Il sito ufficiale del calcio europeo

Spettacolare rimonta ceca

Pubblicato: Domenica, 20 giugno 2004, 0.53CET
Olanda - Repubblica Ceca 2-3
Olandesi, in vantaggio di due gol, raggiunti e superati nella ripresa dalla Repubblica Ceca, ora ai quarti.
di Francesco Corda

Statistiche partite

OlandaRepubblica Ceca

Gol segnati2
 
3
Tiri nello specchio10
 
11
Tiri fuori3
 
8
Calci d'angolo6
 
7
Falli commessi24
 
18
Cartellini gialli3
 
1
Cartellini rossi1
 
0

Classifiche

Ultimo aggiornamento: 27/06/2012 12:21 CET

Legenda:

G: Giocate   
P.ti: Punti   
Pubblicato: Domenica, 20 giugno 2004, 0.53CET

Spettacolare rimonta ceca

Olanda - Repubblica Ceca 2-3
Olandesi, in vantaggio di due gol, raggiunti e superati nella ripresa dalla Repubblica Ceca, ora ai quarti.

La Repubblica Ceca è la prima squadra a qualificarsi per i quarti di finale di UEFA EURO 2004. Sotto di due reti, la squadra di Karol Brückner rimonta l’Olanda e vince 3-2 al termine di una partita emozionante e ricca di colpi di scena.

Il Ct olandese Dick Advocaat presenta due novità: Clarence Seedorf sostituisce Rafael van der Vaart alle spalle di Ruud van Nistelrooij, mentre Arjen Robben prende il posto di Boudewijn Zenden. Ancora panchina per Patrick Kluivert. Un unico avvicendamento invece nella Repubblica Ceca: Martin Jiránek sostituisce René Bolf, bloccato dalla febbre. Karel Brückner riesce invece a recuperare Zdenek Grygera, che parte titolare come esterno destro in difesa.

La prima occasione è per la Repubblica Ceca, con un tiro di Jan Koller su assist di Tomáš Rosický che termina alto. Ma è l’Olanda a passare al primo affondo. L’arbitro spagnolo Manuel Mejuto Gonzàlez concede punizione per un intervento di Pavel Nedved su Johnny Hetinga. Sulla palla va Arjen Robben. Sul secondo palo Wilfred Bouma, completamente smarcato, non ha difficoltà a realizzare di testa l’1-0.

Nedevd e compagni sembrano accusare il colpo e i tulipani vanno nuovamente vicini al gol all’8’, con un calcio di punizione di Clarence Seedorf che scheggia il palo. Al 18’ su un bel rasoterra di Robben è attento Petr Cech, che si distende in tuffo e para. Il raddoppio della squadra di Dick Advocaat arriva un minuto dopo. Splendido pallone filtrante di Edgar Davids per Robben, che serve a Van Nistelrooij il secondo assist della serata: l’attaccante del Manchester United FC mette nel sacco di piatto da pochi passi.

Dopo soli quattro minuti, i cechi rientrano in partita. Un errore di Philipp Cocu regala palla a Milan Baroš, uno contro uno con Jaap Stam. Il difensore riesce a sporcargli il pallone, ma l’attaccante del Liverpool FC riesce a scaricare sullo smarcato Koller, che batte Edwin van der Sar.

Brückner decide il primo cambio e manda in campo Vladimir Šmicer al posto di Grygera. Ma è l’Olanda a sfiorare più volte il gol. Al 30’ l’arbitro sorvola su una trattenuta in area a Van Nistelrooij, mentre al 32’ Cech deve compiere un autentico miracolo sul tiro di Hetinga. Al 43’ Davids è sfortunato e colpisce il palo con un tiro di sinistro dal limite dell’area, su passaggio smarcante di Robben.

La ripresa parte subito a grandi ritmi. Cech anticipa in tuffo Van Nistelrooij su un passaggio di Andy Van der Meyde. Sul capovolgimento di fronte Van der Sar è costretto a intervenire di piede sul destro secco di Karel Poborský, ben smarcato da Nedved. Poi il portiere del Fulham FC blocca a terra un bel tiro di sinistro del centrocampista della Juventus.

Al 55’ è l’Olanda a sfiorare il terzo gol. Robben supera per l’ennesima volta il suo marcatore diretto e mette al centro un pallone delizioso per van Nistelrooij: sul colpo di testa del numero 10, Cech compie una grande parata. Quindi Advocaat richiama in panchina l’autore dei due assist per far spazio a Paul Bosvelt. Brückner risponde mandando in campo Marek Heinz –  uomo della provvidenza contro la Lettonia – al posto di Tomáš Galásek,
ammonito qualche minuto prima.

Al 64' Van der Sar salva l’Olanda: splendida iniziativa personale di Heinz sulla fascia sinistra, che serve all’indietro lo smarcato Šmicer: il sinistro del nuovo entrato è indirizzato all'angolino, ma l'intervento in tuffo del portiere è prodigioso. Passano sette minuti e la cechia trova il pareggio. Nedved, defilato sulla sinistra, crossa al centro e Koller smorza il pallone di petto per Baroš. Il destro secco dell’attaccante del Liverpool FC si insacca sotto la traversa e non dà scampo al portiere olandese.

Al 75’ Koller lascia spazio a David Rozehnal, due minuti dopo l’Olanda resta in dieci uomini. L’arbitro punisce con il secondo giallo la spinta di Heitinga a Nedved. La Repubblica Ceca capisce di poter vincere la partite e si riversa in attacco. Van der Sar respinge di pungo una punizione dell’ineusaribile Nedved: Advocaat corre ai ripari e manda in campo Michael Reizigere al posto di Van der Meyde. Ma all’85’ Nedved, con una botta terrificante dai 30 metri, colpisce una traversa clamorosa.

Gli sforzi cechi vengono premiati all’88’. Baroš innesca una ripartenza, poi serve a Heinz: il tiro di sinistro obbliga Van der Sar a un grande intervento, ma la palla finisce a Poborský che scarica al centro per Šmicer che fa 3-2. È il trionfo della Repubblica Ceca, che festeggia la qualificazione ai quarti.

Ultimo aggiornamento: 19/09/12 3.47CET

http://it.uefa.com/uefaeuro/season=2004/matches/round=1581/match=1059179/postmatch/report/index.html#spettacolare+rimonta+ceca