UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Il Napoli vince in rimonta a Rijeka

Gli azzurri ribaltano il match con il gol di Demme e l'autorete di Braut e raggiungono Real Sociedad e AZ Alkmaar in testa al girone.

Diego Demme (C) of SSC Napoli celebrates with teammates after scoring equalizing goal during the UEFA Europa League group F match between HNK Rijeka and SSC Napoli in Rijeka, Croatia
Diego Demme (C) of SSC Napoli celebrates with teammates after scoring equalizing goal during the UEFA Europa League group F match between HNK Rijeka and SSC Napoli in Rijeka, Croatia EPA/ANTONIO BAT

Tre punti d'oro, ma quanta sofferenza. Vince ma non convince il SSC Napoli, capace di superare il HNK Rijeka fanalino di coda del girone di UEFA Europa League solo con un'autorete.

Rijeka - Napoli 1-2: cronaca e reazioni

Il blitz allo Stadion di Fiume vale a Gennaro Gattuso il primo posto in classifica complice la vittoria della Real Sociedad con l'Az Alkmaar, ma il tecnico campione del mondo nel 2006 ha pochi altri motivi per sorridere stasera. Il suo Napoli è apparso lento e impacciato nel primo tempo, ha reagito d'orgoglio dopo il gol subito da Robert Murić, ma non è mai riuscito a sviluppare gioco come vorrebbe l'allenatore.

Highlights: Real Sociedad - Napoli 0-1
Highlights: Real Sociedad - Napoli 0-1

Eppure, proprio al tramonto della prima frazione, gli azzurri hanno pareggiato con Diego Demme, bravo nel deviare in rete da zero metri un cross di Dries Mertens dalla sinistra. A piegare definitivamente la resistenza dei croati è stato l'autogol del 18enne Filip Braut, che nel tentativo di anticipare Matteo Politano ha bucato Ivan Nevistić con un tocco sporco di ginocchio.

Prima e dopo, il Napoli ha giocato al piccolo trotto: troppo compassati Stanislav Lobotka e lo stesso Demme in mezzo al campo, troppo pochi i rifornimenti per Andrea Petagna, promosso centravanti titolare dopo la squalifica di Victor Osimhen.

L'unico ad accendersi è stato Mertens, che nel primo tempo ha servito a Demme un assist cioccolatino da spingere solo in rete e nella ripresa ha colpito la traversa su calcio di punizione prima dell'autogol di Braut. Per vincere in Croazia, alla fine, sono bastati due lampi.