Si torna a giocare: la UEFA si sta preparando per un ritorno alle sue competizioni d'elite nella massima sicurezza.

Maggiori informazioni >

L'Ajax vince, il Kalmar sorprende

L'AFC Ajax ha vinto agevolmente 4-1 a Belgrado nell'andata del primo turno della Coppa UEFA, ma i rivali olandesi del Feyenoord sono stati sconfitti dal Kalmar FF. Serata ok per altre scandinave.

L'Ajax vince, il Kalmar sorprende
L'Ajax vince, il Kalmar sorprende ©Getty Images

L'AFC Ajax ha vinto agevolmente 4-1 a Belgrado nell'andata del primo turno della Coppa UEFA, ma i rivali olandesi del Feyenoord sono stati sconfitti dal Kalmar FF. Altre formazioni scandinave hanno ottenuto risultati positivi, come l'FC København, che vinto 2-1 con l'FC Moskva. L’ex campione danese Michael Laudrup, per la prima volta sulla panchina dell'FC Spartak Moskva, ha superato 1-0 gli slovacchi dell'Ostrava. Le gare di ritorno sono in programma fra due settimane.

FK Borac-AFC Ajax 1-4
L'Ajax ha subito annunciato le sue ambizioni in Coppa UEFA con una splendida vittoria nella prima gara giocata a Belgrado dopo il trionfo (1-0) sulla Juventus nella finale della Coppa dei Campioni 1972/73. L'attaccante della nazionale serba Miralem Sulejmani ha festeggiato il ritorno allo stadio del Partizan FK realizzando il primo gol al 13'. Sulejmani ha poi fornito l'assist decisivo a Luis Suarez, che ha raddoppiato per l'Ajax con un pallonetto che ha superato il portiere del Borac Branko Grahovac. Dragan Milovanović ha accorciato le distanze nella ripresa, ma Klaas Jan Huntelaar ha realizzato una doppietta nel finale chiudendo effettivamente la gara.

Feyenoord-Kalmar FF 0-1
Il Kalmar ha vinto a sorpresa a Rotterdam. Il gol è stato realizzato a 19 minuti dalla fine da Viktor Elm che, su calcio di punizione, ha saltato più in alto di Serginho Greene superando con un colpo di testa il portiere olandese Hent Timmer. Il Feyenoord ha dominato la prima parte della gara ma è riuscito a farsi pericoloso solo con un colpo di testa di Jonathan de Guzman terminato a lato. Nella ripresa la partita è stata più equilibrata. Timmer ha neutralizzato tre occasioni di Patrik Ingelsten, mentre sia de Guzman che Kevin Hofland hanno impegnato il portiere del Kalmar Petter Wastå prima che uno dei tre fratelli Elm presenti nella formazione svedese andasse in gol. Nonostante l'ingresso in campo di Roy Makaay il Feyenoord non è riuscito a pareggiare.

NEC Nijmegen-FC Dinamo Bucuresti 1-0
Il NEC ha vinto per la prima volta in Europa al quinto tentativo. Il vantaggio è stato firmato di testa al 61' da Jhon van Beukering, che si era visto in precedenza annullare un gol per fuorigioco. La Dinamo avrebbe potuto passare in vantaggio nel primo tempo se Ionel Danciulescu non fosse scivolato al momento di tirare. Prima del riposo si è verificato l'episodio dell'annullamento del gol di van Beukering, ma nella ripresa lo stesso attaccante ha realizzato l'unica rete della gara intercettando di testa un cross dalla fascia sinistra di Youssef El-Akchaoui. Gli olandesi avrebbero potuto dilagare, ma Rutger Worm, Peter Wisgerhof, Joël Tshibamba e Bas Sibum non sono riusciti a superare Bogdan Lobont nella porta della Dinamo.

Vitória-SC Heerenveen 1-1
Il Setúbal è andato in vantaggio per primo contro gli ospiti olandesi, ma non è riuscito a difendere il risultato. Leandro Carrijo ha realizzato al 67' sfruttando un cross del terzino Janício su assist del centrocampista Bruno Gama, ma nei minuti finali Daniel Pranjić ha fornito l'assist vincente al nuovo entrato Tarik Elyounoussi che ha firmato il pareggio.

NK Slaven Koprivnica-PFC CSKA Moskva 1-2
Una doppietta di Vágner Love negli ultimi dieci minuti ha dato la vittoria al CSKA contro i croati. Lo Slaven era andato in vantaggio a tre minuti dal riposo con un gol di Mario Juric su calcio d'angolo di Srebrenko Posavec. I padroni di casa avrebbero potuto raddoppiare, invece sono stati beffati nel finale. Aleksei Bereutski ha fornito un assist a Vágner Love e l'attaccante ha pareggiato all'81'. Sette minuti dopo il brasiliano ha trasformato un calcio di rigore per atterramento di Miloš Krasić regalando la vittoria ai russi.

