Oliynyk in extremis, Metalist qualificato

FC Metalist Kharkiv - Debreceni VSC 2-1
Il Metalist completa la rimonta nel finale con Denys Oliynyk e si qualifica per i 16esimi di finale.

Csaba Bernáth (Debreceni VSC) & Serhiy Pshenychnykh (FC Metalist Kharkiv)
Csaba Bernáth (Debreceni VSC) & Serhiy Pshenychnykh (FC Metalist Kharkiv) ©Getty Images

L’FC Metalist Kharkiv conquista in casa la qualificazione ai 16esimi di UEFA Europa League all’88’ grazie al gol vittoria di Denys Oliynyk, completando la rimonta contro gli ungheresi del Debreceni VSC.

Gli ospiti, con il peggior attacco del girone dopo quattro giornate, si portano inaspettatamente in vantaggio al 48’ con Péter Czvitkovics. Dopo il pareggio al 52’ per un’autorete di Ádám Bódi, sembra che il Debrecen possa mettere fine alla striscia negativa di dieci sconfitte consecutive in Europa. Ma il gol vittoria di Oliynyk all’88’ spegne questa speranza.

Il primo tempo offre pochi spunti, tranne una bella conclusione di Marko Dević che obbliga Mindaugas Malinauskas alla parata in tuffo, e la reazione degli ospiti con Bódi, il cui tiro dal limite dell’area viene neutralizzato da Maxym Startsev.

In casa il Debrecen aveva perso 5-0 nella prima partita del girone contro il Metalist. Ma nella ripresa arriva il vantaggio ospite, grazie ad un cross basso di Péter Kabát trasformato in gol da Czvitkovics.

Fortunoso il pareggio dei padroni di casa: il tiro di Oliynyk rimbalza sul palo e torna in rete dopo aver colpito casualmente Bódi: il 100esimo gol subito dal Debrecen in Europa. Con l’UC Sampdoria in quel momento sul pareggio interno contro il PSV Eindhoven, la squadra di casa sa di potersi qualificare segnando un altro gol.

Il Metalist aumenta la pressione, ma Edmar prima tira su Malinauskas e poi Oliynyk conclude alto da buona posizione. Ma all’88’ e proprio Oliynyk a battere Malinauskas con un tiro basso e angolato. Il Metalist, tre punti in meno del PSV, ha ancora la possibilità finire al primo posto del girone.