Buona la prima per Jol al Fulham

Il tecnico olandese, al debutto sulla panchina del Fulham, è felice per "l'ottima partenza" della sua squadra in UEFA Europa League. "L'unico neo è che abbiamo segnato solo tre gol", ha detto.

Buona la prima per Jol al Fulham
Buona la prima per Jol al Fulham ©Getty Images

Martin Jol, al debutto sulla panchina del Fulham FC, è felice per "l'ottima partenza" della sua squadra in UEFA Europa League, anche se la vittoria contro il NSÍ Runavík poteva essere più netta rispetto al 3-0 finale. "L'unico aspetto negativo è che abbiamo segnato solo tre gol", ha detto l'olandese.

Jol era tutto sorrisi dopo il successo contro la squadra delle Isole Faroe arrivato grazie alle reti di Damien Duff, Danny Murphy e Andrew Johnson. Prestazione che ha lasciato soddisfatto l'ex tecnico di Tottenham Hotspur FC e AFC Ajax.

"Non posso dire che abbiamo finito il nostro lavoro, altrimenti lo scrivereste subito, quindi dico solo che abbiamo ottenuto un buon risultato - ha detto Jol -. Siamo partiti forte nei primi cinque minuti ma non era facile trovare l'uomo libero davanti. Abbiamo giocato meglio nel secondo tempo. Quando non era possibile servire Andy Johnson o Bobby Zamora davanti, dovevamo giocare di più sulle fasce e nella ripresa lo abbiamo fatto".

Altri gol non sono arrivati solo per la ruggine di inizio stagione, secondo l'olandese. "L'unico motivo di delusione è che non abbiamo segnato di più, ma posso giustificare i miei giocatori che erano stanchi. Venivamo da una settimana di duro lavoro e molti di loro non erano ancora pronti per giocare".

Jol ha condiviso il debutto a Craven Cottage con Lauri Dalla Valle, il 19enne entrato al 78' e subito vicino al gol sul cross di Matthew Briggs. "Considerando la sua età è un ottimo realizzatore - ha spiegato Jol -. Poteva segnare ma oggi ha comunque mandato un messaggio ai più giovani: se si lavora duramente, si può giocare a questi livelli".

Entusiasmo alle stelle per Dalla Valle, arrivato dal Liverpool FC nella trattativa che ha portato Paul Konchesky ad Anfield. "Il tecnico parla molto in allenamento, anche con i più giovani. Ci carica molto quando ci parla e ci dà consigli".

"Quando ero al Liverpool ho giocato in Europa League, e credo sia una grande competizione. Se arriveremo alla fase a gironi, poi avremo chanche di arrivare molto avanti. Sarebbe importante anche per i più giovani come me, per avere più spazi".