UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Roma-Cska Sofia 5-1: Pellegrini super, i Giallorossi volano

La squadra di Mourinho batte in rimonta i bulgari e ottiene la sesta vittoria in altrettante gare ufficiali: il capitano fa doppietta, segnano anche El Shaarawy, Mancini e Abraham.

L'esultanza dei giocatori della Roma, che hanno sconfitto il CSKA Sofia all'Olimpico
L'esultanza dei giocatori della Roma, che hanno sconfitto il CSKA Sofia all'Olimpico Getty Images

Sei su sei. La Roma inizia con una vittoria la sua avventura nella fase a gironi di UEFA Europa Conference League e ottiene la sesta vittoria in altrettante partite ufficiali. Allo Stadio Olimpico, nella prima giornata del Gruppo C, la squadra di José Mourinho va sotto contro il CSKA Sofia ma vince 5-1 grazie alla doppietta di un super Lorenzo Pellegrini e ai gol di Stephan El Shaarawy, Gianluca Mancini e Tammy Abraham.

LA PARTITA MINUTO PER MINUTO

Lo Special One portoghese, al contrario delle dichiarazioni della vigilia, fa abbondante ricorso al turnover e presenta sette volti nuovi rispetto alla sfida contro il Sassuolo, rispolverando dal 1’ Gonzalo Villar. Ma malgrado tante assenze, è il CSKA a partire forte.

Su una lettura non perfetta della retroguardia Giallorossa, l’irlandese Graham Carey trova il varco giusto e con un gran sinistro sotto l’incrocio dei pali batte Rui Patrício. La reazione della squadra di casa è immediata ed El Shaarawy e soprattutto Eldor Shomurodov sfiorano il pareggio.

Che arriva al 26’, con un capolavoro di Pellegrini: il capitano raccoglie l’invito di Rick Karsdorp e con un meraviglioso pallonetto trova l’1-1. La rimonta si perfeziona a sette minuti dall’intervallo, grazie a El Shaarawy, che con un destro da fuori area su scarico di Shomurodov non dà scampo al portiere brasiliano Gustavo Busatto.

La gioia di Stephan El Shaarawy
La gioia di Stephan El ShaarawyNurPhoto via Getty Images

Nella ripresa Mourinho si affida a Roger Ibañez al posto di Karsdorp, poi dopo un paio di buoni interventi di Rui Patrício entrano anche Bryan Cristante e Jordan Veretout al posto di Amadou Diawara e Villar.

E la Roma trova il tris, ancora grazie a Pellegrini, che di sinistro capitalizza una grande discesa di Riccardo Calafiori. Gli ospiti restano in dieci per l'espulsione di Wildschut e i Giallorossi dilagano: Mancini insacca dopo che la conclusione al volo di Smalling era stata ribattuta dal palo.

Ancora il palo nega la rete a Shomurodov, mentre alla festa del gol partecipa anche Abraham, che aveva sostituito Pellegrini a un quarto d'ora dalla fine, infilando Busatto con un tocco morbido sul bel lancio dello stesso Shomurodov. Festa grande all'Olimpico.