Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Poker in Slovenia, Lazio prima nel girone

NK Maribor - S.S. Lazio 1-4
La squadra di Petković, già qualificata, espugna d’autorità il campo del Maribor e vince il Gruppo J: decidono la sfida Kozák, Radu e una doppietta di Floccari.

Poker in Slovenia, Lazio prima nel girone
Poker in Slovenia, Lazio prima nel girone ©AFP/Getty Images

Dopo la qualificazione ai sedicesimi di UEFA Europa League, la S.S. Lazio si assicura anche il primo posto nel Gruppo J. Nella sesta giornata, in casa dell’NK Maribor, i Biancocelesti impongono la legge del più forte e si impongono con un 4-1 che dice tutto sulla loro superiorità: Libor Kozák, Ștefan Radu e un Sergio Floccari tirato a lucido, autore di una doppietta, firmano il blitz in Slovenia.

La squadra di Vladimir Petković sapeva di dover vincere allo Stadion Ljudski vrt – lo stesso dove aveva esordito nella competizione ad agosto, battendo 2-0 l’ND Mura 05 nell’andata degli spareggi – per essere sicura di restare davanti al Tottenham Hotspur FC e mantenere il primo posto nel girone, necessario per essere testa di serie nel sorteggio del 20 ottobre a Nyon. E’ riuscita a raggiungere l’obiettivo con una prestazione super, in cui i cosiddetti rincalzi hanno sfruttato al meglio l’opportunità concessa loro dal tecnico.

Come promesso, Petković fa abbondante ricorso al turn-over e schiera due attaccanti, Floccari e Kozák: rispetto alla sfida con il Parma FC il tecnico cambia sei giocatori, il reparto meno ritoccato è la difesa dove Lorik Cana rileva l’infortunato Giuseppe Biava. I titolari confermati sono Albano Bizzari, Luis Pedro Cavanda, Michaël Ciani, Radu ed Hernanes. Darko Milanič, tecnico degli sloveni, punta su un 4-4-2 con il tandem offensivo formato dal brasiliano Marcos Tavares e da Robert Berić.

La Lazio, sorniona, aspetta il momento giusto e colpisce dopo appena 16 minuti. Un ottimo intervento di Cana, schierato centrale di difesa, innesca Ederson che verticalizza alla perfezione per Kozák: l’attaccante slovacco, solo davanti a Jasmin Handanović, beffa con un bellissimo tocco sotto il cugino del portiere dell’FC Internazionale Milano, Samir.

La squadra di Petković, però, non è sazia. Dopo un tiraccio di Ogenyi Onazi e un’occasione sciupata da Ederson, propiziata da un errore di Željko Filipović, arriva il raddoppio dei Biancocelesti: sull’angolo di Hernanes, Radu svetta bene sul primo palo e batte ancora Handanović con un perfetto colpo di testa.

Sei minuti e arriva il terzo gol: Ederson, dopo un dribbling secco, mette in movimento Floccari che con un diagonale di sinistro all’angolino blinda di fatto vittoria e primato nel girone. Il Maribor si rende pericoloso solo nel finale; prima Bizzarri blocca la conclusione da distanza ravvicinata di Tavares, poi colpisce la traversa con un gran tiro da fuori di Goran Cvijanovič.

Nella ripresa, però, è ancora Lazio. Kozák scheggia la parte esterna del palo calciando con un prodigio da terra, mentre al 51’ arriva il quarto gol. A firmarlo è ancora Floccari, che al termine di una strepitosa azione personale supera Handanović con un tiro a giro di sinistro bellissimo. C’è lavoro anche per Bizzarri, che si salva su Timotej Dodlek, mentre dalla parte opposta il portiere del Maribor si supera prima su Ciani e poi su Cana.

A cinque minuti dalla fine Tavares, con un’azione tanto insistita quanto bella ed efficace, trova il gol della bandiera. La Lazio vince 4-1, conquista il primo posto nel girone e chiude imbattuta la prima fase, con appena due gol al passivo: ora l’obiettivo si sposta sul campionato, a febbraio i Biancocelesti proveranno a tornare protagonisti in Europa League.

In alto