FC Moskva-FC København 1-2
Il København ha vinto a Mosca dopo un caotico finale. Libor Sionko ha realizzato di testa il gol della vittoria su cross di Ailton Almeida nel quinto minuto di recupero. Due minuti prima Aleksandr Samedov aveva firmato con un tiro al volo il momentaneo pareggio per i russi. Sarebbe stato un risultato iniquo per i danesi, che avevano dominato la gara fino a quel momento. César Santin ha subito impegnato il portiere moscovita Anton Amelchenko e il capitano Ulrik Laursen ha colpito il palo di testa prima del gol dal dischetto di Morten Nordstrand nei minuti di recupero del primo tempo. Il rigore era stato concesso per fallo di Mariusz Jop su Atiba Hutchinson.

FC Baník Ostrava-FC Spartak Moskva 0-1
Un autogol di René Bolf ha permesso a Michael Laudrup di iniziare con una vittoria la carriera di allenatore allo Spartak. Gli ospiti della Repubblica Ceca sono apparsi i più attivi nel primo tempo. Al 7' Rudolf Otepka ha colpito la traversa su calcio di punizione e David Strihavka è stato beffato dal portiere dello Spartak Stipe Pletikosa. Per lo Spartak Malik Fathi ha colpito di testa la traversa alla fine del primo tempo e i russi sono passati in vantaggio al 56' grazie ad un calcio di punizione di Mozart che è carambolato sul corpo di Bolf. Nel recupero Pletikosa ha salvato il risultato neutralizzando il possibile pareggio di Róbert Zeher.

SK Slavia Praha-SC Vaslui 0-0
Lo slovacco Dušan Kuciakha vendicato la sconfitta con il suo ex club risultando decisivo per il pareggio esterno a Praga. Il portiere, che giocava nell’ MŠK Žilina che perse ai rigori con lo Slavia nel secondo turno preliminare della passata edizione della UEFA Champions League dopo due 0-0 consecutivi, nella ripresa ha salvato per tre volte il risultato su Tomáš Necid, il 19enne capocannoniere del campionato ceco con sei gol. I romeni, provenienti dalla Coppa Intertoto UEFA, sono andati vicini al gol al 23’, quando uno splendido tiro di Stanislav Genchev ha colpito il palo. Lo Slavia ha invece dominato il resto della gara.

FK Austria Wien-KKS Lech Poznań 2-1
Il difensore Franz Schiemer è stato l’eroe della serata, realizzando una rara doppietta che ha dato la vittoria agli austriaci al Franz Horr Stadion. Il 24enne ha portato meritatamente in vantaggio l’Austria al 64’, ma Hernán Rengifo ha pareggiato pochi secondi dopo. Rubin Okotie ha sbagliato un calcio di rigore a 18 minuti dalla fine, ma quattro minuti dopo Schiemer ha corretto in gol un calcio di punizione di Milenko Ačimovič che ha sbarrato la porta al Lech.

MŠK Žilina-PFC Levski Sofia 1-1
Un gol di Joãozinho ha contribuito al prezioso pareggio ottenuto dai bulgari. La squadra di Pavel Vrba non è infatti riuscita a difendere il vantaggio. Lo Žilina ha cominciato bene, ma non è passato in vantaggio fino al 48’, quando dal dischetto il centrocampista Admir Vladavić ha battuto Georgi Petkov. Il rigore era stato assegnato per un fallo in area commesso da Lucio Wagner. Il Levski ha pareggiato al 63: Dušan Perniš ha respinto sul palo un tiro di Georgi Ivanov lasciando a Joãozinho il facile compito di ribadire in rete. Per lo Žilina la situazione è precipitata in seguito all’espulsione di Róbert Jež, autore di un brutto fallo su Zé Soares a un quarto d’ora dalla fine.

Beşiktaş JK-FC Metalist Kharkhiv 1-0
Un gol di rapina di Filip Hološko ha portato in vantaggio i turchi nella ripresa, ma il Metalist ha dimostrato di essere un avversario difficile da battere. Hološko ha segnato al 58’, ma per il Beşiktaş le cose si sarebbero potute complicare qualche istante più tardi, quando Edmar ha colpito la traversa. Forse conscio del fatto che il Metalist ha vinto nove delle ultime 13 gare del campionato ucraino, il Beşiktaş ha cercato subito il raddoppio. Ad andare vicino al gol con un forte tiro dalla distanza è stato invece Coelho, che ha costretto Rüştü Reçber ad un difficile intervento.

