Prova d'orgoglio del Levski

PFC Lesvki Sofia - Sporting Clube de Portugal 1-0
Il Lesvki, già eliminato, conclude in bellezza superando la capolista del Gruppo C nella neve dello stadio Georgi Asparuhov.

L'esultanza del Levski Sofia
L'esultanza del Levski Sofia ©Getty Images

Nel Gruppo C, prova d’orgoglio del PFC Levski Sofia che sconfigge la capolista Sporting Clube de Portugal in una partita povera di occasioni.

La vittoria del LOSC Lille Métropole sul KAA Gent condanna all’ultimo posto il Levski, cui basta il gol di Daniel Mladenov per chiudere il girone in bellezza e, in qualche modo, vendicare la sconfitta 5-0 a Lisbona della seconda giornata.

Già prima del calcio d’inizio, i giochi nel girone sono decisi per le due squadre, che iniziano inevitabilmente in modo lento in una serata caratterizzata da un freddo pungente. Lo Sporting ha costantemente il possesso della palla, ma il suo gioco prevedibile non impensierisce mai la retroguardia di casa.

Quando tutto lascia presagire una fine di primo tempo a reti inviolate, il Levski passa in vantaggio alla prima occasione. Garra Dembélé supera in velocità Nuno Coelho e passa all’indietro per l’accorrente Mladenov, che deve solo spingere la palla in rete.

Nella ripresa le due squadre si mostrano leggermente più offensive. Lo Sporting sfiora il pareggio quando, su angolo di Jamie Valdés, il tiro al volo di Maniche viene fermato sulla linea da Dembélé.

Il Levski va vicino al raddoppio con Darko Tasevski che manca di poco lo specchio dopo una bella azione. L’ultima occasione è degli ospiti, ma il portiere Bozhidar Mitrev si esalta in tuffo sulla bella conclusione di Yannick Djaló.