Il sito ufficiale del calcio europeo

Partenza sprint, riprende la corsa ceca

Pubblicato: Martedì, 12 giugno 2012, 20.05CET
Grecia - Repubblica ceca 1-2
Dopo aver iniziato il torneo nel peggiore dei modi , la Repubblica ceca si riscatta battendo 2-1 la Grecia e tornando in corsa per la qualificazione.
di Ian Holyman
da Stadio Comunale di Wroclaw
Partenza sprint, riprende la corsa ceca
Festa ceca ©Getty Images

Statistiche partite

GreciaRepubblica Ceca

Gol segnati1
 
2
Possesso (%)54
 
46
Tiri totali7
 
8
Tiri nello specchio5
 
3
Tiri fuori2
 
5
Tiri respinti4
 
0
Tiri contro il palo0
 
0
Calci d'angolo1
 
4
Fuorigioco6
 
0
Cartellini gialli3
 
3
Cartellini rossi0
 
0
Falli commessi14
 
26
Falli subiti24
 
13

Classifiche

Legenda:

G: Giocate   
P.ti: Punti   
Ultimo aggiornamento: 21/11/2017 14:45 CET
Pubblicato: Martedì, 12 giugno 2012, 20.05CET

Partenza sprint, riprende la corsa ceca

Grecia - Repubblica ceca 1-2
Dopo aver iniziato il torneo nel peggiore dei modi , la Repubblica ceca si riscatta battendo 2-1 la Grecia e tornando in corsa per la qualificazione.

Dopo essere stata protagonista del peggior esordio di sempre in un grande torneo internazionale, la Repubblica ceca si riscatta battendo 2-1 la Grecia grazie a un brillante avvio di gara e torna in corsa per la qualificazione ai quarti di finale.

Il 4-1 subito venerdì contro la Russia nella prima gara del Gruppo A ha scosso gli uomini di Michal Bílek, che si riscattano mettendo a segno l'uno-due più veloce nella storia dei Campionati Europei UEFA grazie ai gol di Petr Jiráček e Václav Pilař, entrambi a segno nei primi 6' di gara a Wroclaw. Nella ripresa un raro errore di Petr Čech permette al subentrato Fanis Gekas di riaprire la partita, ma i cechi chiudono ogni varco e registrano così il loro primo successo contro gli ellenici. La qualificazione ai quarti di finale, tuttavia, resta possibile sulla carta anche per gli sconfitti.

Fernando Santos, causa infortuni e squalifiche, deve rinunciare alla coppia centrale difensiva schierata nella gara contro la Polonia, un'assenza che pagherà a caro prezzo. La gara è infatti cominciata da pochi istanti quando i due centrali di emergenza Kyriakos Papadopoulos e Kostas Katsouranis si fanno prendere d'infilata da Jiráček, che apre le marcature.

Santos aveva visto la sua squadra partire piano contro la Polonia e aveva detto che non sarebbe più successo, ma contro la Repubblica ceca va addirittura peggio. L’inserimento di Theodor Gebre Selassie a destra è premiato dal passaggio filtrante di Tomáš Rosický. Il cross basso dell’esterno sfugge a Kostas Chalkias; e Pilar si avventa sul pallone facendogli in qualche modo varcare la linea.

Fischiato da qualche connazionale all’annuncio delle formazioni, c’è un senso di rivincita per il Ct Michal Bílek che alza il pugno al cielo.

Chalkias che zoppica verso la panchina al 23’ non aiuta il morale dei greci, così come il cronometro che sembra scorrere sempre più veloce. Michalis Sifakis, entrato al posto di Chalkias, limita i danni sul tiro di Rosický. Dall’altra parte Giorgos Fotakis incorna in rete il cross di Vassilis Torossidis, ma il gol è annullato per fuorigioco.

Subito emozioni dopo l’intervallo: Baroš non capitalizza un buon pallone in area, mentre Gekas non gli ricambia la cortesia quando Čech si lascia scappare un cross di Giorgos Samaras apparentemente innocuo. Un errore simile a quello che aveva spento le speranze ceche a UEFA EURO 2008, ma questa volta il raro errore del portiere del Chelsea FC non costa nulla alla sua squadra, nonostante il forcing finale della Grecia.

Ultimo aggiornamento: 14/06/12 0.05CET

http://it.uefa.com/uefaeuro/season=2012/matches/round=15172/match=2003328/postmatch/report/index.html#partenza+sprint+riprende+corsa+ceca