Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Mazzarri: "Non ci arrendiamo"

Tre pareggi e una sconfitta nelle prime quattro partite. Questo il magro bottino ottenuto dal Napoli nel Gruppo K. Il tecnico vuole invertire la tendenza: "In Olanda per vincere".

Mazzarri: "Non ci arrendiamo"
Mazzarri: "Non ci arrendiamo" ©Getty Images

Tre pareggi e una sconfitta nelle prime quattro partite. Questo finora il magro bottino ottenuto dall'SCC Napoli nel Gruppo K di UEFA Europa League. Per sperare nella qualificazione bisogna iniziare a vincere, non ci sono alternative in casa dell'FC Utrecht. E Walter Mazzarri chiede alla sua squadra di superarsi.

"Siamo qui per vincere, non ci arrendiamo – le parole del tecnico partenopeo alla vigilia -. Vogliamo andare il più avanti possibile sia in campionato che in Europa e quindi scenderemo in campo per fare del nostro meglio. L'Europa è importante per noi. Se poi riusciremo a superarci e a conquistare i tre punti domani e nella partita seguente, ben venga”.  Il Napoli ha tre punti come gli olandesi, due in meno dell’ FC Steaua Bucureşti che farà visita al San Paolo nell’ultima giornata del girone dopo la sfida contro il Liverpool FC capolista.

Mazzarri pensa però a una partita alla volta. “Si scende sempre in campo per provare a vincere”, continua il tecnico toscano che cerca poi di giustificare il cammino finora deludente in Europa: “A volte ci riusciamo, a volte no. Tante variabili possono incidere sul risultato finale”. La vigilia poi non è stata delle migliori. A questa partita decisiva il Napoli arriva dopo una brutta sconfitta in campionato contro l’Udinese Calcio e dopo una settimana ricca di polemiche per il comportamento di alcuni giocatori fuori dal campo.

Mazzarri minimizza e annuncia che non ricorrerà troppo al turn-over: “Schiererò la squadra che, sulla carta, è più adatta per disinnescare questi avversari. Caricarli troppo potrebbe rivelarsi controproducente. I ragazzi sono intelligenti abbastanza per capire quanto sia importante fare risultato in Olanda”. Notizie confortanti anche dall’infermeria per Paolo Cannavaro e Salvatore Aronica, anche se il tecnico potrebbe decidere di non rischiarli. Non convocato, invece, José Ernesto Sosa.

Traspare tanta fiducia anche dalle parole del centrocampista uruguaiano Walter Gargano: “Vogliamo continuare il nostro percorso in Europa, ce la metteremo tutta  e speriamo di fare risultato – spiega -. Sono da quasi quattro anni a Napoli, sono stato allenato da diversi tecnici e oggi posso dire che la squadra è molto maturata”. Contro l’Utrecht un bell’esame per confermarlo.

In alto