Trochowski sorprende il Werder

Werder Bremen - Hamburger SV 0-1
Il colpo di testa di Piotr Trochowski, alto 169 cm, è sufficiente all'Amburgo per tornare a casa con un prezioso successo.

Trochowski sorprende il Werder
Trochowski sorprende il Werder ©Getty Images

L’Hamburger SV compie un importante passo verso la qualificazione per la finale – l’ultima volta, nel 1983,  aveva vinto la Coppa dei Campioni – grazie al successo per 1-0 contro il Werder Bremen nell’andata della semifinale di Coppa UEFA al Weserstadion.

Vantaggio Amburgo
Nonostante la statura, Piotr Trochowski segna di testa a metà del primo tempo e rovina il 48esimo compleanno del tecnico del Werder, Thomas Schaaf. L’Amburgo è con mezzo piede in finale in vista del ritorno della prossima settimana. Il Brema, a caccia del primo successo in semifinale di Coppa UEFA dopo quattro tentativi, rischia di perdere con un margine superiore ma Tim Wiese salva due volte su Ivica Olić.

Partenza lanciata
La gara di stasera è la seconda di quattro sfide che attendono queste due squadre in 19 giorni e la partenza è lanciata. Al 2’ Alex Silva libera Ivica Olić con un passaggio smarcante ma Wiese – eroe del Werder in Coppa di Germania la settimana scorsa – para il tiro rasoterra del croato. I padroni di casa rispondono immediatamente e Frank Rost deve tuffarsi per parare la conclusione dalla distanza di Diego.

Wiese para
La partita diventa presto equilibrata. David Jarolím e Silva si contrappongono efficacemente a Diego e Mesut Özil a centrocampo anche se il Werder ha un maggiore possesso palla. Al 22’ l’Amburgo si porta in avanti e Wiese si supera su José Guerrero.

Trochowski gol
Il gol è ormai nell’aria. Cinque minuti dopo Guy Demel lascia partire un traversone dalla destra e sul secondo palo Trochowski, il giocatore più piccolo in campo, ha il tempo e lo spazio per insaccare di testa alle spalle di Wiese. I padroni di casa caricano a testa bassa alla ricerca del pareggio. Diego serve Claudio Pizarro ma il colpo di testa dell’attaccante finisce al lato.

Almeida sprecone
Al 52’ il pareggio sembra cosa fatta quando l'impreciso rinvio di Rost su un traversone finisce a Hugo Almeida che però non riesce a superare il portiere dell’Amburgo. I tifosi del Werder cominciano a preoccuparsi mentre la loro squadra fatica a rendersi pericolosa nonostante il dominio nel possesso palla. Al 60’ il lungo lancio di Diego arriva ad Almeida ma il conseguente colpo di testa del nazionale portoghese finisce fuori.

Rosenberg poco preciso
Il Brema potrebbe ritrovarsi sotto di due gol pochi minuti dopo ma Wiese esce sui piedi di Olić  bloccando un’azione pericolosa. Quando lo stesso portiere viene superato poco dopo, Jonathan Pitroipa respinge il tentativo di centro rasoterra del solito Olić. Sul fronte opposto il subentrato Markus Rosenberg manda alto al 70’ con i padroni di casa in pressing costante, ma nonostante l’assedio, l’Amburgo si arrocca in difesa e porta a casa la preziosa vittoria.