Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Maxi Pereira e l'appuntamento finale

Dopo l'eliminazione in semifinale ai Mondiali con l'Uruguay, il difensore del Benfica non vuole perdersi un'altra finale e pensa a superare il Braga. "Pronti e motivati".

Maxi Pereira (SL Benfica) e Wilfred Bouma (PSV Eindhoven)
Maxi Pereira (SL Benfica) e Wilfred Bouma (PSV Eindhoven) ©Getty Images

Dopo l'eliminazione in semifinale di Coppa del Mondo FIFA con l'Uruguay, Maxi Pereira non vuole mancare alla finale di UEFA Europa League con la maglia dell'SL Benfica. Prima, però, la squadra portoghese dovrà superare i connazionali dell'SC Braga.

Il recente successo in Coppa di Lega contro l'FC Paços de Ferreira non ha fatto dimenticare la sconfitta per 3-2 contro l'Olanda a Città del Capo, nonostante un suo gol nei minuti di recupero. La finale del mese prossimo Dublino potrebbe però alleviare il dolore.

"Vincere la Coppa di Lega è stato importante - commenta Maxi Pereira -. La vittoria ci ha dato fiducia e ci ha fatto rilassare. Ora abbiamo la possibilità di raggiungere una finale europea dopo tanto tempo, siamo motivati e pronti. Dopo aver mancato la finale mondiale con l'Uruguay, spero di raggiungere questo traguardo".

Anche se fa parte di una difesa che da febbraio ha sempre subito gol, il nazionale uruguaiano rimane fiducioso per il prossimo impegno: "Siamo molto calmi e non pensiamo ai gol che abbiamo preso - aggiunge -. Dobbiamo giocare come sappiamo e penso che, tra le quattro squadre ancora in gara, la nostra sia favorita alla vittoria finale".

Nonostante la dichiarazione audace, Maxi Pereira sa che il Braga non deve essere sottovalutato: "Se è arrivato fin qui è certamente una buona squadra - prosegue -. Ha un'ottima difesa e dovremo giocare con intelligenza per scardinarla, ma il nostro obiettivo è vincere l'Europa League; sarebbe fantastico per tutti".

Il centrale avversario Paulão preferisce non sbilanciarsi: "Non ci sono favorite. Non è la partita della vita, ma è sicuramente importante. Il Benfica è una squadra difficile e lotta sempre su più fronti, quindi cercherà la vittoria come noi".

In alto