Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

La vertiginosa ascesa del Kukës

Promosso in massima divisione albanese solo l'anno scorso, l'FK Kukësi completerà giovedì la sua inarrestabile ascesa con l'esordio in UEFA Europa League, dove affronterà l’FC Flora Tallinn nel primo turno preliminare.

Il Kukësi ha vissuto due stagioni memorabili
Il Kukësi ha vissuto due stagioni memorabili ©www.albaniasoccer.com

Promosso in massima divisione albanese solo l'anno scorso, l'FK Kukësi completerà giovedì la sua incredibile ascesa con l'esordio in UEFA Europa League, dove affronterà l’FC Flora Tallinn nel primo turno preliminare.

Appena 12 mesi fa il Kukës festeggiava la promozione nella Super League albanese, e ora, dopo aver centrato il secondo posto dietro al KS Skënderbeu all'esordio in massima divisione albanese, si accinge a tentare l'impresa anche in Europa. Il tecnico Armando Cungu ha confessato la propria preoccupazione in vista della doppia sfida contro il Flora, mantenendo tuttavia una buona dose di fiducia nei confronti dei suoi ragazzi.

"Saremo pronti", ha dichiarato il tecnico dopo due settimane di ritiro a Ohrid nella Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia. "Non sarà facile ma avremo le nostre chance. Avrei voluto fare qualche amichevole in più, per questo sono un pò preoccupato del livello di competitività della squadra".

Il capitano Rrahman Hallaçi, che vanta già esperienze a questo livello con l'KF Partizani e l'KF Vllaznia, si augura che il Kukës possa continuare la sua ascesa e sorprendere ancora una volta anche in questa competizione. "E' stato un anno prosperoso per noi", ha detto Hallaçi, nato a Kukes. "Speriamo di continuare così anche in Europa".

Il Kukës è stata l'unica squadra che, nella scorsa stagione, non ha mai perso di fronte al proprio pubblico, un fattore che potrebbe fare la differenza nella sfida di ritorno secondo il presidente Safet Gjici. "Sarà importante per noi giocare una bella partita e ottenere un risultato positivo in Estonia. Questo ci darebbe delle chance in vista della gara di ritorno".

In alto