Porto schiacciasassi con Villas-Boas

Scheda finalista: la squadra di Villas-Boas ha vinto il campionato con cinque giornate di anticipo e ha centrato sette vittorie esterne su sette in UEFA Europa League.

L'esultanza dei giocatori del Porto
L'esultanza dei giocatori del Porto ©Getty Images

Già considerato il nuovo José Mourinho, di cui è stato vice all'FC Porto, al Chelsea FC e all'FC Internazionale Milano, André Villas-Boas ha preso in mano le redini dei Dragoni lo scorso giugno, a soli 32 anni, diventando il più giovane tecnico nella storia del club. E per l'ennesima volta, il presidente Jorge Nuno Pinto da Costa ha saputo pescare la carta vincente dal mazzo: sotto la guida di Villas-Boas, il Porto si è rivelato inarrestabile e dopo aver conquistato il titolo lusitano è approdato in finale di UEFA Europa League e di Coppa di Portogallo.

Il dominio del Porto FC in campionato è sintetizzato dai 19 punti di vantaggio sull'SL Benfica e dal fatto che è ancora imbattuto a una giornata dalla fine. Dopo aver mancato la qualificazione in UEFA Champions League per il terzo posto della scorsa stagione, la formazione portoghese ha scatenato tutta la sua potenza in UEFA Europa League, stabilendo un margine di vittoria record nei quarti, mentre Falcao, a segno 16 volte nel torneo, ha centrato il nuovo record stagionale di marcature in UEFA Europa League o Coppa UEFA.

Titoli nelle competizioni UEFA per club (sconfitte in finale fra parentesi)
• Coppa dei Campioni: 1987, 2004
• Coppa delle Coppe UEFA: (1984)
• Coppa UEFA: 2003
• Supercoppa UEFA: 1987, (2003), (2004)

Titoli nelle competizioni nazionali (il più recente fra parentesi)
• Campionato: 25 (2011)
• Coppa del Portogallo: 15 (2010)

Precedenti semifinali di Coppa UEFA/UEFA Europa League
1 (1 vinta, 0 perse)

Ranking UEFA per club
9° (l'SC Braga è 28°)

Capocannoniere
Liga: Hulk, 23
UEFA Europa League: Falcao, 16

Punti deboli e punti di forza
Falcao e Hulk hanno realizzato 67 dei 136 gol messi a segno dal Porto fra tutte le competizioni in questa stagione, ma anche Silvestre Varela e Fredy Guarín hanno dato un importante contribuito alle 33 reti delle ultimenove partite. João Moutinho, acquistato la scorsa estate, ha dimostrato che gli 11 milioni per il suo cartellino sono stati ben spesi, mentre il terzino uruguaiano Alvaro Pereira è sempre pericoloso in attacco con le sue volate sulla sinistra e i suoi cross al millimetro. In 46 vittorie su 55 gare ufficiali di questa stagione, il Porto ha raramente evidenziato punti deboli, anche se ultimamente la difesa ha dimostrato una certa incostanza subendo 18 gol in 12 partite.

Il momento chiave
Il gol di Fredy Guarín a 4' dalla fine nella gara di andata dei sedicesimi contro il Sevilla FC, che ha regalato al Porto la vittoria per 2-1. La rete è stata decisiva perché, una settimana dopo, la formazione andalusa ha vinto 1-0 fuori casa (unica sconfitta per i portoghesi nella competizione). Nella partita di andata, le squadre si trovanano sull'1-1 dopo le marcature di Rolando e Frédéric Kanouté e il Siviglia spingeva in avanti per trovare il colpo del KO. Sul finire, tuttavia, Cristián Rodríguez si involava verso la porta e si scontrava con il portiere Andrés Palop, lasciando a Guarín il facile compito di insaccare a porta vuota.

Un'eroe poco celebrato
I tifosi del Porto avevano qualche dubbio sullo sconosciuto centrocampista Fredy Guarín, arrivato dall'AS Saint-Étienne nel 2008/09 per quattro anni. Il colombiano, 24 anni, ha faticato a inserirsi ed è entrato prevalentemente dalla panchina per due stagioni, la migliore delle quali è culminata con un suo gol in finale di Coppa del Portogallo 2009/10 (2-1 sul GD Chaves). L'arrivo di Villas-Boas è stato fondamentale per Guarín: autore di cinque gol in campionato e quattro in Europa League, ha dimostrato di avere un tiro fulminante, fino a meritare il premio di giocatore del mese a marzo. La sua rete nell'1-0 contro il PFC CSKA Moskva è stata eccezionale quanto decisiva e ha consentito al Porto di procedere ai quarti.

Stato di forma
Posizione in campionato: 1 – campione (Ultime cinque partite: PVVVV)
Dopo che il Benfica gli aveva impedito di vincere il quinto campionato consecutivo, il Porto si è rifatto nel 2010/11, battendolo 2-1 il 3 aprile e festeggiando il titolo con cinque giornate di anticipo. Stabilito il nuovo record di punti in un campionato a 16 squadre (81), gli uomini di Villas-Boas restano in corsa per eguagliare il primato del Benfica nel 1972/73: vincere un campionato senza subire sconfitte. La squadra aveva lanciato i primi segnali ad agosto, superando il Benfica 2-0 e aggiudicandosi la 17esima Coppa del Portogallo. Gli unici momenti negativi sono stati in Coppa di Lega, con la sconfitta contro il CD Nacional che ha impedito alla squadra di avanzare oltre la fase a gironi, e nell'andata della semifinale di Coppa di Portogallo persa in casa 2-0 contro il Benfica. Ora il Porto punterà a ripetere l'impresa del 2003, quando conquistò la Coppa UEFA sotto la guida di Mourinho.

Statistica chiave
Falcao è salito a quota 16 reti in una singola stagione di UEFA Europa League, nuyovo record del torneo, segnando cinque gol nel 7-4 complessivo rifilato dal Porto al Villarreal CF in semifinale. L'attaccante colombiano è andato a bersaglio quattro volte all'andata, eguagliando così il record stabilito da Jürgen Klinsmann con l'FC Bayern München nella vittoriosa stagione 1995/96 di Coppa UEFA, quindi ha superato il tedesco in occasione della gara di ritorno in Spagna. Falcao, a segno 16 volte in 13 gare, era andato a bersaglio anche negli spareggi.

Che cosa dicono gli avversari
Juan Carlos Garrido, tecnico del Villarreal:

Il Porto è una delle migliori squadre in circolazione. In attacco è formidabile e contro di noi ha sfruttato la maggior parte delle occasioni che è riuscito a costruire. 

In alto