Il sito ufficiale del calcio europeo

Welbeck non perdona la Svezia

Pubblicato: Venerdì, 15 giugno 2012, 22.48CET
Svezia - Inghilterra 2-3
La rete nel finale di Daniel Welbeck regala la vittoria all'Inghilterra mettendo fine alle speranze della Svezia a Kiev.
di Paul Saffer
da Olympic Stadium
Welbeck non perdona la Svezia
Danny Welbeck ©Getty Images

Statistiche partite

SveziaInghilterra

Gol segnati2
 
3
Possesso (%)48
 
52
Tiri totali12
 
15
Tiri nello specchio8
 
9
Tiri fuori4
 
6
Tiri respinti3
 
3
Tiri contro il palo0
 
0
Calci d'angolo3
 
3
Fuorigioco0
 
0
Cartellini gialli3
 
1
Cartellini rossi0
 
0
Falli commessi14
 
10
Falli subiti9
 
13

Classifiche

Legenda:

G: Giocate   
P.ti: Punti   
Ultimo aggiornamento: 21/11/2017 14:45 CET
Pubblicato: Venerdì, 15 giugno 2012, 22.48CET

Welbeck non perdona la Svezia

Svezia - Inghilterra 2-3
La rete nel finale di Daniel Welbeck regala la vittoria all'Inghilterra mettendo fine alle speranze della Svezia a Kiev.

La Svezia è fuori da UEFA EURO 2012 dopo il gol di tacco nel finale che ha regalato all'Inghilterra una vittoria emozionante nel Gruppo D.

Andy Carroll aveva portato l'Inghilterra all'intervallo in vantaggio, ma già poco dopo l'ora di gioco il risultato era sul 2-2, con Olof Mellberg che aveva costretto all'autorete Glen Johnson per poi andare a segno prima del gol del temporaneo pareggio di Theo Walcott. Ed è stato il subentrato Walcott a servire Welbeck a 12 minuti dalla fine per il gol che ha messo fine alle speranze svedesi con la seconda sconfitta a Kiev. L'Inghilterra raggiunge la Francia a quattro punti, uno più dell'Ucraina, con la quale la formazione di Roy Hodgson dovrà almeno pareggiare a Donetsk martedì per qualificarsi per i quarti di finale.

Entrambe le squadre fanno dei cambiamenti in attacco, con Carroll titolare insieme a Welbeck in un'Inghilterra senza Wayne Rooney, e Ashley Young spostato a sinistra, mentre Johan Elmander parte dal primo minuto al posto di Markus Rosenberg come partner di Zlatan Ibrahimović. L'Inghilterra inizia al meglio e il tentativo di Scott Parker costringe Andreas Isaksson a mettere subito alla prova i propri rilfessi.

In ogni caso è la Svezia ad avere più possesso palla e Sebastian Larsson si trova presto di fronte all'ex compagno del Birmingham City FC, Joe Hart. Quando poi Ibrahimović sembra vicino a trovare la rete Hart è bravo a dare una delusione al capitano svedese.

E' l'Inghilterrà però a portarsi in vantaggio dopo 23 minuti. Gerrard serve con un bel diagonale dalla sinistra Carroll, bravo a infilare in rete con un colpo di testa dal centro dell'area. Alla Svezia serve un po' di tempo per ricompattarsi ma Ibrahimović prende la situazione in mano e dopo una cavalcata che lo porta a trovarsi solo davanti a Hart si vede deviare il tiro dal portiere inglese; nell'altra metà campo Ashley Young trova l'esterno della rete.

La Svezia ci prova con i tiri dalla distanza, con Kim Källström che va vicino al gol, e chiude bene il primo tempo se si esclude un contropiede di Welbeck fermato da un tackle di Mellberg.

Mellberg fa un intervento ancora più importante quattro minuti dopo l'intervallo.  Una punizione calciata da Ibrahimović viene bloccata ma lui salta per passare palla a Mellberg, il cui tiro colpisce Johnson per poi infilarsi in rete nonostante il tentativo di recupero del terzino sinistro.

Con 18.000 tifosi a incitarla - numero ben più cospicuo rispetto ai supporter inglesi - la Svezia sente che è possibile ribaltare il risultato come era successo durante la gara - però persa 2-1 - contro l'Ucraina. E come in quella partita il gol non tarda ad arrivare con Mellberg che salta più alto di tutti e mette in rete su punizione di Larsson.

Ibrahimović per poco non segna il terzo gol svedese, dopo un buono sprint che però si conclude in maniera imprecisa davanti ad Hart. Anche l'Inghilterra spreca un'occasione con John Terry ma più per la bravura e i riflessi di Isaksson. In ogni caso, dal calcio d'angolo che ne segue Isaksson viene sorpreso dal tiro dalla distanza di Walcott, non molto distante dalla panchina.

Ora entrambe le squadre cercano la vittoria, con Källström che calcia alto e Hart che para su tentativo di Ibrahimović. E' nell'altra metà campo, però, che Welbeck trova il gol che vale tre punti.

Ultimo aggiornamento: 17/06/12 0.53CET

http://it.uefa.com/uefaeuro/season=2012/matches/round=15172/match=2003333/postmatch/report/index.html#welbeck+perdona+svezia