UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Ostacolo Getafe per la favorita Bayern

I bavaresi ospitano la squadra di Laudrup, con il danese che insegue la prima vittoria della carriera in Germania.

Ostacolo Getafe per la favorita Bayern
Ostacolo Getafe per la favorita Bayern ©Getty Images

L’FC Bayern München, grande favorita per la conquista della Coppa UEFA, ospita nei quarti di finale il Getafe CF, il cui tecnico Michael Laudrup cerca la prima vittoria in Germania.

• Le due squadre non si sono mai affrontate in competizioni europee per club.

• Il Bayern vanta 33 precedenti contro avversarie spagnole: 17 vittorie, otto pareggi e otto sconfitte.

• Su 15 gare interne ha ottenuto undici vittorie, tre pareggi e una sconfitta.

• Il Bayern ha vinto due finali europee contro squadre spagnole: 5-1 al Club Atlético de Madrid nella doppia finale di Coppa dei Campioni 1973/74 e 5-4 ai calci di rigore (1-1 dopo 120’) contro il Valencia CF nella finale di UEFA Champions League 2000/01 a Milano.

• Per contro, il Getafe affronta una rivale tedesca per la prima volta.

• Rubén De La Red conosce già la Fußball Arena München. Lo scorso anno ha fatto parte (in panchina) della spedizione del Real Madrid CF sconfitta 2-1 dal Bayern Monaco nel ritorno degli ottavi di finale. I tedeschi hanno poi superato il turno grazie alla regola dei gol segnati in trasferta (4-4 complessivo).

• L’allenatore del Bayern Ottmar Hitzfeld non ha mai vinto la Coppa UEFA, pur avendo conquistato due volte la UEFA Champions League: con il BV Borussia Dortmund nel 1996/97 e alla prima esperienza con il Bayern nel 2000/01. Il tecnico 59enne lascerà la panchina del Bayern al termine della stagione e assumerà il timone della Svizzera.

• Hitzfeld punta a conquistare quest’anno con il Bayern il quinto titolo tedesco e la terza Coppa di Germania, prima di cedere il testimone a Jürgen Klinsmann.

• L’allenatore del Getafe Michael Laudrup vanta come giocatore una carriera più brillante di Hitzfeld.  Laudrup, 104 presenze con la Danimarca ed eletto miglior giocatore danese di sempre nel 2006, ha però dalla sua un solo titolo europeo: la Coppa dei Campioni conquistata con il FC Barcelona nel 1991/92.

• Laudrup ha affrontato in carriera sei volte la nazionale tedesca (fra Germania e Germania Ovest): cinque da calciatore e una da allenatore in seconda della Danimarca, quest’ultima vincendo 2-1 nel 2001 contro una Germania che schierava il portiere del Bayern Oliver Kahn. Tuttavia, a causa di divergenze con il selezionatore Richard Møller Nielsen, non ha fatto parte della squadra danese che ha battuto la Germania nel Campionato Europeo UEFA del 1992.

• Laudrup ha affrontato Kahn da giocatore anche nell’amichevole vinta 2-0 dalla Germania nel 1996. Il bilancio complessivo dei cinque confronti contro la Germania come giocatore è di quattro sconfitte e una vittoria, 2-0 nella fase finale del Mondiale FIFA del 1986.

• L’allenatore del Getafe vanta inoltre nove confronti contro squadre tedesche a livello di club.

• Due di questi confronti risalgono al periodo in cui ha allenato il Brøndby IF, con i danesi sconfitti 2-1 in trasferta e vittoriosi 2-1 in casa contro lo FC Schalke 04 nel secondo turno della Coppa UEFA 2003/04 UEFA, passando il turno ai calci di rigore (3-1). Il giocatore del Bayern Hamit Altıntop giocò entrambe le gare con lo Schalke, e fallì un calcio di rigore nella serie finale.

• Da giocatore Laudrup ha giocato sette volte contro squadre tedesche: quattro vittorie, due pareggi e una sconfitta, realizzando un gol. Le quattro vittorie sono sempre maturate in casa, mentre in Germania non ha mai vinto sia da giocatore che da allenatore.

• Avendo giocato le ultime due edizioni della Coppa UEFA con il Sevilla FC, l’attaccante del Getafe Kepa Blanco è in lizza per il terzo successo consecutivo in Coppa UEFA.

• Blanco ha giocato sei partite nell’edizione 2005/06 realizzando un gol. Nella finale vinta 4-0 contro il Middlesbrough FC è rimasto in panchina.

• Blanco ha raccolto sei presenze anche nella scorsa edizione del torneo, andando a segno tre volte. Tuttavia, avendo trascorso la seconda parte della stagione in prestito al West Ham United FC, ha saltato la finale vinta dal Siviglia ai calci di rigore contro l’RCD Espanyol.

• Getafe e FC Zenit St. Petersburg sono le uniche due squadre superstiti nel torneo a non aver mai vinto un importante trofeo europeo.

• Il Bayern è di gran lunga la squadra più blasonata fra quelle ancora in corsa con quattro Coppe dei Campioni (1973/74, 1974/75, 1975/76 e 2000/01), una Coppa UEFA (1995/96) e una Coppa delle Coppe UEFA (1966/67).

• Il difensore del Getafe Franck Signorino è stato compagno di squadra di Franck Ribéry, attualmente al Bayern, ai tempi del FC Metz nel 2004/05, anche se Ribéry passò al Galatasaray AS nella seconda parte della stagione. Signorino passò al FC Nantes Atlantique la stagione seguente, mentre Ribéry si trasferì all’Olympique de Marseille.

• Il giocatore del Bayern Mark van Bommel conosce bene il calcio spagnolo avendo conquistato il campionato con il FC Barcelona nella stagione 2005/06. Anche Zé Roberto ha giocato in Spagna, con il Real Madrid CF nel 1997.

• L’attaccante del Bayern Luca Toni è il capocannoniere di questa edizione della Coppa UEFA con sette reti, a pari merito con Pavel Pogrebnyak dello Zenit. I compagni di squadra dell’azzurro, Miroslav Klose e Lukas Podolski, sono andati a segno cinque volte a testa.

• I migliori realizzatori del Getafe, entrambi con quattro reti, sono i centrocampisti Pablo Hernández ed Esteban Granero.

• Toni rientra con il Getafe dopo aver scontato un turno di squalifica, mentre Van Bommel è ancora diffidato.

• Lucas Licht del Getafe è squalificato, mentre rientrano dopo il turno di squalifica Pablo Hernández e Braulio. Il portiere Pato, Juan Albín, Javier Casquero, Granero e Mario Cotelo sono invece tutti diffidati.

• Dopo aver vinto il Gruppo F di Coppa UEFA, il Bayern si è qualificato per i quarti di finale superando Aberdeen FC ed RSC Anderlecht. Il Getafe ha vinto il Gruppo G, eliminando poi AEK Athens FC e SL Benfica.

• Il ritorno si giocherà a Madrid il 10 aprile. La vincente di questa sfida se la vedrà in semifinale contro una fra Bayer 04 Leverkusen e Zenit. L’andata è in programma in casa il 24 aprile e il ritorno l’1 maggio.

• La vincente di questa semifinale avrà lo status di squadra ospite per la finale di Coppa UEFA in programma il 14 maggio allo stadio City of Manchester.