Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

La fase a gironi perfetta in Europa League

Vincendo alla Giornata 6, la Dinamo Moskva diventerebbe la sesta squadra a concludere la fase a gironi a punteggio pieno; UEFA.com vi mostra il cammino delle cinque che sono riuscite nell'impresa finora.

La fase a gironi perfetta in Europa League
La fase a gironi perfetta in Europa League ©UEFA.com

FC Salzburg (2009/10) V6 P0 S0 GF9 GS2
Il Slisburgo alla prima giornata contro l'SS Lazio va sotto per 1-0, ma alla fine gli austriaci vincono per 2-1 - decisiva la rete di Marc Janko al 93' -. Nelle altre partite della fase a gironi non vanno più sotto, anzi subiscono un'altra rete solamente - ancora contro la Lazio -, battendo sia il Villarreal CF che il PFC Levski Sofia.

In seguito alla cavalcata del Salzburg nel Gruppo G, la società prolunga il contratto del tecnico Huub Stevens, prima della fase a eliminazione diretta. "Il Salzburg è approdato a una fase emozionante, stimolante e colmo di aspettative, e io voglio farne parte", queste al tempo le parole dell'olandese, che però nei sedicesimi trovano nel R. Standard de Liège un avversario troppo forte, perdendo complessivamente per 3-2.

FC Zenit (2010/11) V6 P0 S0 GF18 GS6
La tripletta di Aleksandr Kerzhakov in casa dell'RSC Anderlecht nella partita di apertura del Gruppo G, mette subito in chiaro quali sono le ambizioni dello Zenit, che negli altri incontri della fase a gironi segna una media di tre gol a partita. L'AEK Athens FC e l'HNK Hajduk Split vengono battuti di misura, anche se i croati alla quarta giornata fanno prendere un colpo allo Zenit quando, dopo il vantaggio iniziale di 3-0, recuperano due reti con otto minuti ancora da giocare.

"Siamo una squadra forte; abbiamo vinto tutte le partite della fase a gironi e questo la dice tutta", spiega il difensore Bruno Alves dopo la vittoria dello Zenit per 3-0 sull'AEK. Ai sedicesimi, i russi si sbarazzano dell'BSC Young Boys, prima di cadere agli ottavi contro l'FC Twente.

RSC Anderlecht (2011/12) V6 P0 S0 GF18 GS5
Nonostante la vittoria sofferta col Bursaspor negli spareggi, l'Anderlecht esordisce col botto nella fase a gironi, battendo per 4-1 l'AEK. FC Lokomotiv Moskva e SK Sturm Graz – due volte – vengono liquidati senza subire gol, prima di conquistare altri tre punti con l'AEK. Una vittoria in rimonta per 5-3 contro la Lokomotiv, chiude l'esaltante fase a gironi del Gruppo L.

L'avventura europea dell'Anderlecht si arresta bruscamente ai sedicesimi contro l'AZ Alkmaar che vince complessivamente per 2-0, ma la cavalcata dei belgi rimarrà per sempre nella storia del club. 

FC Salzburg (2013/14) V6 P0 S0 GF15 GS3
L'IF Elfsborg viene annichilito per 4-0 nella prima giornata, poi il Salzburg vince tutti gli altri incontri del girone che contiene Esbjerg fB e Standard, senza andare mai sotto in nessuna partita. Jonatan Soriano – che mette a segno una tripletta all'esordio e vince la classifica cannonieri della competizione con otto reti – e Alan sono le punte di diamante dell'attacco di Roger Schmidt. "È una competizione molto difficile, ma tutto è possibile", ammette Soriano durante la fase a gironi. "Abbiamo una squadra molto forte".

In effetti il complessivo 6-1 contro l'AFC Ajax ai sedicesimi aveva acceso i riflettori sull'FC Salzburg, ma l'FC Basel 1893, agli ottavi, spegne riflettori e velleità degli austriaci.

Tottenham Hotspur FC (2013/14) V6 P0 S0 GF15 GS2
Sorteggiato nel Gruppo K con FC Sheriff, Tromsø IL e FC Anji Makhachkala, il Tottenham non subisce un gol fino alla quarta giornata, quando passano matematicamente il girone - tutto ciò nell'annata della partenza del talismano Gareth Bale al Real Madrid CF. "Ci siamo rinforzati con giocatori di fantasia che hanno un gran tocco di palla", spiega il tecnico André Villas-Boas.

Le vittorie in Europa però non sono sufficienti per salvare la panchina di Villas-Boas. Il portoghese viene esonerato a metà dicembre con gli Spurs settimi in Premier League. La squadra, affidata a Tim Sherwood, ai sedicesimi si sbarazza dell'FC Dnipro Dnipropetrovsk, ma agli ottavi l'SL Benfica vince complessivamente per 5-3, e arresta il cammino degli inglesi.

In alto