UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Salvio, poker di finali e rivincita

L'attaccante argentino, entrato in campo nel finale nonostante la frattura al braccio, si gode l'accesso in finale del Benfica dopo la sconfitta subita contro il Chelsea lo scorso anno: "Il calcio ti dà sempre l'opportunità di una rivincita".

Salvio, poker di finali e rivincita
Salvio, poker di finali e rivincita ©UEFA.com

Dieci giorni dopo essersi fratturato l'avambraccio sinistro, Eduardo Salvio ha contribuito al pareggio dell'SL Benfica sul campo della Juventus e alla qualificazione delle Aquile alla finale di UEFA Europa League. Per l'attaccante argentino si tratta della quarta in cinque anni dopo le due vinte con il Club Atlético de Madrid nel 2010 e 2012, oltre a quella persa la scorsa stagione contro il Chelsea FC.

La stagione dell'ala 23enne sembrava essersi conclusa dopo la frattura subita contro l'SC Olhanense il 20 aprile, ma un recupero-lampo gli ha permesso di disputare gli ultimi 14 minuti di gara a Torino e di contribuire all'approdo del Benfica, ridotto in dieci, a un'altra finale dopo quella dello scorso anno. "Il calcio ti dà sempre l'opportunità di prenderti una rivincita - ha dichiarato Salvio a fine gara -. Ora daremo il massimo per vincere la finale.

Eduardo Salvio, attaccante SL Benfica
Siamo molto felici di aver raggiunto un'altra finale. Ho provato a sostenere la squadra dalla panchina [prima di subentrare a gara in corso]. Avevo già saltato molte partite per un infortunio al ginocchio e la verità è che non volevo perderne altre. Così mi hanno dato una protezione per permettermi di giocare e anche se non è stato il massimo ha funzionato. Sono una persona forte e mi sono convinto che con la protezione avrei potuto giocare.

Stiamo attraversando un ottimo momento, sia in difesa che in attacco, e quando c'è da soffrire sappiamo farlo. Oggi abbiamo dovuto difendere molto, soprattutto nell'ultima parte di gara quando siamo rimasti in dieci uomini, ma lo abbiamo fatto nella maniera giusta e ora ci godiamo l'accesso in finale.

Il calcio ti dà sempre l'occasione di prenderti una rivincita [dopo la sconfitta in finale contro il Chelsea dello scorso anno]. Abbiamo lavorato duro per riuscirci e sapevamo che non sarebbe stato facile ripetere quanto fatto la scorsa stagione, ma ora siamo di nuovo in finale e dovremo dare il massimo per vincerla. Il Siviglia è un'ottima squadra e merita lo stesso rispetto di Juventus, Tottenham, AZ e PAOK. Per noi tutte le squadre sono uguali, ma ci aspetta una finale e vogliamo vincerla.

E' sempre bello sapere che Diego [Maradona] è in tribuna, spero che sia felice per la vittoria del Benfica. Il nostro segreto è il lavoro e questo è il premio per i nostri sacrifici. Abbiamo fatto le cose nel modo giusto e ora siamo in finale, ma abbiamo anche vinto il campionato e disputeremo altre due finali [di coppa] in Portogallo. Vincere quattro titoli è possibile, siamo in un ottimo momento e lotteremo fino alla fine. Abbiamo vinto il campionato e ora ci aspettano tre finali, non possiamo che essere soddisfatti.

Guilherme Siqueira, difensore SL Benfica
Stasera abbiamo dimostrato ancora una volta quanto sia forte questo gruppo. Abbiamo centrato la terza finale della stagione dopo aver vinto il titolo portoghese, quindi siamo davvero felici. E' la giusta ricompensa per il duro lavoro che la squadra svolge ogni giorno. Stiamo dando il massimo giorno dopo giorno e questo è il premio per il nostro impegno. Il Siviglia è una squadra molto forte, ma noi vogliamo questa coppa con tutte le nostre forze, lo abbiamo dimostrato stasera.