Si torna a giocare: la UEFA si sta preparando per un ritorno alle sue competizioni d'elite nella massima sicurezza.

Maggiori informazioni >

Stamenković cerca il riscatto

Il portiere del Neftçi, ex Stella Rossa, vuole assolutamente la qualificazione contro il Partizan dopo la sconfitta in rimonta a Belgrado.

Saša Stamenković
Saša Stamenković ©Getty Images

Il sorteggio del Neftçi PFK contro l'FK Partizan agli spareggi di UEFA Europa League è stato particolarmente significativo per il portiere della squadra azera, Saša Stamenković.

Prima di trasferirsi a Baku, dove ha vinto due campionati e una coppa dell'Azerbaigian, l'estremo difensore aveva infatti giocato per tre anni all'FK Crvena zvezda, la storica rivale del Partizan. La scorsa settimana, Stamenković è stato battuto tre volte nella gara d'andata a Belgrado (con due autoreti) e il Neftçi ha sprecato un vantaggio di due gol fino a perdere 3-2.

"Il Partizan era favorito già prima della gara - commenta a UEFA.com -. Abbiamo iniziato bene, andando in vantaggio di due gol, ma non siamo riusciti a difenderli. Alla fine abbiamo perso con un punteggio che ci lascia qualche speranza di qualificazione per la fase a gironi. Perdere fuori casa con un margine così stretto e due gol all'attivo è comunque un buon risultato".

Mentre la squadra serba ha effettuato appena tre tiri a rete, il tecnico del Neftçi, Boyukagha Hajiyev, non è rimasto soddisfatto della prestazione di Stamenković, dandogli un incentivo in più per fare bene in Azerbaigian.

"Come i giocatori, anche i tifosi devono crederci e sperare in bene - commenta -. Siamo molto motivati e un 1-0 o un 2-1 saranno più che sufficienti. Il nostro principale obiettivo è qualificarci per la fase a gironi".

Hajiyev, privo di diversi titolari, ha promesso un "Neftçi diverso" allo stadio Tofig Bahramov. Per Stamenković, una cosa è certa: "Il Neftçi non gioca mai in difesa, è un dato di fatto - aggiunge -. Cercheremo la rivincita contando sull'aiuto dei tifosi".

In alto