Siviglia - Roma: storia della partita

Partiti entrambi dalla fase a gironi, Siviglia e Roma si affronteranno all'Estadio Ramón Sánchez-Pizjuán per l'andata degli ottavi di finale.

Due club il cui cammino europeo nel 2019/20 è iniziato nella fase a gironi di UEFA Europa League si troveranno di fronte per la prima volta in un attesissimo ottavo di finale. Nella gara d'andata il Siviglia ospiterà la Roma all'Estadio Ramón Sánchez-Pizjuán.

• Il Siviglia ha superato il Gruppo A vincendo le prime cinque partite ma ha perso alla sesta giornata contro l'altro club qualificato: l'APOEL. Gli spagnoli hanno poi superato i sedicesimi non con poche difficoltà contro gli ostici campioni della Romania del CFR Cluj (1-1 t, 0-0 c).

• La Roma si è qualificata come seconda del Gruppo J con nove punti, uno in meno della capolista İstanbul Başakşehirspor, formazione contro la quale ha ottenuto le uniche due vittorie del girone (4-0 c, 3-0 t). Ai sedicesimi invece ha eliminato il Gent vincendo 1-0 in Italia e pareggiando 1-1 in Belgio.

Precedenti
• Nei 12 precedenti in competizioni UEFA contro avversari italiani, il Siviglia ha collezionato cinque vittorie e cinque sconfitte. In casa il suo bilancio è V3 P1 S1, l'ultima vittoria è stata contro la Lazio nel ritorno dei sedicesimi di UEFA Europa League della passata edizione (2-0).

• La Roma ha vinto appena 11 dei 34 incroci UEFA contro avversari spagnoli (P5 S18) e appena quattro delle 17 trasferte in Spagna (P4 S10), perdendo le ultime tre. L'unica precedente trasferta in Spagna in UEFA Europa League è stata una vittoria per 4-0 in casa del Villareal nell'andata dei sedicesimi 2016/17.

Stato di forma
Siviglia
• Nella passata stagione il Siviglia ha giocato 16 partite di UEFA Europa League, passando dal secondo turno di qualificazione sino agli ottavi di finale dove è uscito con lo Slavia Praha perdendo ai supplementari nella capitale ceca. Il club andaluso si è qualificato alla fase a gironi di questa stagione in virtù del sesto posto in Liga nel 2018/19.

• I tre volte vincitori della UEFA Europa League non hanno mai fallito la qualificazione ai sedicesimi e con questa si sono qualificati cinque volte su cinque, passando come primi per la terza volta. Nel girone il Siviglia ha battuto Qarabağ e Dudelange in casa e in trasferta e poi vinto 1-0 con l'APOEL prima della sconfitta con lo stesso risultato a Cipro nell'ultima giornata. Gli spagnoli hanno superato il girone con 15 punti - più di qualsiasi altra squadra in questa edizione - ma con i due pareggi dei sedicesimi col CFR adesso sono tre le partite senza vittorie in Europa.

• Il Siviglia ha superato gli ottavi di UEFA Europa League tre volte su quattro. L'unica eliminazione è stata l'anno scorso con lo Slavia (2-2 c, 3-4 t). I passaggi del turno sono stati invece nelle edizioni poi vinte, ovvero 2013/14 (ai rigori contro i rivali cittadini del Real Betis dopo due sconfitte per 2-0 in casa), nel 2014/15 (3-1 t, 2-1 c contro Villareal) e 2015/16 (0-0 t, 3-0 c contro Basel)

• Il Siviglia aveva vinto in casa 18 partite consecutive in UEFA Europa League contro avversari non spagnoli (qualificazioni comprese) prima di pareggiare 2-2 con lo Slavia nella passata stagione. Il club spagnolo aveva ripreso il cammino di vittorie in questa edizione vincendo le tre gare interne del Gruppo A senza subire gol prima dello 0-0 col CFR - decima partita senza subire gol nelle ultime 12 gare in casa nella competizione.

Roma
• La Roma ha chiuso la passata Serie A al sesto posto, non qualificandosi alla UEFA Champions League per la prima volta dopo sei anni. I Giallorossi sono stati sconfitti complessivamente 4-3 dopo i supplementari dal Porto negli ottavi 2018/19 dopo aver raggiunto la semifinale nella stagione precedente.

• La terza partecipazione dei Giallorossi alla fase a gironi di UEFA Europa League si è chiusa - come le due precedenti - con la qualificazione alla fase a eliminazione diretta sebbene, a differenza del 2009/10 e 2016/17, questa volta non sia passata come prima del girone. La Roma ha subito gol sul finale nel pari interno e nella sconfitta esterna col Borussia Mönchengladbach, mentre contro il Wolfsberg ha ottenuto solo due pareggi.

