Storia della partita: Ludogorets - Inter

In lotta per le prime posizioni della Serie A, nei sedicesimi di finale l'Inter affronterà in trasferta un Ludogorets alla ricerca della sua prima vittoria in una fase a eliminazione diretta.

Il Ludogorets è stato inarrestabile nelle prime giornate della fase a gironi
Il Ludogorets è stato inarrestabile nelle prime giornate della fase a gironi ©AFP

I campioni di Bulgaria del Ludogorets proveranno a imporsi in casa per la prima volta in una fase a eliminazione diretta ma l'impresa non sarà delle più semplici, dato che affronteranno un Inter che lotta per le prime posizioni della Serie A e che è al secondo sedicesimo di finale consecutivo di UEFA Europa League.

• Il Ludogorets ha raccolto sei punti nelle prime due giornate della fase a gironi grazie alle vittorie su CSKA Moskva (5-1 in casa) e Ferencváros (3-0 in trasferta). Il pareggio per 1-1 contro gli ungheresi alla sesta giornata ha poi qualificato la formazione bulgara come seconda del Gruppo H dietro l'Espanyol. L'Inter invece non è riuscita a superare il girone di UEFA Champions League, che ha chiuso al terzo posto dietro Barcellona e Borussia Dortmund.

Conosciamo le 32 squadre dei sedicesimi di Europa League
Conosciamo le 32 squadre dei sedicesimi di Europa League

Precedenti
• I due precedenti del Ludogorets contro avversari italiani sono stati entrambi nei sedicesimi di UEFA Europa League. I bulgari hanno eliminato la Lazio nel 2013/14 (1-0 t, 3-3 c) ma perso contro l'altra squadra di Milano, l'AC Milan, nel 2017/18 (0-3 c, 0-1 t). Il Ludogorets è ancora alla ricerca della prima vittoria interna contro squadre italiane.

• L'Inter è imbattuta nelle cinque partite contro formazioni bulgare e ha pareggiato le due precedenti trasferte - sebbene l'ultima di queste risalga al pareggio per 0-0 del 1974 in casa dell'Etar nel primo turno di Coppa UEFA (3-0 il ritorno).

Highlights: Ludogorets 1-1 Ferencváros
Highlights: Ludogorets 1-1 Ferencváros

Stato di forma
Ludogorets
• Il Ludogorets ha vinto l'ottavo campionato bulgaro consecutivo nel 2018/19 guadagnandosi così un posto nel primo turno di qualificazione di UEFA Champions League, dove però è caduto per mano del Ferencváros. Nelle qualificazioni di UEFA Europa League ha poi superato Valur, New Saints e Maribor, guadagnandosi l'accesso alla fase a gironi che l'anno scorso ha chiuso all'ultimo posto. 

• In questa edizione invece ha superato il girone soprattutto grazie alle due importanti vittorie della prima e seconda giornata. Nelle altre giornate ha infatti raccolto altri due punti appena, e subito la sconfitta europea più pesante di sempre del club quando ha perso 6-0 in casa dell'Espanyol alla quarta giornata.

• Il club di Razgrad è ai sedicesimi di finale per la quarta volta. Sei anni fa contro la Lazio ha superato il turno per la prima volta, ma nelle altre due partecipazioni è sempre stato eliminato: contro il Copenhagen nel 2016/17 (1-2 c, 0-0 t) e contro il Milan nella stagione successiva.

• Nelle ultime due stagioni europee, il Ludogorets ha mantenuto la porta inviolata in casa per otto volte su 14 (V6 P5 S3). L'unica vittoria ottenuta nella UEFA Europa League vera e propria nelle ultime nove partite interne risale a quel 5-1 contro il CSKA Moskva (P4 S4). Non ha mai vinto in casa nelle quattro partite a eliminazione diretta, pareggiando la prima e perdendo le tre successive.

Highlights: Inter 1-2 Barcellona
Highlights: Inter 1-2 Barcellona

Inter
• Quarta in Serie A nel 2018/19, nella passata stagione l'Inter è uscita dall'Europa con una sconfitta contro l'Eintracht Frankfurt negli ottavi di UEFA Europa League dopo il terzo posto nel girone di UEFA Champions League dietro Barcellona e Tottenham Hotspur. In quell'occasione i Nerazzurri non sono riusciti a superare il girone per la prima volta dopo nove partecipazioni in UEFA Champions League.

• La storia si è ripetuta anche in questa stagione col terzo posto nel girone di UEFA Champions League dopo la sconfitta interna per 1-2 contro il Barcellona nell'ultima giornata che ha lasciato i Nerazzurri a sette punti, ovvero uno in meno della passata edizione.

