UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

UEFA Europa Conference League: cosa guardare agli ottavi di finale

Gli spunti più interessanti delle gare di andata degli ottavi di UEFA Europa Conference League.

Gaëtan Laborde (Rennes),  Alfons Sampsted (Bodø/Glimt) e Tammy Abraham (Roma)
Gaëtan Laborde (Rennes), Alfons Sampsted (Bodø/Glimt) e Tammy Abraham (Roma)

La UEFA Europa Conference League è alla prima edizione ma propone già una serie di sfide molto appassionanti.

Enterprise Rent-A-Car presenta la guida di UEFA.com agli spunti più interessanti delle gare di andata degli ottavi di finale.

Bodø/Glimt e Partizan: sfida sulla lunga distanza

Dopo l'uscita del Qarabağ, i norvegesi del Bodø/Glimt e i serbi del Partizan si contendono il titolo di squadra con più presenze nella nuova competizione. Entrambe hanno iniziato l'avventura in Europa Conference League al secondo turno di qualificazione e finora hanno disputato 14 partite – sei nelle qualificazioni e otto nel tabellone principale – con Miloš Jojić (Partizan) e Alfons Sampsted (Bodø/Glimt) tra i giocatori con più presenze in assoluto (14).

Il Bodø/Glimt ha battuto la Roma per 6-1 in casa nella fase a gironi, mentre agli spareggi ha eliminato il Celtic. La prossima sfida è quella contro l'AZ Alkmaar, mentre il Partizan affronterà il Feyenoord. Se una delle due squadre (o entrambe) dovesse arrivare in finale, quella a Tirana sarebbe la 21esima partita di Europa Conference League della stagione.

Ex campioni d'Europa alla prova

L'allenatore del PSV Eindhoven, Roger Schmidt, ha ammesso che a inizio stagione non era del tutto convinto dell'Europa Conference League, ma – dopo aver disputato le qualificazioni di UEFA Champions League e la fase a gironi di UEFA Europa League – si prepara volentieri alla doppia prova contro il Copenaghen nella nuova competizione. "Il torneo mi ha sorpreso positivamente – ha detto Schmidt –. Ci sono ancora molte squadre forti agli ottavi e abbiamo già giocato due belle partite [contro il Maccabi Tel-Aviv]".

Campione d'Europa nel 1987/88 e vincitore della Coppa UEFA nel 1977/78, il PSV può aggiungere un nuovo trofeo alla sua bacheca ma non è l'unica squadra blasonata del torneo. Il Feyenoord, impegnato contro il Partizan, ha vinto la Coppa dei Campioni nel 1970 e due Coppe UEFA, mentre il Marsiglia, che affronta il Basilea, ha vinto la prima UEFA Champions League nel 1992/93.

Abolita la regola dei gol in trasferta

La regola dei gol in trasferta è stata abolita in tutte le competizioni UEFA di questa stagione. Ciò significa che se le sfide sono in pareggio per numero di gol dopo il ritorno, si andrà ai supplementari o ai rigori se necessario.

Mourinho e l'odissea della Roma

Anche José Mourinho cerca di conquistare altri trofei; vincitore della UEFA Champions League con Porto (2003/04) e Inter (2009/10), si è aggiudicato la UEFA Europa League con il Manchester United nel 2016/17 e ora va a caccia di un nuovo titolo, ma prima dovrà superare il Vitesse.

Anche se la Roma ha saltato gli spareggi, Tammy Abraham è ancora in testa alla classifica marcatori grazie a sei gol nella fase a gironi. A quota cinque troviamo Ola Solbakken (Bodø/Glimt) e Gaëtan Laborde (Rennes), mentre Arthur Cabral ne ha segnati altrettanti nella fase a gironi con il Basilea ma poi è passato alla Fiorentina. Contando anche le qualificazioni, il brasiliano ha segnato 13 reti in 12 partite di Europa Conference League.

Le date

La National Arena di Tirana ospiterà la finale
La National Arena di Tirana ospiterà la finaleUEFA via Getty Images

Fase a eliminazione diretta
10 e 17 marzo: ottavi di finale
18 marzo: sorteggio quarti di finale e semifinali
7 e 14 aprile: quarti di finale
28 aprile e 5 maggio: semifinali
25 maggio: finale (National Arena, Tirana)

Immergiti nel calcio con UEFA.tv