Il sito ufficiale del calcio europeo

La Svizzera si congeda con un sorriso

Pubblicato: Lunedì, 16 giugno 2008, 0.30CET
Svizzera - Portogallo 2-0
La doppietta di Hakan Yakin regala agli elvetici - già eliminati - una vittoria nell'ultima partita del Gruppo A.
di Michael Harrold
da St. Jakob-Park
La Svizzera si congeda con un sorriso
Hakan Yakin (Switzerland) ©Getty Images

Statistiche partite

SvizzeraPortogallo

Gol segnati2
 
0
Tiri nello specchio9
 
5
Tiri fuori5
 
2
Calci d'angolo5
 
2
Falli commessi26
 
27
Cartellini gialli4
 
4
Cartellini rossi0
 
0

Classifiche

Legenda:

G: Giocate   
P.ti: Punti   
: teams currently qualified for the final tournament   
: teams running for the play-offs   
Ultimo aggiornamento: 05/06/2015 20:39 CET
Pubblicato: Lunedì, 16 giugno 2008, 0.30CET

La Svizzera si congeda con un sorriso

Svizzera - Portogallo 2-0
La doppietta di Hakan Yakin regala agli elvetici - già eliminati - una vittoria nell'ultima partita del Gruppo A.

La Svizzera si congeda da UEFA EURO 2008™ con una vittoria al St. Jakob Park contro il già qualificato Portogallo. Decisivi i due gol realizzati nella ripresa da Hakan Yakin.

Anche se non è bastata a lasciare l'ultimo posto nel Gruppo A, la vittoria ha restituito un po' di orgoglio ad un squadra che non aveva altro motivo per giocare dopo aver infilato due sconfitte nelle prime due gare. Yakin è andato in gol al 71' e poi a ancora a 7' dal termine, questa volta su rigore.

In precedenza un Portogallo ricco di seconde scelte - con appena quattro giocatori schierati dal primo minuto nella precedente vittoria - aveva creato numerose occasioni per poter aggiudicarsi l'incontro. Giovedì, comunque, ritornerà nello stesso impianto per i quarti di finale, schierando la formazione al completo.

Köbi Kuhn è alla sua ultima partita sulla panchina della Svizzera e schiera il sempre popolare 37enne portiere Pascal Zuberbühler, alla sua prima uscita a UEFA EURO 2008™, mentre il centrocampista Johan Vonlanthen sostituisce Tranquillo Barnetta. Pur non essendoci niente in palio i tifosi della Svizzera hanno incitato Kuhn e la sua squadra a gran voce fin dal calcio d'inizio.

Le riserve di Luiz Felipe Scolari non vogliono però sfigurare e al 7' Ricardo Quaresma si mette in evidenza con un delizioso passaggio di gran classe sul quale Hélder Postiga manda fuori di testa. Dieci minuti dopo è la volta di Nani, che calcia un punizione in area all'indirizzo di Pepe la cui conclusione viene deviata in maniera spettacolare da Zuberbühler ad incocciare la traversa.

Non è, comunque, una partita a senso unico. Al 19' Ricardo devia alto un tiro di Gökhan Inler, prima di respingere una conclusione di Valon Behrami con i piedi. La partita è divertente e le occasioni si susseguono. Poco prima del 30' Ricardo è di nuovo chiamato in causa da un colpo di testa di Hakan Yakin. Pensando ai successivi impegni nella competizione al 41' Scolari manda in campo Jorge Ribeiro – fratello di Maniche, protagonista nella fase finale del 2004 - al posto di Ferreira, in quanto il terzino del Chelsea FC era stato in precedenza ammonito.

All'inzio della ripresa le opportunità non mancano da ambo le parti. Postiga manda fuori di testa, Nani colpisce un palo e Zuberbühler neutralizza una conclusione di Quaresma. meglio non pensare a come Eusébio, presente in tribuna, avrebbe sfruttato tutte queste occasioni.  Il Portogallo rischia molto quando il subentrato Barnetta ha una palla buona dalla corta distanza, al 60', ma Pepe è bravo a salvare la propria porta. Quattro minuti dopo Vonlanthen sfiora il palo con un tiro insidioso.

La svolta arriva al 71', quando Eren Derdiyok  libera Yakin e l'attaccante manda la sfera alle spalle di Ricardo. A 7' dal termine lo stesso Yakin mette al sicuro il risultato trasformando di potenza un rigore concesso per fallo di Fernando Meira su Barnetta. Il St. Jakob Park può ora festeggiare, ma saranno i portoghesi a proseguire il cammino nel torneo.

Ultimo aggiornamento: 01/02/12 14.40CET

http://it.uefa.com/uefaeuro/season=2008/matches/round=15093/match=300698/postmatch/report/index.html#la+svizzera+congeda+sorriso