• La qualificazione ai danni del Gent è stata la terza consecutiva ai sedicesimi ma agli ottavi sono arrivate due eliminazioni su due: contro i connazionali della Fiorentina nel 2014/15 (1-1 t, 0-3 c) e contro il Lyon nel 2016/17 (2-4 t, 2-1 c). L'unico passaggio del turno agli ottavi nelle ultime sette occasioni nelle due competizioni europee è stato nel 2017/18 in UEFA Champions League quando ha eliminato lo Shakhtar Donetsk per i gol in trasferta (1-2 t, 1-0 c).

• La Roma non vince in trasferta nella fase a eliminazione diretta delle due competizioni europee dalla vittoria del 2016/17 in casa del Villareal. I Giallorossi avevano quindi perso cinque trasferte consecutive prima dell'1-1 in casa del Gent nei sedicesimi. Nelle ultime cinque partite di UEFA Europa League, la Roma ha vinto una sola volta (P2 S2) – contro l'İstanbul Başakşehir nella fase a gironi di questa stagione.

Collegamenti e curiosità 
• Il difensore argentino della Roma, Federico Fazio, ha disputato 152 partite in Liga e segnato 12 gol col Siviglia tra il 2007 e il 2016.

• La Roma ha in squadra tre calciatori spagnoli – Pau López, Gonzalo Villar e Carles Pérez. Il portiere López ha giocato coi rivali cittadini del Siviglia, il Betis, nel 2018/19 prima di trasferirsi nella capitale italiana, mentre Nikola Kalinić nella scorsa stagione ha giocato con l'Atlético Madrid ed è attualmente in prestito dal club spagnolo.

• Quatto giocatori del Siviglia hanno giocato nel campionato italiano – Franco Vázquez ha giocato col Palermo dal 2012–16, Éver Banega con l'Inter nel 2016/17 (e ha segnato il suo primo gol con l'Inter contro la Roma), mentre Lucas Ocampos ha giocato in prestito con le maglie di Genoa e AC Milan nel 2016/17. Suso invece è in prestito dal Milan nel quale è arrivato nel 2015.

• Il romanista Aleksandar Kolarov ha giocato col Manchester City insieme ai giocatori del Siviglia, Rony Lopes (2012–14), Jesús Navas (2013–17), Fernando (2014–17) e Nolito (2016/17). Inoltre è compagno di nazionale del serbo Nemaja Gudelj del Siviglia.

• Anche Edin Džeko è stato compagno di Lopes, Navas e Fernando ai tempi del Manchester City (2011–16).

• Nelle due squadre ci sono tre nazionali argentini – Banega, Vázquez e Ocampos (Siviglia) e Fazio, Javier Pastore e Diego Perotti (Roma).

• Luuk de Jong del Siviglia e Justin Kluivert della Roma sono compagni di squadra nella nazionale olandese, mentre Navas e López lo sono in quella spagnola.

• Il Siviglia è una delle due ex vincitrici della UEFA Europa League ancora in corsa insieme al Manchester United.

• Il Siviglia ha segnato 121 gol in UEFA Europa League (dalla fase a gironi alla finale) e deve fare altre tre reti per eguagliare il record della competizione che attualmente detengono Villareal e Salisburgo. Il Siviglia ha vinto 38 partite, ovvero tante quanto il Villareal ma una in meno del Salisburgo che è prima in questa speciale classifica.

• Il Siviglia è imbattuto nelle ultime sei gare fra tutte le competizioni ed è terzo nella Liga dopo il pareggio 2-2 di sabato sul campo dell'Atlético Madrid.

Gli allenatori
• Nel giugno 2019 il Siviglia ha messo sotto contratto per tre anni Julen Lopetegui. L'ex portiere è tornato ad allenare dopo una breve parentesi col Real Madrid conclusasi prematuramente nell'ottobre 2018. Lopetegui in carriera ha allenato le giovanili della Spagna vincendo titoli europei con l'Under 19 nel 2012 e con l'U21 l'anno successivo. In seguito ha preso le redini del Porto che ha allenato 18 mesi e poi è stato scelto come Ct della Spagna con la quale si è qualificato alla Coppa del Mondo FIFA 2018, salvo essere esonerato alla vigilia dell'inizio del torneo.

• Paulo Fonseca è stato nominato allenatore della Roma l'11 giugno 2019 dopo aver vinto campionato e coppa ucraina nelle tre stagioni allo Shakhtar Donetsk, dove aveva sostituito il tecnico di lungo corso Mircea Lucescu nel 2016. Difensore centrale dalla carriera modesta, ha iniziato ad allenare in patria (Portogallo), partendo dal Paços de Ferreira prima di passare al Porto nel 2013. Nel 2015/16 da allenatore del Braga ha vinto il suo primo trofeo importante, ovvero la Coppa di Portogallo.

In alto