Il Breidablik prepara un nuovo sgambetto

Dopo aver già ribaltato il pronostico al secondo turno preliminare di UEFA Europa League, gli underdog islandesi del Breidablik proveranno a fare lo sgambetto anche ai quattro volte campioni di Kazakistan dell'FC Aktobe.

I giocatori del Breidablik festeggiano la vittoria al primo turno preliminare contro il Santa Coloma
I giocatori del Breidablik festeggiano la vittoria al primo turno preliminare contro il Santa Coloma ©Breidablik

Dopo l'inaspettato successo al secondo turno preliminare, il Breidablik ci riprova: i terribili islandesi dovranno compiere un'altra impresa se intendono superare i kazaki dell'FC Aktobe e centrare i play off di UEFA Europa League.

Nel turno precedente, dopo lo 0-0 casalingo dell'andata, al ritorno la compagine di Ólafur Kristjánsson ha espugnato a sorpresa per 1-0 il terreno di gioco dell'SK Sturm Graz. "Abbiamo ottenuto un risultato strepitoso, ma dopo la gara ero distrutto, senza più alcuna goccia di energia," ha dichiarato Kristjánsson, che ha amalgamato una squadra molto unita e formata principalmente da ragazzi cresciuti nelle giovanili del club.

Le fortune in Europa della squadra, che oltre allo Sturm Graz aveva battuto ad inizio luglio anche l'FC Santa Coloma con un 4-0 complessivo, si basano su un solido pacchetto difensivo, guidato dal 38enne portiere Gunnleifur Gunnleifsson, ancora imbattuto quest'anno in UEFA Europa League.

"Meriterebbe di più di quanto non riceva, finora è stato perfetto ed ha mantenuto sempre la porta inviolata," ha dichiarato Kristjánsson. "Inoltre è una persona stupenda. Ogni volta che non subiamo gol cresce la fiducia in noi stessi e aumentano le nostre possibilità di vincere, questo è ovvio."

La terza rete di Ellert Hreinsson in quattro gare di qualificazione ha permesso al Breidablik di eliminare lo Sturm: l'attaccante però non ha alcuna intenzione di fermarsi qui. "Non vedo l'ora di giocare in Kazakistan. Non ci sono mai stato, e nemmeno pensavo di andarci mai, ora però sono contento e spero di divertirmi e di ottenere un buon risultato," ha dichiarato.

Nei turni preliminari della stagione 2009 di UEFA Champions League, l'altra compagine islandese dell'FH Hafnarfjördur venne eliminata proprio dai kazaki con un 6-0 complessivo. Conoscendo la pericolosità offensiva dei suoi avversari, Kristjánsson punterà molto su una ferrea organizzazione tattica.

"L'incontro in trasferta sarà particolarmente duro. Non siamo abituati a quelle condizioni meteorologiche, e quindi ho un po' adattato anche il nostro stile di gioco: in Europa l'obiettivo principale è rimanere compatti e chiudere tutti gli spazi."

"In Kazakistan partiamo chiaramente sfavoriti, basta guardare il ranking per capirlo. Nonostante ciò, abbiamo studiato bene quanto fatto dai nostri avversari al primo e al secondo turno preliminare," ha poi aggiunto Kristjánsson.

"Ho parlato anche con il tecnico della squadra norvegese [Hødd] che ha affrontato l'Aktobe: mi ha dato consigli preziosi che ora sfrutterò sicuramente."

In alto