Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Esultano Romania e Svizzera

Riepilogo Europa centro-orientale: il Vaslui diventa la quinta squadra rumena ad assicurarsi un posto al primo turno di Coppa UEFA, mentre Zurigo e Bellinzona regalano brividi.

Johnny Leoni è stato l'eroe dello Zurigo
Johnny Leoni è stato l'eroe dello Zurigo ©Getty Images

L’SC Vaslui vince e diventa la quinta squadra rumena ad assicurarsi un posto al primo turno di Coppa UEFA, mentre FC Zürich e AC Bellinzona regalano brividi a non finire. Il portiere Johnny Leoni dello Zurigo è l’eroe ai calci di rigore contro l’SK Sturm Graz, mentre il Bellinzona ribalta la sconfitta per 3-2 dell’andata ed elimina l’FC Dnipro Dnipropetrovsk con un 2-1 casalingo.

FC Moskva - Legia Warszawa 2-0 (and.: 2-1)
Le reti di Igor Strelkov e Oleg Kuzmin portano la formazione moscovita al turno successivo. La squadra di Oleg Blokhin si porta in vantaggio al 6’ con Strelkov su cross di Kiril Nababkin. 10’ dopo, Sebastian Szałachowski colpisce un palo per il Legia, ma i padroni di casa raddoppiano al 4’ della ripresa con Kuzmin, freddo nell’uno contro uno con il portiere Ján Mucha.

Hertha BSC Berlin - NK IB Ljubljana 1-0 (and.: 2-0)
Con una punizione al 3’ di Patrick Ebert, l’Hertha supera l’IB Ljubljana e passa al turno successivo. Ebert regala alla squadra di Lucien Favre l’avvio perfetto con un calcio di punizione da 20 metri che si insacca all’incrocio, mettendo fine alle già deboli speranze della formazione slovena.

Grasshopper-Club - KKS Lech Poznań 0-0 (and.: 0-6)
Dopo la batosta di due settimane fa, il Grasshoppers si consola con un pareggio casalingo a reti bianche. L’undici di Hanspeter Latour appare migliorato e sfiora il vantaggio con una punizione di Ricardo Cabanas. Grzegorz Wojtkowiak risponde per il Lech nella ripresa ma è indeciso davanti alla porta. La gara termina senza altre occasioni degne di nota.

Debreceni VSC - BSC Young Boys 2-3 (and.: 1-4)
Il Debrecen non riesce a ribaltare la sconfitta per 4-1 dell’andata e soccombe in Ungheria. Marco Schneuwly apre le marcature con un gol spettacolare, e nonostante il pareggio di Loránt Oláh, la squadra di Berna si riporta in vantaggio nella ripresa con Alberto Regazzoni (56’) e Gilles Yapi (67’). Machperlin Omagbemi Dudu accorcia per il Debrecen al 74’.

SK Sturm Graz - FC Zürich 1-1 (and.: 1-1, lo Zurigo vince 4-2 ai rigori)
Grazie a una parata di Leoni sul tiro dal dischetto di Petr Hlinka, lo Zurigo centra un’emozionante qualificazione. Gli ospiti passano in vantaggio al 5’ con Almen Abdi, ma Andreas Hölzl pareggia all’11 da fuori area. Lo Zurigo crea altre opportunità con Hannu Tihinen, ma l’incontro procede ai supplementari e ai calci di rigore, dove Leoni si dimostra decisivo.

AC Bellinzona - FC Dnipro Dnipropetrovsk 2-1 (and.: 2-3, vince il Bellinzona ai gol in trasferta)
A Lugano, la formazione svizzera ribalta il 3-2 dell’andata. Dopo appena 42 secondi, Shkelzen Gashi apre le marcature, ma il Dnipro pareggia con Sergei Samodin già all’8’. Nella ripresa, i padroni di casa si lanciano in avanti ma sprecano occasioni con Gashi, Mauro Lustrinelli e Ikechukwu Kalu. A 14’ dalla fine, Iacopo La Rocca devia in rete un calcio di punizione di Gürkan Sermeter e porta il risultato a favore del Bellinzona.

SC Vaslui - SK Liepájas Metalurgs 3-1 (and.: 2-0)
Il Vaslui stacca il biglietto per il primo turno con un comodo 3-0 sul Metalurgs. Fondato appena sei anni fa e alla prima stagione in Europa, il Vaslui si porta subito sul 2-0 con due colpi di testa di Lucian Burdujan e Gabriel Cânu, poi Ousmane Ndoye sigla il terzo al 31’ con un rasoterra dal limite dell’area. Il Metalurgs perde Andrejs Žuravlovs a 20’ dal termine ma segna il gol della bandiera con Antonio Ferreira.

MŠK Žilina - FC Slovan Liberec 2-1 (and.: 2-1)
Nonostante un rigore sbagliato e un’espulsione, lo Žilina ribadisce il risultato di due settimane fa in Repubblica Ceca. L’estremo difensore ospite Zbyněk Hauzr para un rigore di Robert Jež dopo la ripetizione comandata dall’arbitro, poi Emil Rilke viene espulso per carica al portiere. Tuttavia, i padroni di casa non perdono il controllo e il subentrato Ivan Belák segna l’1-0 con una conclusione da fuori area. Jež si fa perdonare l’errore dal dischetto e raddoppia 6’ dopo. Infine, Jan Nezmar accorcia nei minuti di recupero, ma per il Liberec è troppo tardi.

FK Austria Wien - FC WIT Georgia 2-0
In un incontro a gara unica, data la situazione politica in Georgia, l’Austria Vienna supera la formazione di Tbilisi. Gli ospiti si rendono pericolosi nelle prime battute, ma l’Austria passa in vantaggio a sorpresa al 26’ con una rete di testa di Matthias Hattenberger. Il WIT Georgia riprende le redini dell’incontro in termini di possesso palla ma è poco incisivo, e a 18’ dallo scadere paga le troppe leggerezze incassando il radoppio di Rubin Okotie.

FC Salzburg - FK Sūduva 0-1 (and.: 1-4)
Il Salisburgo si qualifica nonostante una sconfitta a sorpresa contro la formazione lituana, René Aufhauser sfiora l’autorete su cross di Sūduva, ma questa è l’unica azione del primo tempo. Nella ripresa, i padroni di casa tengono palla, ma al 78’ subiscono il gol su un calcio di punizione di Karolis Jasaitis da 30 metri che rimpalla su un difensore e supera il portiere Timo Ochs.

In alto