Il sito ufficiale del calcio europeo

La determinazione greca

Pubblicato: Giovedì, 17 giugno 2004, 0.16CET
Il Ct della Grecia Rehhagel soddisfatto per il carattere mostrato dai suoi ragazzi.
di Matthew Spiro
da Oporto

Statistiche partite

GreciaSpagna

Gol segnati1
 
1
Tiri nello specchio2
 
2
Tiri fuori4
 
8
Calci d'angolo2
 
15
Falli commessi17
 
20
Cartellini gialli5
 
2
Cartellini rossi0
 
0

Classifiche

Ultimo aggiornamento: 27/06/2012 12:21 CET

Legenda:

G: Giocate   
P.ti: Punti   
Pubblicato: Giovedì, 17 giugno 2004, 0.16CET

La determinazione greca

Il Ct della Grecia Rehhagel soddisfatto per il carattere mostrato dai suoi ragazzi.

Il Ct della Grecia Otto Rehhagel è convinto che la determinazione dimostrata dai suoi giocatori sia stata fondamentale per acciuffare il pareggio contro la Spagna all'Estádio do Bessa Século XXI.

Bella conclusione
Fernando Morientes aveva regalato il meritato vantaggio agli spagnoli nel primo tempo, mettendo alle spalle di Antonios Nikopolidis una bella conclusione di destro su assist di tacco di Raúl González. Ma gli uomini di Rehhagel non si sono mai scoraggiati e hanno riequilibrato le sorti della partita al 66': Vasilios Tsiartas, inserito a centrocampo con Demistoklis Nikolaidis per dare alla Grecia maggiore spinta, ha trovato in area Angelos Charisteas, che non ha perso la calma e di sinistro ha messo in rete.

Cartellini gialli
Dopo aver spinto i suoi giocatori a tenere con i denti l'1-1 che li mantiene al primo posto del Gruppo A insieme alla Spagna, Rehhagel ha dichiarato: "Dovevamo essere determinati e per questo ci siamo meritati alcune ammonizioni all'inizio della partita".

Determinazione rischiosa
Georgis Karagounis era diffidato e in seguito all'ammonizione rimediata oggi dovrà saltare il match contro la Russia, ma Rehhagel ha ribadito il perché di un atteggiamento così aggressivo: "La Spagna faceva girare la palla molto bene. Il nostro atteggiamento di oggi può essere rischioso contro squadre come la Spagna, ma non avevamo altra scelta".

Opportunità fantastica
"Ci siamo trovati sotto pressione negli ultimi 15-20 minuti, proprio come nella gara di apertura. Su questo aspetto dovremo lavorare ancora. Ora abbiamo un'opportunità fantastica per il calcio greco e vogliamo sfruttarla", ha concluso il Ct.

Nessun caso
Charisteas è sicuro che questo risultato abbia confermato la forza della nazionale greca. "È la dimostrazione che la nostra vittoria sul Portogallo non è stata casuale - ha dichiarato la punta -. Siamo una squadra seria, giochiamo uniti e abbiamo carattere ed esperienza. Abbiamo lottato fino all'ultimo secondo e affrontato la Spagna come se fossimo sullo stesso livello".

Atmosfera elettrizzante
Sebbene i tifosi greci fossero in netta minoranza rispetto a quelli spagnoli, hanno comunque contribuito a creare un'atmosfera elettrizzante, come ha ammesso Charisteas: "Siamo orgogliosi dei nostri tifosi e speriamo che aumentino di numero per l'ultimo incontro del girone. Il fatto di non avere ancora perso accresce le aspettative nel nostro Paese, e noi cercheremo di fare del nostro meglio".

Rehhagel ispiratore
Il capitano dei greci Theodoros Zagorakis ha confessato che durante l'intervallo il discorso di Rehhagel è riuscito a rincuorare la squadra: "Ci ha detto di non scoraggiarci e ci ha convinto che avremmo avuto la possibilità di raddrizzare l'incontro".

Sáez scontento
Il Ct spagnolo Iñaki Sáez si è invece lamentato dei numerosi errori sottoporta dei suoi. "Abbiamo fatto un solo errore in difesa nel secondo tempo e ci è costato il pareggio - ha spiegato -. Abbiamo attaccato bene, ma non siamo stati in grado di concludere al meglio alcune ottime azioni. Avevamo la gara in pugno".

Raúl premiato
La notizia migliore per le Furie Rosse è il ritorno sui suoi livelli del capitano Raúl González. Oltre ad aver contribuito in maniera determinante all'azione del gol di Morientes, la punta del Real Madrid CF è stata una minaccia costante per la difesa greca, nonostante la stretta marcatura di Konstantinos Katsouranis, ed è stata premiata con il premio Migliore in campo Carlsberg. "È stata un'ottima partita - ha detto Raúl -. Sono sicuro che ci qualificheremo per i quarti di finale anche se nell'ultimo incontro del girone ce la dovremo vedere con i padroni di casa".

Portogallo decisivo
Contro i lusitani agli spagnoli servirà almeno un punto, e il mediano David Albelda non vede già l'ora di giocare. "Ci siamo deconcentrati per un attimo, ma contro una squadra così tenace abbiamo pagato caro questo errore - ha detto il centrocampista del Valencia CF -. Tutto si deciderà nella partita contro il Portogallo, ma è proprio per partite come questa che siamo venuti qui".

Ultimo aggiornamento: 16/06/04 23.38CET

http://it.uefa.com/uefaeuro/season=2004/matches/round=1581/match=1059172/postmatch/quotes/index.html#la+determinazione+greca