopo il gol del vantaggio contro il Tottenham Hotspur FC nel ritorno dei sedicesimi di UEFA Europa League
Mario Gomez dell'ACF Fiorentina festeggia dopo il gol del vantaggio contro il Tottenham Hotspur FC nel ritorno dei sedicesimi di UEFA Europa League ©AFP/Getty Images

• La Fiorentina batte 2-0 il Tottenham e vola per il secondo anno consecutivo agli ottavi
• Mario Gomez porta avanti i Viola a inizio ripresa realizzando il primo gol stagionale nella competizione
• Mohamed Salah raddoppia approfittando di una distrazione di Jan Vertonghen: per l'egiziano è il terzo centro nelle ultime quattro partite
• Quello ottenuto dalla squadra di Montella al Franchi è l'undicesimo risultato utile consecutivo, considerando tutte le competizioni
• Il sorteggio degli ottavi è in programma venerdì, a partire dalla 13.00CET e in diretta streaming su UEFA.com

Per il secondo anno consecutivo, l’ACF Fiorentina vola agli ottavi di UEFA Europa League. Dopo il pareggio di Londra, i Viola completano l’opera contro il Tottenham Hotspur FC, battuto 2-0 in uno Stadio Artemio Franchi in festa: i gol nella ripresa di Mario Gomez e Mohamed Salah regalano una meritata qualificazione agli uomini di Vincenzo Montella.

Una partita su alti livelli quella giocata dalla Fiorentina, che ha saputo soffrire quando il Tottenham ha attaccato e ha colpito gli inglesi quando se ne è presentata l’occasione. Quello ottenuto al Franchi è l’undicesimo risultato utile di fila, in tutte le competizioni, per i Viola, che ora possono guardare con ottimismo al sorteggio di venerdì.

Come previsto, tra i pali nella Fiorentina - vista l’indisponibilità di Ciprian Tătărușanu - c’è Neto, all’esordio stagionale nella competizione, mentre in attacco Montella si affida al terzetto composto da Joaquín, Gomez e Salah. Dalla parte opposta Mauricio Pochettino, manager argentino degli Spurs, preferisce come all’andata Roberto Soldado ad Harry Kane, mentre alle spalle dell’attaccante spagnolo giostrano Érik Lamela, Christian Eriksen e Nacer Chadli.

La prima conclusione è dei Viola, ma il destro di Milan Badelj termina a lato, anche se non di molto. Gli inglesi rispondono con un sinistro da fuori area di Lamela, ex giocatore dell’AS Roma, che però è centrale e non impensierisce Neto.    

La partita va a strappi, il Tottenham prende a mano a mano il sopravvento ma i padroni di casa non soffrono più del dovuto. Al 17’ ha una buona occasione Gomez, servito da Joaquín, ma il bomber tedesco esita troppo e perde l’attimo. Montella perde per infortunio Matías Fernández, sostituito da Alberto Aquilani, e poco prima della mezzora arriva l’occasione più nitida per gli Spurs.

Lamela trova una spettacolare verticalizzazione per Soldado, lo spagnolo si invola tutto solo verso la porta di Neto ma anziché tirare cerca l’appoggio per Chadli, sbagliandolo clamorosamente. La reazione dei Viola è in un destro di Salah che finisce però alto, mentre Badelj ha un’ottima opportunità in apertura di ripresa ma calcia addosso a Hugo Lloris dopo l’errato disimpegno della difesa del Tottenham.

Il centrocampista croato si fa però perdonare poco dopo, quando raccoglie l’involontario assist di Federico Fazio: la palla nello spazio per Gomez è splendida, il tedesco si invola verso il portiere avversario e lo batte con un perfetto tocco di sinistro. Otto minuti dopo la Fiorentina ha subito l’occasione per il raddoppio, ma Lloris “ipnotizza” Salah, smarcato da Joaquín.

Pochettino prova a correre ai ripari e inserisce Kane e Andros Townsend al posto di Nabil Bentaleb e Chadli; i Viola, in precedenza, avevano perso per infortunio anche l’argentino José Maria Basanta, rimpiazzato dal connazionale Gonzalo Rodríguez. Al 71’ sono ancora i ragazzi di Montella a colpire: Salah chiede l’uno-due a Gomez, sul pallone di ritorno Jan Vertonghen sembra in vantaggio ma commette una clamorosa ingenuità, che l’egiziano non  gli perdona realizzando il 2-0.

Per l’ex attaccante del Chelsea FC, arrivato nel mercato di riparazione, è il terzo gol nelle ultime quattro partite. La reazione del Tottenham è in un gol di Kane annullato per fuorigioco di Ben Davies e in un bolide di Eriksen respinto in tuffo da Neto. La Fiorentina vince 2-0 e si gode un’altra grande notte, l’avventura in UEFA Europa League continua.

In alto