• Nei tre precedenti nei sedicesimi di UEFA Europa League, l'Inter ha sempre superato il turno: contro il CFR Cluj nel 2012/13 (2-0 c, 3-0 t), il Celtic nel 2014/15 (3-3 t, 1-0 c) e Rapid Wien nel 2018/19 (1-0 t, 4-0 c). In tutti e tre i casi, tuttavia, i tre volte vincitori della Coppa UEFA sono usciti agli ottavi di finale.

• Quella vittoria per 1-0 a Vienna nella passata stagione è l'unica dei nerazzurri nelle ultime nove trasferte di UEFA Europa League (P4 S4), e ha anche interrotto la striscia di quattro sconfitte consecutive.

Modifiche alle rose di UEFA Europa League
• Ludogorets
Entrate: Cauly (Paderborn), Vladislav Stoyanov, Taleb Tawatha
Uscite: Jacek Góralski (Kairat), Jody Lukoki, Renan

• Inter
Entrate: Christian Eriksen (Tottenham), Victor Moses (Chelsea, prestito), Ashley Young (Manchester United)
Uscite: Kwadwo Asamoah, Federico Dimarco (Hellas Verona), Valentino Lazaro (Newcastle, prestito), Matteo Politano (Napoli, prestito)

Highlights: CSKA Moskva 1-1 Ludogorets
Highlights: CSKA Moskva 1-1 Ludogorets

Collegamenti e curiosità 
• I due allenatori, Pavel Vrba e Antonio Conte, erano i commissari tecnici delle rispettive nazionali (Repubblica Ceca e Italia) a UEFA EURO 2016.

• L'interista Antonio Candreva era un giocatore di quella Lazio eliminata ai sedicesimi dal Ludogorets nel 2013/14, mentre Marcelo Brozović da giocatore della Dinamo Zagreb ha perso in casa e in trasferta col club bulgaro nella fase a gironi della stessa stagione.

• Il difensore rumeno del Ludogorets, Cosmin Moţi, ha giocato per un breve periodo in prestito in Italia con la casacca del Siena nel 2008/09, disputando appena quattro partite di Serie A.

• Alexis Sánchez nel 2016/17 da giocatore dell'Arsenal ha affrontato due volte il Ludogorets nella fase a gironi di UEFA Champions League, aprendo le marcature nella vittoria per 6-0 in casa.

• Con otto punti, il Ludogorets è la squadra che si è qualificata ai sedicesimi di finale conquistando meno punti di tutte le 24 partecipanti alla fase a gironi di UEFA Europa League di questa stagione.

• Vrba ha esordito sulla panchina del Ludogorets con un successo 6-0 contro il Botev Vratsa sabato, centrando la vittoria stagionale più ampia del club. 

Guarda la vittoria dell'Inter nell'andata dei sedicesimi della passata stagione
Guarda la vittoria dell'Inter nell'andata dei sedicesimi della passata stagione

Gli allenatori
• Il 18 dicembre Vrba ha lasciato la panchina del Viktoria Plzeň per prendere le redini del Ludogorets. Dopo aver allenato Repubblica Ceca (che ha condotto a UEFA EURO 2016 in Francia) e Anji, nel giugno 2017 è tornato al Plzeň col quale aveva vinto il campionato nel 2011 e 2013 alla sua prima esperienza (durata cinque anni). Nel 2018 ha conquistato il suo terzo campionato e condotto il club alla fase a gironi di UEFA Champions League per la terza volta. Ha giocato e allenato il Baník Ostrava, e nel 2006/07 ha vinto il campionato slovacco da tecnico dello Žilina.

• Centrocampista roccioso e duttile, la figura di Conte viene in genere associata alla Juventus con la quale ha giocato 13 stagioni e vinto tantissimi trofei tra i quali spicca la UEFA Champions League del 1995/96. Da allenatore dei Bianconeri ha vinto tre campionati consecutivi dal 2012 al 2014, e poi ha guidato l'Italia per due anni conducendola sino alla fase finale di UEFA EURO 2016. Dopo la parentesi in azzurro, è stato scelto per la panchina del Chelsea, con cui ha vinto Premier League e FA Cup prima di venire sostituito dal connazionale Maurizio Sarri. Dopo un anno sabbatico, nel maggio 2019 Conte è diventato il nuovo allenatore dell'Inter.

Il VAR debutta in UEFA Europa League
Il Video Assistant Referee (VAR) sarà utilizzato anche nella fase a eliminazione diretta di UEFA Europa League, in programma dal 20 febbraio. La decisione è stata presa dal Comitato Esecutivo UEFA lo scorso settembre dopo l'introduzione del sistema in diverse competizioni UEFA nella stagione 2018/19.

In alto