UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Mutu da impazzire, la Fiorentina passa

PSV Eindhoven – ACF Fiorentina 0-2 (and. 1-1)
I viola espugnano il campo del PSV con una doppietta dell’attaccante romeno, Frey para un rigore a Simons: tra la squadra di Prandelli e la finale ci sono i Rangers.

Mutu da impazzire, la Fiorentina passa
Mutu da impazzire, la Fiorentina passa ©Getty Images

Ci pensa l’ACF Fiorentina a tenere alto l’onore dell’Italia in Europa. Dopo l’1-1 dell’andata, la squadra di Cesare Prandelli passa 2-0 in casa del PSV Eindhoven nel ritorno dei quarti di finale di Coppa UEFA e si qualifica al termine di una prestazione scintillante. Al Philips Stadion è decisivo ancora una volta Adrian Mutu, che con un gol per tempo firma una fantastica doppietta e si porta a quota sei nella classifica cannonieri. Maiuscola anche la prestazione di Sébastien Frey, che a dieci minuti dalla fine respinge un rigore del capitano avversario Timmy Simons. In semifinale i viola dovranno vedersela con i Rangers.

Turn-over
Abbondante turn-over per Prandelli, che presenta una difesa nuova di zecca rispetto alla sfida contro la Reggina Calcio e schiera in attacco Mario Alberto Santana al posto di Papa Waigo. Sef Vergoossen cambia in due elementi la squadra che ha sconfitto 2-0 l’Heracles Almelo in campionato: fuori l’infortunato Ibrahim Afellay e lo squalificato Jefferson Farfán, dentro Edison Méndez e Jason Culina.

Frey in tuffo
Il PSV parte subito forte e dopo sei minuti Frey è costretto alla deviazione in tuffo sul tiro di Danny Koevermans, servito da Simons. Quattro minuti dopo è Slobodan Rajković a salvarsi in corner sul tiro di Giampaolo Pazzini, mentre all’11’ Alessandro Gamberini manda incredibilmente a lato di testa su preciso cross di Mutu.

Autogol sfiorato
Al 20’ ci prova Pazzini, ma Heurelho Gomes blocca a terra il tiro dell’attaccante dopo la percussione di Santana. Sette minuti dopo, Riccardo Montolivo “ubriaca” con un doppio passo Méndez e mette in mezzo, il messicano Carlos Salcido respinge e sfiora l’autogol. Al 35’, Rajković si sostituisce al suo portiere e salva sul tiro di Santana.

Mutu segna…
A sette minuti dall’intervallo, la Fiorentina passa in vantaggio con il quinto gol nella manifestazione di Mutu: la botta su punizione del fantasista romeno, dopo il tocco di tacco di Fabio Liverani, “fulmina” Gomes. Vergoossen corre ai ripari a inizio ripresa: Otman Bakkal lascia il posto a Danko Lazović.

…e raddoppia
Ma è la Fiorentina a trovare il raddoppio dopo otto minuti. Su un lancio dalle retrovie di Martin Jørgensen, Pazzini scatta sul filo del fuorigioco e si invola verso Gomes: il brasiliano respinge il tiro dell’attaccante, ma sulla ribattuta di Mutu dal limite dell’area non può nulla. Due minuti dopo il portiere del PSV si supera, con la mano di richiamo, su un meraviglioso destro a giro di Montolivo. Al 58’ è Pazzini, con uno splendido movimento, a liberarsi per il tiro ma il pallone termina a lato.

Traversa di Montolivo
La squadra di casa si rende pericolosa con un tiro del serbo Lazović, che manda alto un cross del connazionale Rajković respinto da Tomáš Ujfaluši. Ma è ancora la Fiorentina a sfiorare il gol. Sul traversone di Marco Donadel, Gomes in uscita respinge dopo aver travolto Jan Kromkamp: il pallone finisce sui piedi di Montolivo, che prova un pallonetto su cui il portiere brasiliano si salva con l’aiuto della traversa.

Rigore parato
Koevermans sciupa una buona opportunità da pochi passi, poi Pazzini non inquadra il bersaglio di testa. L’attaccante lascia il campo a Christian Vieri, mentre Zdravko Kuzmanović rileva Santana. Lazović non impatta il pallone su cross di Balázs Dzsudzsák, poi l’arbitro spagnolo Luis Medina Cantalejo assegna il rigore per un contatto tra lo stesso attaccante serbo e Ujfaluši: ma Frey è in serata di grazia e respinge il tiro dal dischetto di Simons. La Fiorentina, dopo due minuti di recupero, si gode una qualificazione storica e meritata.