FC Timişoara-FK Partizan 1-2
Dopo un’assenza di 16 anni, il ritorno in Europa del Timişoara si è concluso con una sconfitta. Il Partizan ha infatti messo in mostra la sua superiorità in Romania. Il portiere di casa Costel Pantilimon ha tenuto a bada i serbi nelle fasi iniziali e l’FC è passato in vantaggio al 24’ con un tiro dalla distanza di Gheorghe Bucur. L’eccellente Zoran Tošić ha pareggiato dieci minuti dopo con un perfetto calcio di punizione e il centrocampista Moreira si è visto poi respingere una conclusione sulla linea e una dalla traversa. Al 65’ Miloš Bogunović ha realizzato il gol della vittoria per i serbi, ma Lukas Magera è andato vicino al pareggio poco dopo.

AC Bellinzona-Galatasaray AŞ 3-4
Il St. Jakob-Park di Basilea è stato teatro di una partita drammatica simile a quelle di UEFA EURO 2008™. Questa gara è rimasta in bilico dopo vari capovolgimenti di fronte fino al gol della vittoria realizzato da Lincoln nel quinto minuto di recupero. Per gli svizzeri è stato un finale crudele. Erano passati in vantaggio per primi con mauro Lustrinelli alla mezz’ora ma Harry Kewell aveva pareggiato prima del riposo. Gürkan Sermetel ha riportato in vantaggio gli elvetici nella ripresa ma la doppietta di Milan Baroš, al 52’ e 81’, ha trasformato la gara. Il Bellinzona ha pareggiato con Iacopo La Rocca al 90’. I tifosi hanno esultato ma la loro gioia è durata poco, proprio come nella gara fra Svizzera e Turchia giocata a giugno nel corso dei campionati europei.

BSC Young Boys-Club Brugge KV 2-2
Seydou Doumbia ha pareggiato a tre minuti dalla fine per i padroni di casa in una partita altalenante giocata a Berna. Marco Schneuwly ha portato in vantaggio lo Young Boys al 16’, ma Wesley Sonck ha approfittato di un errore della difesa svizzera pareggiando 20 minuti dopo. Il difensore Philippe Clement ha raddoppiato per i belgi al 73’, ma l’attaccante Doumbia ha dato ai suoi la possibilità di passare il turno nella gara di ritorno.

Brøndby IF-Rosenborg BK 1-2
Il Rosenborg si è avvicinato alla qualificazione alla fase a gruppi della Coppa UEFA con un ottimo risultato in Danimarca. I norvegesi hanno dominato la prima frazione, passando in vantaggio con Marek Sapara al 28’ e hanno raddoppiato nella ripresa con Per Ciljan Skjelbred. Il Brøndby ha poi accorciato le distanze con Michael Krohn-Dehli e i padroni di casa hanno colpito due volte il palo con Morten Rasmussen e l’esordiente Ousman Jallow. Nel finale anche il Rosenborg, vincitore della Coppa Intertoto UEFA, ha colpito il montante con Banor Tettey.

NK Dinamo Zagreb-AC Sparta Praha 0-0
Lo Sparta è uscito indenne dallo stadio della Dinamo in una gara che ha visto poche occasioni da gol. La squadra ceca è andata vicina al gol al 21’ quando Miroslav Slepička si è smarcato al limite dell’area, ma il suo tiro è terminato a lato. Nella ripresa anche la Dinamo si è resa pericolosa, ma Sammir non è riuscito a sfruttare un insidioso cross di Mario Mandžukić. I padroni di casa hanno mantenuto più a lungo il possesso di palla, ma in vista della gara di ritorno, in programma fra due settimane, il risultato favorisce lo Sparta.

SC Braga-Artmedia Petržalka 4-0
Albert Meyong ha realizzato contro gli slovacchi l’unica tripletta della serata, in una gara dominata dai portoghesi. Al terzo minuto l’attaccante camerunense ha fornito l’assist per Evaldo, autore del primo gol, ma si è poi messo in luce nel resto della partita. Meyong ha raddoppiato al 18’, dodici minuti dopo ha trasformato un calcio di rigore e nella ripresa ha firmato la sua tripletta personale. Grazie alla sua prestazione il Braga, qualificatosi grazie all’Intertoto, è a un passo dalla terza qualificazione consecutiva alla fase a gruppi della Coppa UEFA.

In alto