Tris in Bosnia, l’Udinese già piace

NK Široki Brijeg-Udinese Calcio 1-3
La squadra di Guidolin passa d'autorità sul campo del Široki Brijeg e ipoteca la qualificazione agli spareggi: sblocca Di Natale, poi doppietta di Muriel.

Tris in Bosnia, l’Udinese già piace
Tris in Bosnia, l’Udinese già piace ©Getty Images

Un’Udinese Calcio già in buona forma sbanca il campo dell’SK Široki Brijeg e ipoteca la qualificazione agli spareggi di UEFA Europa League. Al Bilino Polje di Zenica i Friulani di Francesco Guidolin si impongono 3-1, grazie alla rete di Antonio Di Natale e alla doppietta di Luis Muriel; i Bosniaci trovano il gol della bandiera con Dino Ćorić al 77’.

Un risultato, quello ottenuto dai Bianconeri in Bosnia, maturato nel primo tempo e che rende (quasi) una formalità il ritorno del terzo turno preliminare, in programma giovedì prossimo allo stadio Nereo Rocco di Trieste. L’Udinese avrebbe addirittura potuto vincere con uno scarto maggiore, se nella ripresa Di Natale non avesse fallito un calcio di rigore e Muriel non avesse colpito un palo.

Guidolin – alla panchina bianconera numero 900 – si affida a un 3-5-2 con Allan schermo protettivo davanti alla difesa e un tandem d’attacco composto da Di Natale e Muriel; dalla parte opposta Slaven Musa, tecnico dei padroni di casa, punta sul 4-2-3-1 con Krešimir Kordić terminale offensivo.

La squadra bosniaca ha una buona partenza e crea qualche apprensione ai friulani, specie sulle palle inattive: la difesa bianconera, però, fa buona guardia. Al 16’ l’Udinese passa. Il gol lo firma il capitano, Di Natale, che con una bellissima punizione mette il pallone sotto l’incrocio dei pali, una traiettoria imparabile per Luka Bilobrk.

Passa una manciata di minuti e Muriel sfiora subito il raddoppio, con un tiro dal limite dell’area che termina fuori di pochissimo. L’attaccante colombiano, però, fa centro al 31’: lo scambio sullo stretto – per vie centrali – con Di Natale è pregevole, il tiro secco del 22enne attaccante non lascia scampo al portiere avversario. Otto minuti dopo Muriel si ripete, questa volta sfruttando un assist di Roberto Pereyra: 3-0 all’intervallo, vittoria e qualificazione già in ghiaccio.

Nell’intervallo il tecnico del Široki Brijeg prova a ridisegnare la squadra: Mirko Marić e Josip Barišić rilevano il brasiliano Wagner e Kordić. Un cambio anche nell’Udinese, con il giovane centrocampista svizzero Silvan Widmer che prende il posto di Dušan Basta. La squadra di Guidolin potrebbe realizzare il poker con Di Natale, che prova il cucchiaio su un rigore concesso dall’arbitro per fallo di mano in area ma trova l’opposizione di Bilobrk.

Al 69’ Muriel colpisce bene di testa sul cross di Widmer, ma il colombiano centra il palo. Nel Široki, Dalibor Šilić rimpiazza Goran Zakarić e il nuovo entrato ispira l’azione del gol della bandiera: l’assist per Ćorić è ottimo, il centrocampista supera Ivan Kelava – portiere croato dell’Udinese – e realizza l’1-3.

Entrano in campo anche Andrea Lazzari e Maicosuel, al posto di un esausto Di Natale, ma il risultato non cambia più malgrado un’ottima occasione capitata a Barišić. L’Udinese vince d’autorità, la cavalcata verso la fase a gironi di UEFA Europa League prosegue.