Il sito ufficiale del calcio europeo

Italia beffata allo scadere da Ibra

Pubblicato: Sabato, 19 giugno 2004, 0.30CET
Italia - Svezia 1-1
Gli Azzurri disputano un'eccellente gara e segnano con Cassano, ma a 5' dalla fine pareggia Ibrahimović.
di Paolo Menicucci
da Oporto

Statistiche partite

ItaliaSvezia

Gol segnati1
 
1
Tiri nello specchio8
 
4
Tiri fuori11
 
7
Calci d'angolo10
 
5
Falli commessi15
 
22
Cartellini gialli3
 
2
Cartellini rossi0
 
0

Classifiche

Ultimo aggiornamento: 27/06/2012 12:21 CET

Legenda:

G: Giocate   
P.ti: Punti   
Pubblicato: Sabato, 19 giugno 2004, 0.30CET

Italia beffata allo scadere da Ibra

Italia - Svezia 1-1
Gli Azzurri disputano un'eccellente gara e segnano con Cassano, ma a 5' dalla fine pareggia Ibrahimović.

Il rocambolesco pareggio di Zlatan Ibrahimović nel finale assicura alla Svezia un cospicuo vantaggio per qualificarsi nel Gruppo C, in quanto l'1-1 contro l'Italia gli consente di restare davanti alla Danimarca grazie a un gol di vantaggio nella differenza reti.

Senza lo squalificato Francesco Totti, Giovanni Trapattoni cambia il modulo con cui l'Italia aveva affrotato la Danimarca nella prima gara del torneo, facendo tre cambi. Antonio Cassano e Alessandro Del Piero supportano Christian Vieri in attacco. A centrocampo la regia è affidata ad Andrea Pirlo, affiancato dai cursori Gennaro Gattuso e Simone Perrotta. Confermata invece la linea di difesa a quattro. Nessuna sorpresa invece per la Svezia che sostituisce l'infortunato Teddy Lucic arretrando Mikael Nillson sulla linea dei difensori e schierando Christian Wilhelmsson sulla corsia destra. In attacco confermata la coppia Zlatan Ibrahimovic-Henrik Larsson.

L'Italia parte con il piede sull'acceleratore. Cassano pesca Vieri in profondità, il bomber azzurro protegge il pallone con il fisico, ma Andreas Isaksson sceglie bene il tempo dell'uscita e gli respinge il tiro. Ottimo comunque il pressing azzurro sui portatori di palla scandinavi. I ritmi sono elevatissimi e l'Italia va ancora vicina al gol con un tiro da fuori di Perrotta neutralizzato da Isaksson. Sulla respinta corta Vieri è in fuorigioco.

Anche la Svezia è pericolosa con una bella combinazione in contropiede tra i due attaccanti. Larsson smarca Ibrahimovic con uno splendido colpo di tacco, ma il tiro del centravanti dell'Ajax da ottima posizione finisce alto. L'Italia gioca bene. Cassano scatta sul filo del fuorigioco e mette al centro un pallone d'oro per Vieri. Il colpo di testa del centravanti finisce però alto. Passa un minuto e Zambrotta scappa sulla sinistra. Il passaggio dal fondo per Del Piero è perfetto, ma il piatto rasotterra dell'attaccante finisce di poco a lato.

L'Italia va ancora vicina al gol. Cassano e Del Piero duettano bene, lo juventino lascia partire un buon tiro che, complice anche una deviazione di un difensore svedese, si spegne di poco a lato con Isaksson battuto. Poi Zambrotta s'invola ancora sulla sinista e crossa bene per Vieri, che di testa è ancora impreciso. Le incursioni del terzino sono forse l'arma più pericolosa degli azzurri.

Poco dopo, quando Panucci riesce a mettere un gran pallone al centro dopo aver saltato due avversari, Cassano da pochi passi devia di quel tanto che basta per battere Isaksson.

Con Gattuso e Cannavaro ammoniti, costretti a saltare la prossima gara con la Bulgaria, l'Italia parte forte anche nella seconda frazione. Sul bel cross ancora di Panucci dalla destra, la girata al volo di Vieri sfiora il palo. Al 54' la Svezia gioca la carta Kim Källström, ma è ancora l'Italia ad andare vicina al gol. Il colpo di testa di Del Piero su pennellata di Cassano è alto. Due minuti più tardi l'occasione per Del Piero è ancora più grande. Grande passaggio di Vieri, l'attaccante controlla e prova il 'cucchiaio' su Isaksson, ma Jakobsson riesce a recuperare e a salvare sulla linea.

Trapattoni toglie Cassano e inserisce Stefano Fiore. Poi, un esausto Gattuso fa spazio a Giuseppe Favalli. Al 78' è però Buffon a salvare il risultato. Fiore perde una palla a centrocampo, Larsson parte in contropiede e serve lo smarcato Jonsson sulla destra. Sul tiro a botta sicura del nuovo entrato il portierone azzurro è superlativo.

A cinque minuti dalla fine arriva la doccia fredda. Da un corner nasce un'azione confusa nell'area azzurra. La mischia è risolta da Ibrahimović con un colpo di tacco bello quanto fortunato. L'Italia è in ginocchio. Per qualificarsi servirà un mezzo miracolo.

Ultimo aggiornamento: 16/05/12 13.32CET

http://it.uefa.com/uefaeuro/season=2004/matches/round=1581/match=1059177/postmatch/report/index.html#italia+beffata+allo+scadere+ibra