Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Gudjónsson non teme l’Aston Villa

Gudjónsson è convinto che il suo Hafnarfjördur non parta sconfitto con gli inglesi in Coppa UEFA: "Se indoviniamo la partita possiamo metterli in difficoltà".

Heimir Gudjónsson è convinto che il suo FH Hafnarfjördur non parta sconfitto contro l’Aston Villa FC in Coppa UEFA: "Se indoviniamo la partita possiamo metterli in difficoltà".

Capolista
I vincitori della scorsa edizione della Coppa d’Islanda hanno il morale alto in vista della gara d’andata valida per il secondo turno di qualificazione, in programma allo stadio Laugardalsvöllur di Reykjavik. Il successo di sabato per 2-1 contro il KR Reykjavík mantiene l’FH in testa al campionato. La formazione scandinava, campione d’Islanda nel 2004, 2005 e 2006, ha frequentato negli ultimi anni le competizioni continentali con maggiore assiduità dei campioni d’Europa 1981/82.

Priorità al campionato
Per la sfida di campionato giocata sabato, Gudjónsson non ha fatto calcoli in vista dell’impegno europeo: "La nostra priorità è il campionato, le gare continentali sono un bonus". Ma non per questo il tecnico non tiene alla sfida contro gli inglesi. 

Sfida affascinante
"È molto bello per il calcio islandese ricevere la visita dei grandi giocatori e del grande allenatore dell’Aston Villa. Siamo in forma e pronti per questa sfida”.

Missione improbabile
L’FH è l’unica formazione islandese superstite in Europa. L’FC BATE Borisov ha infatti eliminato il Valur Reykjavík dalla UEFA Champions League, mentre l’ÍA Akranes è uscito dalla Coppa UEFA per mano dell’FC Honka Espoo, e l’FK Rīga si è dimostrato troppo forte per l’Fylkir in Coppa Intertoto UEFA. "Non voglio parlare di percentuali, ma sono sicuro che non sfigureremo. Spesso in queste partite si rende al di sopra delle proprie possibilità”. 

In alto