Si torna a giocare: la UEFA si sta preparando per un ritorno alle sue competizioni d'elite nella massima sicurezza.

Maggiori informazioni >

Nervi saldi e qualificazione per l'Olympiacos

Olympiacos FC - FC Rubin Kazan 1-0 (and.: 1-0)
La squadra greca si porta in vantaggio al 14' con Rafik Djebbour e tiene duro fino al 90', conquistandosi la sfida contro il Metalist.

Iván Marcano e Nelson Valdez
Iván Marcano e Nelson Valdez ©Getty Images

L'Olympiacos FC conquista un posto agli ottavi di UEFA Europa League a spese dell'FC Rubin Kazan con un 1-0 dopo l'identico risultato dell'andata.

In vantaggio grazie a una rete di David Fuster a Mosca, l'Olympiacos suggella la qualificazione allo stadio Georgios Karaiskakis con un gol di Rafik Djebbour al 14'. La squadra greca affronterà gli ucraini dell'FC Metalist Kharkiv, protagonisti di un facile successo contro l'FC Salzburg.

Entrambe le squadre partono forte, ma sono gli ospiti a creare la prima vera occasione al 9', quando il difensore César Navas lancia Obafemi Martins a rete con uno splendido servizio. L'attaccante nigeriano, però, aspetta troppo e permette ad Avraam Papadopoulos di intervenire in extremis.

L'Olympiacos risponde direttamente con il gol del vantaggio. Ariel Ibagaza fa partire un preciso calcio di punizione dalla destra, che viene prolungato di testa da Iván Marcano e deviato in rete da Djebbour. I padroni di casa acquistano fiducia e sfiorano il 2-0 con lo stesso giocatore, che si avventa su un passaggio di Giannis Maniatis ma si fa parare il tiro da Segei Ryzhikov.

Roy Carroll, che nella gara d'andata era entrato dalla panchina e aveva parato un calcio di rigore, si prodiga alla mezz'ora uscendo sui piedi di Nelson Valdez. 7' più tardi, l'attaccante sfiora nuovamente il gol di testa.

Nella ripresa, il Rubin cerca di tornare in partita e Carroll compie altri due pregevoli interventi su Martins e Navas. Il 34enne portiere lotta stoicamente con un infortunio alla gamba ma rimane in campo, assistendo anche a una traversa del Rubin nelle battute finali.

In alto