UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Zaccheroni vuole iniziare un trend

La sfida con l'Ajax è l'occasione giusta per cercare di costruire una striscia positiva dopo il successo col Genoa in campionato. "Vincere aiuta a vincere", ha detto il tecnico.

Zaccheroni vuole iniziare un trend
Zaccheroni vuole iniziare un trend ©UEFA.com

Centrato un obiettivo, la prima vittoria sulla panchina della Juventus, Alberto Zaccheroni passa subito al successivo: la continuità. E la partita di UEFA Europa League in casa dell'AFC Ajax è l'occasione giusta per mettersi di nuovo sotto esame. "Dobbiamo inanellare una serie di buoni risultati - ha spiegato Zac alla vigilia -. L’Europa League offre la possibilità di confrontarti con squadre di spessore. Vincere aiuta a vincere e queste sono opportunità per indirizzare la squadra verso quel trend positivo che tutti vogliamo".

Accertato il forfait di Fabio Cannavaro, sono tornati in gruppo giocatori importanti come David Trezeguet e Mauro Camoranesi. Comunque servirà una Juve al meglio: gli olandesi non saranno più lo squadrone che dominava in patria e vinceva, spesso, in Europa, ma quello che cercherà di impedire ai bianconeri la qualificazione agli ottavi di finale sarà comunque avversario di tutto rispetto, reduce da un ottimo periodo in campionato: "L’Ajax ha un gioco consolidato, che viene praticato anche dai più piccoli al club – ha spiegato Zaccheroni -. E’ una vera e propria scuola di calcio e poi hanno anche delle ottime individualità”.

Con lui in panchina la Juventus ha ottenuto due pareggi e una vittoria, ma Zaccheroni si aspetta molto di più: "Non abbiamo giocato bene finora, soprattutto in rapporto lo spessore della squadra. Possiamo fare meglio e stiamo cercando di ritrovare le qualità di tutti gli elementi. Sono molto fiducioso perché i giocatori ascoltano e in campo fanno ciò che gli chiedo. Ora devo riuscire a mantenere questo livello di attenzione anche nella quotidianità".

Pochi i rischi che ciò non accada con Alessandro Del Piero, trascinatore dei bianconeri nell’ultimo successo contro il CFC Genoa. “Non sarà la Champions League, ma ci sono squadre di altissimo livello – ha detto il capitano alla vigilia -. La partita di domani ne è l’emblema: l’Ajax è una squadra forse anche sottovalutata rispetto alla sua storia, visto che ha vinto tutto e ha sempre sfornato giocatori straordinari. Sarà una partita importantissima e come tale dobbiamo affrontarla”.