Si torna a giocare: la UEFA si sta preparando per un ritorno alle sue competizioni d'elite nella massima sicurezza.

Maggiori informazioni >

Il Wolfsburg vola con Dost

VfL Wolfsburg - Sporting Clube de Portugal 2-0
La doppietta di Bas Dost regala un doppio vantaggio alla squadra tedesca in vista della gara di ritorno.

Bas Dost dopo il primo gol
Bas Dost dopo il primo gol ©Getty Images

La doppietta di Bas Dost regala un doppio vantaggio al Wolfsburg in vista della gara di ritorno
• L'olandese mette a segno il decimo gol nelle ultime sei gare fra tutte le competizioni
• Lo Sporting perde la decima partita su 11 in Germania
• La squadra di Dieter Hecking può dunque inseguire gli ottavi, che non disputa dal 2009/10
La gara di ritorno è in programma giovedì prossimo in Portogallo, mentre il giorno dopo si terrà il sorteggio degli ottavi

Bas Dost continua a segnare e regala al VfL Wolfsburg un utile vantaggio in attesa del ritorno dei sedicesimi contro lo Sporting Clube de Portugal.

Dati i risultati poco invidiabili in Germania, non è una sorpresa che la squadra portoghese subisca la pressione per gran parte del primo tempo. In avvio di gara, André Schürrle si avventa su un passaggio di Kevin De Bruyne ma viene neutralizzato da Rui Patrício. Poi, Adrien Silva intercetta il traversone di Sebastian Jung e anticipa Dost, mentre Vieirinha conclude di poco a lato.

All'inizio della seconda frazione di gioco, lo Sporting sfiora il vantaggio a sorpresa con una fuga a rete di André Carrillo e un tiro che sfila a lato. Sul fronte opposto, però, Naldo ruba la palla al centro e serve Dost, che in tutta tranquillità segna il suo nono gol nelle ultime sei partite. Poco dopo, un intervento di piede di Rui Patrício nega la gioia del gol a De Bruyne, che però fa la differenza qualche minuto dopo con un cross invitante per il raddoppio di Dost.

Una parata d'istinto del portiere ospite impedisce al migliore in campo di realizzare una tripletta, mentre le occasioni si susseguono rapidamente. Alla fine, Dieter Hecking esce addirittura deluso per i troppi errori della sua squadra, che in ogni caso andrà a Lisbona con due gol di vantaggio e approfitterà dell'assenza di João Mário, espulso nel finale.

In alto