Si torna a giocare: la UEFA si sta preparando per un ritorno alle sue competizioni d'elite nella massima sicurezza.

Maggiori informazioni >

Benfica e Braga pronte per il 'derby'

Entrambi i tecnici sono sicuri di poter raggiungere la finale di Dublino alla vigilia della sfida di Lisbona: "Convinto della qualificazione - ha detto Jorge Jesus -. Un sogno vincere la coppa".

Benfica e Braga pronte per il 'derby'
Benfica e Braga pronte per il 'derby' ©Getty Images

Dopo aver già vinto tre trofei all'SL Benfica nei due anni in cui è stato in panchina, Jorge Jesus si dice "convinto" che le Aquile possano mettere le mani su un quarto titolo alla vigilia della semifinale di UEFA Europa League contro l'SC Braga.

La squadra di Lisbona ospita i connazionali dopo aver battuto sabato l'FC Paços de Ferreira nella finale di Coppa di Lega mitigando la sconfitta contro l'FC Porto nella semifinale di Coppa del Portogallo.

Jorge Jesus ha detto ai tifosi che gli chiedono spiegazioni sul dominio del Porto di "guardare il quadro d'insieme" prima di giudicare. "Sono alla seconda stagione al club e abbiamo vinto tre trofei - ha detto -. Dal 1994 il Benfica ne ha vinti solo sei, quindi la metà di questi sono arrivati con me. E' così che la gente deve guardare la situazione attuale".

Si deve andare ancora più dietro, fino al 1990, per trovare l'ultima finale europea del Benfica – la sconfitta per 1-0 nella finale di Coppa dei Campioni contro l'AC Milan a Vienna. Stavolta l'occasione è ghiotta, soprattutto considerando che il Braga è staccato di ben 14 lunghezze nella Liga.

"Non ho mai avuto la fortuna di giocarmi una finale europea - ha continuato Jorge Jesus -. Ci sono andato vicino sia col Braga che con il Benfica, avendo raggiunto i quarti con entrambe. Una finale è un'occasione prestigiosa per tutte le persone coinvolte. Spero e sono convinto che noi ci saremo".

"Dobbiamo continuare sulla strada intrapresa nei turni precedenti: vincere in casa e finire il lavoro in trasferta; una vittoria senza subire gol sarebbe perfetta. Possiamo raggiungere la finale e vogliamo far avverare il sogno di vincerla".

Il tecnico del Benfica, che ha Nicolás Gáitan, Carlos Martins e César Peixoto in dubbio, ha fatto notare che il Braga "è forte specialmente in contropiede", spiegando che proprio così sono arrivati i successi contro Liverpool FC e FC Dynamo Kyiv questa stagione.

Il Braga sarà senza lo squalificato attaccante Paulo César, ma il resto della rosa è a disposizione. Il tecnico Domingos Paciência, 42 anni, resta fiducioso: "Siamo il Braga, il nostro soprannome è 'i guerrieri', e vogliamo giocare a Dublino. Andrà avanti la squadra che commetterà meno errori.

"I miei giocatori sono fiduciosi di poter vincere all'Estádio da Luz. Il Benfica ha subito gol in 14 gare di fila, mentre la mia squadra crea sempre tre o quattro occasioni. Spero che le sfrutteremo a dovere".

Il 18 maggio ci sarà sicuramente una squadra portoghese nella capitale irlandese, ma potrebbe addirittura essere derby se il Porto dovesse superare il Villarreal CF. "E' un motivo di immenso orgoglio avere tre squadre in semifinale - ha concluso Paciência -. Spero che a Dublino ci saranno due squadre portoghesi a giocarsi la finale, e che una sia il Braga". Lo sapremo il 5 maggio.

In alto